Sim sala bim e dal cilindro compare…Trickerion!

Trickerion

di Daniel “Renberche”

Durante il nostro pellegrinaggio tra gli stand ad Essen decidemmo di dedicare un buona parte del terzo giorno a gironzolare per il padiglione 2 alla ricerca di piccole perle create da case editrici poco note al grande pubblico ludico; qui infatti abbiamo provato titoli come First to Fight, Dice Brewling, The Possession, ecc.
Mentre camminavamo una gaia fanciulla dai dorati capelli, elegantemente vestita con abiti di un’altra epoca, ci intercettò. Dopo un attimo di sconforto dovuto dal fatto che non ci aveva bloccati per la nostra bellezza, ci indicò un piccolo spazio ove era presente un piccolo stand, tutto drappeggiato con lo stesso stile vetusto degli abiti della ragazza, e nel quale si sponsorizzava un gioco non ancora in vendita ma di li a poco finanziabile ed apparentemente già ben realizzato, dato che il tabellone e i componenti spiccavano per la loro magnificenza. Ci segnammo subito il titolo (e solo quello, dato che la ragazza, essendo di un’altra epoca non aveva il cellulare) con l’idea di indagarci più a fondo ed ecco arrivato il momento propizio per farlo.

Delirio post giornata universitaria a parte il gioco in questione che andrò a descrivere è Trickerion: Legends of Illusion

Alcuni dettagli:

Casa produttrice: autoprodotto (per il momento)  Trickerion
Numero di giocatori previsti: 2 -4
Tempo di gioco stimato: 120 minuti
Autori e curatori: Viktor Péter, Richárd Ámann, Villő Farkas
Data di lancio:  teoricamente entro la fine dell’anno (verrà comunicata non appena sarà lanciato)
Regolamento (bisogna essere registrati su BGG per scaricarlo)
Sito ufficiale

Vediamo il resto.

Ambientazione
19° secolo. La città di Magoria un tempo non era che un banale borgo commerciale, carico di spregiudicate cortigiane e mercanti avidi, questo fino a quando un giovane illusionista non decise di ritornarvi e di mettere a frutto le sue doti e la sua fama acquisite nei suoi viaggi per il mondo: egli era Dahlgaard. Costruì subito un teatro, il Grand Magorian che attirò illusionisti da ogni parte del globo, bramosi di imparare dal grande maestro. Magoria era diventata la capitale della Magia, anche grazie alla costruzione del Magnus Pantheon, dove si esibivano i più grandi illusionisti viventi, e in onore del suo grande concittadino fu perfino innalzata una statua a rappresentarlo.
Tutto questo però si interruppe quando il grande mago sparì improvvisamente durante uno spettacolo.

Per sessant’anni nessuno seppe più nulla di lui, gli spettacoli di magia continuavano ma la città aveva perso il lustro di un tempo, fino a quando i quattro migliori illusionisti locali ricevettero una insolita lettera. Questa recava una data e un luogo ma stranamente anche una piccola pietra, molto simile a quella che il maestro Dahlgaard portava sempre con se.
Si ritrovarono nel punto stabilito e con grande sorpresa si ritrovarono a parlare con Dahlgaard che li esortò a risollevare la città, riportandola allo spendore degli anni passati…

Come avrete capito ogni giocatore avrà l’arduo compito di diventare il miglior prestigiatore della città attraverso numeri di magia sempre più difficili, che richiederanno però oggetti e prove particolari ma per la Fama questo e altro!

Componenti di gioco
Ecco quanto indicato dal regolamento (non so se saranno previsti strech goal aggiuntivi)

  • Tabellone
  • 4 Plance giocatore
  • 12 Estensioni Specialista
  • 36 Segnalini Personaggio (4 neutrali e 8 per i giocatori)
  • 4 Cilindri di legno colorati
  • 6 Dadi Downtown
  • 40 carte Trucco (10 per ogni categoria: Meccanica, Ottica, Spirituale e Fuga)
  • 24 carte Designazione Permanente (6 per ogni giocatore)
  • 60 carte Designazione Speciale (15 per ogni Locazione)
  • 90 carte Potere
  • 24 carte Performance
  • 4 carte Mago
  • 4 poster Mago
  • 64 segnalini Trucco
  • 16 segnalini Simbolo
  • 96 Oggetti (40 Base, 32 Avanzati, 24 Superiori)
  • 60 segnalini Moneta
  • 20 segnalini Profezia
  • 50 segnalini Frammento del Trickerion
  • 1 Cristallo Trickerion
  • 4 libretti di supporto per i giocatori

Trickerion

Setup

Evito di descriverlo nel dettaglio, preciso solamente che oltre al tabellone e alle risorse globali ogni giocatore deve scegliere un Mago e predisporre la propria plancia di gioco in base al personaggio con l’aggiunta dello specialista scelto.

Il gioco in sintesi

Il gioco si articola in turni di sei fasi:

  1. Tirare i Dadi: i 6 dadi Downtown vengono tirati e posizionati nell’apposita locazione sul tabellone. Il risultato determinerà quali Trucchi si potranno apprendere, quali personaggi saranno nascosti e quante monete si potranno prendere dalla banca.
  2. Impostare l’ordine di iniziativa: il giocatore con meno fama agirà per primo e via così tutti gli altri.
  3. Assegnamento: tutti i giocatori segretamente decidono quali carte Assegnamento attribuire ad ogni proprio personaggio.
  4. Posizionamento Personaggi: si rivelano le carte appena posizionate e, in ordine di iniziativa, tutti i giocatori posizionano i segnalini personaggio nelle locazioni indicate dalle carte scelte eseguendo immediatamente l’azione indicata tenendo conto dei Punti Azione disponibili; difatti bisogna valutare una serie di fattori quali valore del personaggio, frammenti ecc.
    Le varie aree sono:

    • Downtown (per le prime 3 azioni ricordarsi al termine di posizionare il dado relativo sul lato X)
      • Imparare Trucchi: il giocatore ne sceglie uno tra quelli disponibili, lo posiziona in uno spazio vuoto nella propria officina e vi mette sopra un segnalino Simbolo corrispondente.
      • Nascondere un Personaggio: si sceglie un personaggio non utilizzato che corrisponda a quello presente sul dado relativo e lo si posiziona nel relativo spazio.
      • Prelevare monete: si sceglie un dado Banca e si preleva l’equivalente indicato di monete.
      • Rilanciare un dado
      • Modificare un dadoTrickerion
    • Mercato
      • Comprare: si acquistano i prodotti necessari agli illusionisti per i propri spettacoli; il costo va da 1 a 3 monete.
      • Ordinare: se un particolare oggetto non è attualmente disponibile il giocatore ne prende il relativo segnalino e lo mette nella coda degli oggetti futuri.
      • Negoziare: per risparmiare qualche moneta, precisamente una moneta per Punto Azione
      • Ordine veloce: simile all’azione Ordinare ma l’oggetto è subito disponibile (costa però 3 Punti Azione rispetto a 1) anche se teoricamente qualcuno potrebbe prenderlo prima.
    • Officina
      • Preparare: si preparano i trucchi se si hanno gli oggetti necessari; il costo in Punti Azione è indicato sulla relativa carta.
      • Riorganizzare i Trucchi
      • Riorganizzare gli Oggetti
      • Riorganizzare gli Apprendisti
    • Teatro: questa è il luogo più importante, dove i maghi provano ed esibiscono le loro abilità, nello specifico le azioni possibili sono:
      • Impostare un Trucco: un giocatore può muovere uno dei suoi segnalini Trucco dall’Officina in uno slot libero di una Carta Performance di sua scelta.
      • Rischedulare
  5. Performance: seguendo l’ordine non di iniziativa ma dal Giovedì alla Domenica i giocatori possono eseguire i loro spettacoli ove precedentemente hanno preparato dei trucchi con lo scopo di ottenere fama, soldi, ecc.
  6. Termine del turno: vi è una procedura da seguire per preparare turno successivo.

Le sei fasi si ripeteranno per sette volte poi verrà decretata la fine della partita e, dopo un’ulteriore assegnazione di punti Fama bonus, il giocatore che ne avrà ottenuti di più sarà il vincitore.

Vi sono poi altre regole opzionali e varianti (The Dark Alley e Magician Power) che contribuiscono a rendere il gioco ancora più interessante.

Sintesi delle meccaniche

Prevalentemente piazzamento lavoratori con pianificazione preventiva, scelta simultanea delle azioni e sistema dei punti azione.

Considerazioni finali

TrickerionIl gioco sembra promettere molto bene, c’è tanta carne sulla griglia ed è difficile stabilire quanto possano essere le azioni, le abilità e i personaggi amalgamati fra loro senza provarlo. Il progetto è stato finora molto curato sia per quanto riguarda l’aspetto ambientativo (si veda sul sito tutta la storia, i personaggi, ecc) sia per l’impianto grafico che per quello delle meccaniche. Ritrovo un certo déjà vu con Enclave sotto quest’ultimo aspetto ma potrebbe condividere solo in parte alcune caratteristiche.

Il mio grande dubbio riguarda il peso che può avere il lancio dei dadi iniziali, anche se si possono modificare e ritirare spendendo Punti Azione e in secondo piano l’aspetto semi collaborativo che può avere il gioco in alcuni tratti. Un altro dubbio, più commerciale, riguarda il prezzo per il finanziamento, che temo non sarà proprio basso, e il fatto che il gioco mi sembra già bello fatto quindi non saprei quali migliorie potrebbero inserire. Purtroppo il gioco non è completamente indipendente dalla lingua.

Non ci resta che aspettare il lancio!

ps: ad Essen si poteva partecipare ad un concorso per vincere una copia in anteprima del gioco! Ovviamente non ho vinto :-(

  •  
    12
    Shares
  • 12
  •  
  •  
  •  

11 Responses to Sim sala bim e dal cilindro compare…Trickerion!

  1. Avatar AiBindrye ha detto:

    Bellissima anteprima Renberche!!
    Non vedo l’ora che parta la campagna su KS..
    E dire che questo stand l’ho visto e mi ero ripromesso di fermarmi a curiosare per bene, cosa che “ovviamente” poi non ho fatto -.-

  2. Avatar Stec74 ha detto:

    Provato as Essen e, devo dire, secondo me il più bel gioco della fiera!
    Non vedo l’ora che arrivi presto anche in italia!

    PS. nemmeno io ho vinto :(

  3. renberche renberche ha detto:

    Per chi fosse interessato è disponibile su BGG la versione PNP del gioco :-)

  4. Avatar Kentervin ha detto:

    Già preso tutto, il lavoro è tanto ma potrebbe valerne la pena ;-)

  5. Avatar armint ha detto:

    Ciao a tutti, il gioco sarà disponibile in italiano?

  6. Avatar Raffaele ha detto:

    Ciao,vorrei un vostro parere sui materiali del gioco.Ho letto diversi pareri negativi sui materiali,specialmente delle plance dei giocatori.Grazie.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy