Student Bodies: nuovo survival Horror fra i banchi di scuola

di Alberto “Doc”

Proseguendo nel viaggio alla ricerca di quanto sarà proposto in anteprima alla Indy GenCon, mi sono inbattuto in un nuovo Survival Horror, Student Bodies… Si, l’ennesimo su questo genere che autori e case editrici continuano a cavalcare dato il favorevole riscontro che zombie e compagnia bella sembrano avere sui giocatori, in particolar modo su quelli americani. La domanda in ogni caso è sempre la stessa: sarà la solita minestra o ci sarà veramente qualcosa di originale che lo fa rendere degno di un acquisto o quantomeno di essere giocato? Proviamo a scoprirlo.

pic2015097_lgCome avrete probabilmente intuito dal nome del gioco, l’ambientazione è quella di un campus scolastico in cui esplode una epidemia zombie. I personaggi sono tutti stati morsi e infettati dal virus e dovranno tentare il più velocemente possibile di raggiungere il laboratorio di scienze dell’istituto, cercare un antidoto alla malattia e poi scappare dall’istituto sbarrando la porta di ingresso per evitare che la piaga si diffonda. Ovviamente sarà il primo giocatore che uscirà e sprangherà l’ingresso a vincere il gioco e a condannare tutti i propri compagni a morte certa. Daltronde come dice un vecchio detto vulcaniano “il sacrificio di pochi per la vita di molti”.

pic2000338_lgPoco invece è dato sapere sul turno di gioco o sulle meccaniche in generale che possiamo solo vagamente intuire dalla componentistica e dalla presentazione molto più incentrata a mettere in luce le peculiarità del gioco fra cui la scarsa presenza di armi con cui combattere: i giocatori dovranno essere agili e scaltri più che dei massacratori di non morti. Altra nota importante è che tutti si devono considerare come nemici tanto che non mancheranno bastardate come sgambetti agli altri per intralciare gli zombie e mettersi in salvo a discapito dei propri “compagni”. Attenzione però perché i giocatori così eliminati non saranno esclusi dal gioco ma andranno ad ingrossare le fila dei mostri fornendo un cervello pensante a chi prima non ce lo aveva. Il gioco infatti prevede che chi è stato ucciso e trasformato in non morto possa vincere uccidendo tutti gli altri giocatori prima che qualcuno esca dall’istituto. Eliminare un giocatore quindi non deve essere preso alla leggera se non si vuole rischiare di fargli vincere la partita. Il mazzo di carte che muove gli zombie è customizzabile e può esserne regolata la difficoltà di gioco.
La componentistica sembra elementare e funzionale, vedremo se la versione presentata alla manifestazione di agosto sarà invece più succulenta di quanto visto nelle foto attualmente disponibili in rete.

Related Posts

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One Response to Student Bodies: nuovo survival Horror fra i banchi di scuola

  1. Avatar Simone Mancuso ha detto:

    … ho scoperto che esiste uno slasher-movie “parodia” di serie B del 1981 con lo stesso titolo. Per intenderci una specie di Scream di Wes Craven però in chiave comica… :)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy