Boardgame Week: una settimana da Geek

di Arianna “Arianna”

Notizie allarmanti: l’espansione delle Girls continua inarrestabile.
Questa volta tocca all’Arianna, piombata qui per proporvi una nuova rubrica di news nelle news, che consiste fondamentalmente nello scopiazzare di sana pianta selezionare completamente a caso accuratamente le più interessanti notizie provenienti da quella miniera di informazioni che e` boardgamegeek.com

A meno che qualcuno mi fermi tirandomi dietro oggetti contundenti come dadi giganti (vedi sotto) e statuette azteche (idem), l’idea sarebbe continuare a fare questa cosa a cadenza settimanale. Per cui, se le prime volte vi propinerò sequenze di scempiaggini inenarrabili, vi chiedo di avere pietà e lasciare qualche commento per indirizzarmi con gentilezza ( Ehi! Giù quel bastone chiodato!) verso notizie più rilevanti.

Finite le presentazioni, cominciamo:

Da Gamewright, editore specializzato nel portare al mercato americano giochi “family friendly”, arrivano un po’ di novità tra riedizioni, redesign e nuove release:
Il gioco di dadi Qwixx, di Steffen Bendorf, viene accolto e distribuito quest’anno da Gamewright. Si tratta di un gioco di dadi veloce, con regole che si possono imparare nel giro di minuti e un gameplay che coinvolge subito tutti nella competizione.quixx

Il secondo titolo che Gamewright raccoglie e trasforma attraverso il potere del graphic design è Sushi Go! Di Phil Walker-Harding, originariamente pubblicato da Adventureland Games. Non è stato cambiato nulla nel gameplay di questo gioco di carte basato sul draft: Gamewright ha dovuto solo rimpiazzare gli originali sushi felici di essere mangiati con… degli altri sushi felici di essere mangiati. Questione di gusti? (badum tsssh)

sushinew sushi old

Restando in tema alimentare, Gamewright festeggia il ventesimo anniversario del gioco di carte Slamwich, di Monty e Ann Stambler’s, con una versione gigante intitolata – ragionevolmente – Super Slamwich. Stessa sorte tocca al “non-proprio-gioco” Rory’s Story Cubes. Apparentemente, con la versione Max di Gamewright, oltre che per creare storie con le immagini stampate sulle loro sei facce, i dadi giganti potranno essere usati come armi contundenti. (Non prendetevela con me, lo dice l’articolo originale).

slamwich storycubes

Per quanto riguarda le novità, per l’anno appena iniziato da Gamewright arrivano Pyramix, un gioco di strategia che coinvolge dei cubi disposti (maddai?) a piramide; Dodge Dice, un gioco di dadi del quale ancora si sa pochino; e il party game Over Under, 600 domande che consistono nello stimare dati numerici improbabili, e nel giudicare (Sopra o Sotto?) le risposte altrui: quanti mattoni nell’Empire State Building? Quanto lontano è Plutone? Quanto mi è rimasto nel conto in banca?
L’ultima è facile. Sotto.

pyramix dodge overunder

Treefrog Games, del designer Martin Wallace, ricorre a una via “ibrida” tra il crowdfunding e l’edizione classica, con un sistema di sottoscrizioni per i giochi in arrivo e incentivi per i sostenitori.
Il primo titolo in programma, che dovrebbe arrivare per Luglio 2014, è Mythotopia. Si tratta di un gioco di costruzione del mazzo in un mondo fantasy medievale, per due, tre o quattro giocatori. Quello nella foto è un prototipo; è prevista anche una versione speciale con componenti in legno invece che in cartoncino, numerate e firmate.

myth

Un altro titolo che dovrebbe arrivare in data imprecisata nel 2014 è Ships, terzo capitolo della “trilogia dei trasporti” di Wallace, dopo Automobile e Aeroplanes: Aviation Ascendant.

auto airplanes

Infine gli utenti dei forum di Boardgamegeek.com sparano sventagliate di ipotesi sul terzo titolo, del quale si sa solo che ha un tema fantascientifico e problemi di licenza, e che promette di essere innovativo “sia nei riguardi del tema che della rappresentazione fisica dello spazio di gioco”. Probabilmente non ci andranno di mezzo cacciaviti sonici e asciugamani, ma non si sa mai nella vita…

– – –

Ancora un caso di nani e giganti: HUCH! & friends ripubblica il board game Kamisado, di Peter Burley , in versione “Max” e in versione “Pocket”. Se l’ultima è solo una versione “portatile”, con i pezzi piatti invece che tridimensionali, la versione Max include nuovi pezzi e nuove regole, ancora da rivelare.

kami1 kami2

Sul fronte delle novità, HUCH propone una manciata di giochi differenti, tra cui spiccano per bizzarria grafica e non solo Xalapa, del designer Lauge Luchau, e lo strano Azteka, di Andrea Mainini.

Ci ò che si sa del primo, è che dovrebbe consistere nel “piazzare pezzi in determinate configurazioni basandosi su criteri determinati dal sistema di gioco e elementi casuali” (qualsiasi cosa questo possa significare. Io per esempio non ne ho la più pallida idea ma mi ispira).

xal xalapa2

Ciò che si sa del secondo è che ha dei componenti figherrimi.

azte2 azte

Ok, in realtà si sa anche qualcosa del gioco in sé .

(Riporto:)
“Vita e Morte sono in una lotta costante per avere la meglio nel ciclo della vita. In ogni round di Azteka, i due avversari piazzano un pezzo o girano la ruota del destino. Ogni lato fa del suo meglio per raggiungere obiettivi opposti: la Vita cerca di espandersi in tutte le aree, mentre la Morte si accontenta di regnare su una singola area o l’anello del ciclo della vita. In un gioco per tre giocatori, le Mummie sono pronte a tirare brutti scherzi a entrambe Vita e Morte. Chi ne uscirà vincitore?”

( E si è capito su cosa vorrebbe mettere le sue zampacce l’Arianna.)

– – –

Due note per concludere:

Z-Man Games ha annunciato che per il 2014, a seguito di una massiccia richiesta, pubblichera` una versione inglese del gioco di Hans im Glück, Vikings.

viking

E infine, l’americana Fantasy Flight Games ha annunciato una nuova espansione per il board game di John Goodenough, Relic, basato sul sistema dell’amato/odiato (in senso binario) Talisman.
La nuova espansione, Nemesis, introduce un sistema di scontro tra i giocatori introducendo varie nuove modalita` di gioco, che includono la possibilita` di giocare (come suggerisce il titolo dell’espansione) “Nemesi” al posto dei personaggi, e quattro nuovi scenari.

relicN

Con questo vi lascio tornare alle vostre vite (…) e vi saluto fino alla prossima settimana (appunto salvo dadi contundenti o statuette contro i denti).
Vi sarò grata se vorrete consigliarmi su cosa vi interessa essere tenuti aggiornati – se volete saperne di piu` su qualche genere o su qualche evento, fiere, editori, progetti improbabili sparsi in giro per kickstarer…

La vostra amichevole Arianna di quartiere.



 

 

Related Posts

  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    10
    Shares
  •  
    10
    Shares
  • 10
  •  
  •  
  •  

5 Responses to Boardgame Week: una settimana da Geek

  1. Avatar StudioKitsune ha detto:

    Approvo la nuova rubrica. Ottime le citazioni di doctor who e guida galattica :)
    micro suggerimento x la prossima uscita: inserire i link dei vari giochi su bgg è possibile? così si evitano un paio di click..

    • Avatar Arianna ha detto:

      Credo di si, oggi chiedo conferma e se me la danno lo modifico gia` in questo articolo!
      Quanto al doctor ( <3 ) non sarebbe ESATTAMENTE impossibile che fosse quello il tema dato che la Treefrog ci ha gia` fatto un gioco di carte, ma dai forum pare proprio di no. In ogni caso ogni occasione e` buona per tirar fuori il farfallino dal cilindro. Fez. Whatever.

  2. Avatar Simone ha detto:

    Ciao, mi piace questa nuova rubrica. Si sa niente sull’uscita di A study in Emerald sempre di Wallace?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy