Dogs of War, il videotutorial

di Marco “alkyla” Oliva

Entrate nel mondo di Dogs of War. Siano essi nobili influenti, spietati mercenari o arricchiti cospiratori, sono individui la cui intraprendenza è pari solo al loro pragmatismo; sono mercenari in grado di accumulare potenti forze militari capaci di cambiare le sorti della guerra, una guerra in cui non hanno alcun interesse se non quello di primeggiare. Essi offriranno i loro soldati allo schieramento che consentirà loro il maggior profitto, pronti a cambiare fazione in un battito di ciglia.

In questo gioco, controllerai uno di questi biechi Mastini della Guerra. Assicurati che la casata che stai supportando stia vincendo, o in caso contrario, raduna velocemente le tue forze e porta il tuo contributo al vincitore!

Tutti i dettagli del funzionamento del gioco in questo nuovo videotutorial di TOCCA A TE

| Continua il viaggio nel gioco con:

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

9 Commenti a Dogs of War, il videotutorial

  1. franz ha detto:

    il gioco mi sembra molto valido, l’unica pecca penso sia la scalabilità…

    • Alkyla ha detto:

      Non sono d’accordo. L’ho provato più volte in 4 o 5 ed è sempre cattivissimo allo stesso modo. Posso solo immaginare che in 3 ci sia più spazio, con partite un po’ meno tese…ma solo un po’, s’intende. Per il resto non cambia praticamente nulla nel setup, per cui non vedo perché non debba funzionare bene in tutte le configurazioni proposte dalla scatola.

  2. Eorel ha detto:

    Ciao, ottimi come sempre i tuoi video. Ma quanto giochi ho imparato con il tuo aiuto… Io ho la versione inglese di Dogs ed in quel regolamento le casate che vengono sconfitte rimangono ferme e non retrocedono a meno di subire la schiacciante. Magari hanno sbagliato la traduzione… Ancora complimenti.

  3. Enrico ha detto:

    Guardando il tutorial mi viene da chiedere a chi ci ha giocato:
    Si possono creare alleanze volte solo e soltanto a colpire un singolo giocatore?
    Mi spiego :
    A gioca su una casata e subito dopo b c d giocano la casata contro di lui
    Sta di nuovo a A che gioca sulla seconda battaglia e b c d giocano nella seconda battaglia tutti contro lui
    In modo tale da colpire pesantemente un unico giocatore.
    Lo chiedo perché fusi come siamo e facendo campionati su più giochi con tanto di classifica e punteggio non vorrei che questo gioco potesse dare possibilità di una combine per andare a intaccare volutamente il primo in classifica generale.
    Grazie

    • Alkyla ha detto:

      Non è questo il suo scopo. Dogs of War non ci dice di poterlo fare.
      Lo scopo è cercare di fare più punti degli altri, non di far fare meno punti a uno. Se penso di dover limitare l’avanzata di quello che credo sia il vincitore, benissimo, ma devo cercare di farlo da solo, non coalizzandomi con altri.
      In questo senso, Dogs of War non va giocato da torneo come lo intendi qui. Non è un gioco diplomatico che tollera combine di questo tipo.

      • Enrico ha detto:

        Guardiamo sempre questa possibilità di interazione nei giochi per evitare le combine, per farti capire una partita di makabana all ultima giornata di campionato finì 18-18-16-2: ti lascio immaginare chi era primo in classifica alla quarta giornata:-)
        E so benissimo che un gioco va giocato a fare più punti e non a farne fare meno all avversario anche se fare più punti e’ esattamente uguale a dire ne faccio fare meno a te.
        Quindi prettamente da un punto di vista di regolamento leggendolo non ho trovato da alcuna parte che si possa fare azioni diplomatiche ma altrettanto che non si possa parlare in partita ,tradotto : essendo un gioco dove ci si fa del male a vicenda e il suo scopo principale è proprio quello di fare guerre uno contro l altro ritieni che sia da vietare la possibilità di parlare? ( esempio classico la fase del ponte di Caylus ).

        Grazie in anticipo e colgo l occasione per farti i più sinceri complimenti per i tuoi video tutorial davvero bellissimi che seguo assiduamente e per congratularmi con l ottimo uso di fcpx che fai…( nella sigla di dogs Of war hai usato la tecnica di dare profondità di campo con le immagini fisse? Che tanto mi piacerebbe imparare ma nn so se mi sono spiegato bene eheheh!!!!)

        • Alkyla ha detto:

          Ti ringrazio innanzitutto per i generosi complimenti.
          Quanto a Dogs of War, mettiamola così: certamente si può parlare (che brutte le partite in silenzio!), ma non dí coalizzarsi. Coalizzarsi in un gioco non diplomatico o comunque che non preveda esplicitamente alleanze, per mia esperienza, rende automaticamente la partita bruttissima. E tra l’altro è uno dei modi peggiori d’innervosirsi.

          • Enrico ha detto:

            Sei preparato , competente , molto preciso e dettagliato negli esempi , ci metti una vena humour non invadente ma presente e incisiva: non sono generosi i complimenti ma sinceri.
            Però non mi hai detto della tecnica per i titoli di testa di dogs of war:-)
            Per quanto riguarda il gioco messaggio ricevuto, dovrò fare un bel lavaggio di testa ai compari di gioco, ma la vedo dura…non mettere mai una classifica, un punteggio, un albo d oro e via dicendo nei tuoi giochi….così facendo abbiamo creato dei mostri incredibili è ormai indellebili di tenacia competitiva assurda :-)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy