1969: sulla luna con Cranio Creation

di Alberto “Doc”

E’ di pochi giorni fa la notizia della scomparsa di Neil Armstrong, primo uomo a sbarcare sulla luna nel lontano luglio del 1969. Ed è proprio l’anno di questa storica data a fare da titolo al nuovo gioco di Cranio Creation. Con 1969, ripercorreremo gli anni della corsa alla conquista dello spazio da parte delle nazioni che al tempo avevano sviluppato un programma spaziale. Vediamo più da vicino in che cosa consiste…

Il gioco si sviluppa lungo sette turni, ripercorrendo gli anni dal 1963 al 1969. Durante ogni turno i giocatori, che coprono il ruolo di responsabili del programma spaziale di uno dei paesi in competizione, svolgeranno diverse azioni mediante le quali recuperare gli introiti per sviluppare il programma, acquistare scienziati e carte spionaggio ed eseguire test di missione per conseguire successi verso la conquista dello spazio. Gli introiti sono indicati dal turno di gioco ma possono essere aumentati spendendo punti prestigio. Acquistare scienziati permette di sviluppare la ricerca con lo scopo di migliorare i test di missione: sono disponibili diverse tipologie di scienziati e a costi differenti. Le carte spionaggio possono essere sia utilizzate per aumentare il punteggio dei propri test, sia per diminuire quello degli avversari. Eseguire test di missione permette di conseguire punti prestigio: più alto è il punteggio del test, maggiori sono i punti prestigio conseguiti. Al termine del settimo turno, il giocatore con il maggior numero di punti prestigio sarà il vincitore.

1969 mostra un turno semplice e lineare. La varietà di scienziati (la cui scelta dei nomi secondo me non è felicissima: chi mai assumerebbe uno scienziato “inesperto” per un programma spaziale da milioni di dollari? :) ), di ricerche disponibili e di missioni da testare dovrebbe concedere al gioco diverse strategie da seguire per fare punti prestigio. Non manca l’interazione attraverso le carte spionaggio e gli scienziati “spia”. E’ presente anche un certo fattore aleatorio durante la fase dei test dove verranno lanciati 5 dadi (il cui risultato verrà poi “mitigato” dall’uso dei ricercatori e delle carte spionaggio). Piacevoli il tema e la grafica.
In generale un titolo che da post lettura del regolamento sembra essere interessante e mi lascia la curiosità di volerlo provare. Sarà da verificare nel corso di una partita il peso del fattore fortuna sulle missioni e il livello dell’interazione con gli altri giocatori, caratteristiche che a me non dispiacciono se ben integrate nel gioco. Data di rilascio 5 ottobre e disponibile in fiera a Essen e Lucca. :)

Online il regolamento in italiano.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy