Ars Alchimia: fra magia e piazzamento lavoratori con Japon Brand

Di Alberto “Doc”

Japon Brand, casa editrice del sol levante, approda ogni anno alla fiera di Essen con una gran varietà di nuovi titoli. Si tratta per la maggior parte di filler della durata di 15-45 minuti ma nel mucchio c’è sempre qualche titolo un po’ più impegnativo che sa attirare la mia curiosità e su cui decido di spendere del tempo per verificare di che si tratta. Oggi così mi voglio concentrare su Ars Alchimia di  Yasushi Kuroda (in arte Kuro).

L’ambientazione ci porta in un mondo fantasy di nome Alchimia (si, forse ci si poteva sforzare un po’ di più nella scelta del nome di questa landa…) in cui l’alchimia è la tecnologia che più di tutte si è sviluppata grazie all’impegno e alle scoperte di un grande alchimista. Le fabbriche alchemiche rappresentano così il fulcro della vita degli abitanti.
I giocatori, nelle vesti di incaricati mandati dall’Accademia, avranno il compito di sovrintendere a una di queste fabbriche occupandosi di farsi carico degli ordini della gente, raccogliere le materie prime e quindi trasmutarle.

pic2040209_lgUna partita copre un arco temporale di quattro anni rappresentati in termini di gioco da quattro round. Ogni round è a sua volta composto di più turni in cui i giocatori andranno a posizionare i propri lavoratori per recuperare risorse, prendere in carico un ordine, assumere un assistente o utilizzare le forge alchemiche per la trasmutazione. Il turno di gioco si sviluppa molto linearmente in tre fasi:

  • Fase di inizio: viene determinato il nuovo ordine di turno, si conseguono i lavoratori spettanti ad ogni giocatore e si paga il mantenimento per gli assistenti in gioco.
  • Fase principale: i giocatori conseguono una o più azioni fino a quando tutti non decidono di passare e quindi di concludere il turno in corso.
  • Fase di fine turno: in cui vengono effettuate le operazioni di reset della plancia e preparazione del setup per il turno successivo.

Al termine del quarto round (anno) i giocatori calcolano il loro punteggio sottraendo le penalità per gli ordini presi in carico e non evasi e sommando i bonus per gli ordini generati per aver soddisfatto ordini della stessa tipologia.

pic2085441_lgQuesto titolo rientra nel più classico esempio di gioco con worker placement e il regolamento lascia poco spazio a dubbi o perplessità in merito. In questo senso quindi non aspettatevi particolari miracoli di originalità. Per chi ama il genere questo potrebbe risultare un buon titolo anche se immagino ci sarebbe più di qualche de ja vù (si scriverà così?) durante le partite vista la linearità che viene proposta e per questo forse lo vedrei meglio come proposta per chi non ha ancora sperimentato tale meccanica e la vuole affrontare con un titolo a questa dedicato. Piacevole il comparto grafico che eredita dai manga giapponesi il tratto dolce e fumettoso. Anche i materiali sembrano essere di buona fattura. Il prezzo dovrebbe aggirarsi intorno ai 32 euro in fiera, cifra decisamente abbordabile e adeguata al contenuto della scatola.

Per tutti i dettagli vi rimando come sempre al REGOLAMENTO.  Buona lettura :)

Related Posts

  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares
  •  
    3
    Shares
  • 3
  •  
  •  
  •  

6 Responses to Ars Alchimia: fra magia e piazzamento lavoratori con Japon Brand

  1. Avatar Samuele ha detto:

    il link non funziona..si può sistemare?

  2. Avatar Eithereven ha detto:

    anche il link per esteso non va. ;-)

  3. Avatar Samuele ha detto:

    purtroppo mi da ancora file expired or invalid…comunque l’ho trovato su bgg…grazie ancora e scusa per il disturbo

  4. Avatar Kentervin ha detto:

    Tutti gli anni tengo d’occhio le uscite della fiera, con particolare riguardo per le uscite della Japon Brand, vista la mia passione per i manga ed il paese del Sol Levante in generale.
    Purtroppo tutti gli anni non trovo nessun titolo degno di nota: nonostante le buone premesse, addentrandomi nei vari regolamenti mi ritrovo davanti a giochi particolarmente freddi ed astratti.
    Ars Alchimia è “il meno peggio” del lotto, ma pur spiccando tra i vari titoli non riesce ad emergere dalla massa, presentandosi come un classico piazzamento lavoratori.
    Peccato, sarà che ho visto troppi giochi del genere; consiglio di darci un occhio se cercate un entry level o qualcosa per trascorrere una serata in compagnia di babbani ;)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy