Sandwich: l’antitesi di Master Chef

di Marco “alkyla” Oliva

“GNAMMM! Buono quel panino al crudo, fette d’arancia e alici marinate! Ma come, non ti convince? E sì che te l’ho farcito con tanto amore!”
Non temi la sfida con gli chef più prestigiosi a colpi di panini dagli ingredienti più improbabili? Ecco il gioco letteralmente “per tutti i gusti”…ma proprio tutti: Sandwich, il gioco di carte della Repos Production, che di party games ne sforna uno dietro l’altro.

La confezione contiene 56 carte, su ciascuna delle quali è raffigurato un ingrediente. Ebbene il gioco obbliga i partecipanti a confezionare panini dalle combinazioni più improbabili, da sottoporre al severo giudizio degli altri gourmet al tavolo.

pic1043220Ogni giocatore riceve a faccia coperta 9 carte ingrediente, che impila, senza guardarle, davanti a sè. Per altrettanti turni, i giocatori scoprono simultaneamente una carta dalla cima del mazzo e fra tutte quelle scoperte ne afferrano una a loro scelta. Non si può scegliere la propria carta, a meno che non sia l’ultima rimasta.
Con i 9 ingredienti così ottenuti ogni giocatore prepara 3 “panini”, ovvero 3 gruppi di tre carte che realizzino una ricetta plausibile…più o meno; quindi consegna segretamente un panino a ciascuno dei 3 giocatori che seguono in senso orario. Alla fine ogni giocatore avrà davanti a sé 3 panini preparati da 3 avversari.
A questo punto, se vogliono, gli chef partecipano ad una fase di scambio nella quale aggiudicarsi gli ingredienti che meglio si sposano con quelli in mano e che non si è riusciti ad assicurarsi nella convulsa fase precedente. Allo stesso tempo è bene liberarsi di schifezze assurde, che mal si combinano con gli altri propri ingredienti!
Inizia finalmente la fase di “degustazione”: il giocatore descrive a voce alta la ricetta dei 3 panini ricevuti, scegliendo quello che preferisce (il migliore, o comunque il meno disgustoso) e quello che invece gradisce di meno. Il giocatore che ha preparato il miglior panino riceve 3 punti, chi ha preparato la seconda scelta ne riceve 2.
Inizia quindi un nuovo round: tutti gli ingredienti vengono rimescolati insieme, e vengono ridistribuite 9 carte coperte a ogni giocatore. Alla fine del terzo round, il giocatore con più punti vittoria è il vincitore.

pic1594520Inutile nasconderlo: nella concitata fase iniziale, in cui al mercato ci si aggiudica contemporaneamente gli ingredienti, volano i pollici! E’ questa la fase che rende Sandwich un gioco FISICO…ma il bello deve ancora venire! Le vere risate partono con la degustazione. E’ fantastico cercare di assecondare quelli che pensi essere i gusti del tuo avversario, per ingraziartene i favori e aggiudicarti così il voto migliore. O al contrario, è impagabile affibiargli gli ingredienti che storicamente detesta o addirittura quelli a cui è proprio intollerante, anche solo per vedere la faccia che fa!
Parliamo dunque di un titolo caciarone, ma che da un punto di vista funzionale ben si presta alle simpatiche varianti proposte dal regolamento.

Detto questo, ne approfitto per una comunicazione di servizio. Ovemai nella vostra confezione di Sandwich trovaste un pollice di troppo, vi avverto, non si tratta del quarto ingrediente. Piuttosto, pregasi spedirlo a:

alkyla
Via Gioconauta, 1

Grazie.

  •  
    3
    Shares
  • 3
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy