Il San Valentino ludico

di Daniele “ditadinchiostro” Ursini

Finalmente giunge San Valentino. Putti armati d’arco scagliano frecce innamoranti su ragazze e ragazzi, uomini e donne, giocatori e giocatrici. Ah, l’amore! L’amore è un puzzillo rosa tra le parole giochi’amo. L’amore è non dover mai chiedere “tocca a te?”. L’amore è una mossa semplice, perché dove c’è amore, c’è sempre paura di perdere.

Questo è il giorno, il giorno in cui l’estasi dell’amore fa propria ogni cosa. Le fanciulle e i loro cavalieri scelgono come dar vita alla propria passione; non è importante il modo, è importante lo sguardo perso negli occhi dell’altro e quello sfiorarsi continuo delle mani, come fosse un rito. Un rito di sorrisi celebranti, di parole, lente, attente come una moltitudine di fedeli. Poi le luci soffuse, la tovaglia elegante, i busti protesi in avanti a cercarsi. Tutto è pronto. Manca solo la scelta del gioco. Romantico, adatto all’occasione.

Non è stato facile convincere i nostri esperti a interrompere i teneri preparativi per questo giorno. Abbiamo dovuto risvegliare il cupido dentro ciascuno di loro. “Immagina l’utilità dei tuoi consigli, immagina una coppia alla ricerca di quell’intimità, quella complicità che solo il gioco giusto può creare. Lui guarda fuori dalla finestra preparando la cena e spera che tutto sia perfetto. Lo chiede al cielo come fosse un amico e potresti essere proprio tu quell’amico ad accompagnarlo nella scelta vincente”.

Valentino nun fa’ lo stupido stasera
Damme na mano a famme esultà
Scegli tutte le carte
Più devastanti che c’hai
E mettimele in mano sennò so guai

Faje scordà ch’è quasi primavera
Manna la mejo gianna a fa’ tremà
prestame er tavolino
più tremarello che c’hai
Valentino aiutame a vincere stasera

copertina jaipurDoc Per far felice una donna accompagnatela in un tour dei negozi a fare spese…con la vostra carta di credito. Se, di questi tempi, dopo la strisciata, rischiate che la carta risponda in malo modo, allora provate a dirottare la voglia di shopping della vostra dolce metà su un bel giochino in scatola. Con Jaipur passerete una piacevole mezz’ora acquistando gioielli, monili, tessuti pregiati e spezie ricercate, il tutto in uno splendido mercato arabeggiante. Lei potrà mostrare la sua bravura nell’ottenere le merci più preziose e battervi. Perché perderete e perderete malamente. E lascerete da parte l’orgoglio stupendola con una frase ad effetto: “Amore, vincerai sempre a questo gioco, perché per quanti cammelli io possegga, non ne avrò mai abbastanza per avere una donna come te”. Ora dovete baciarla. Fatelo subito, prima che possa pensare ai diversi significati che può avere questa frase, oltre all’unico con cui noi uomini la pronunciamo…

patchworkRenberche Cosa c’è di più romantico di stare sotto le coperte assieme alla persona amata mentre fuori turbina il vento e le fiamme crepitano nel camino? Avvinghiati nel tiepido calor dell’amore,  assaporando  il dolce sapore della passione… L’unico problema è avere la coperta giusta. Lo risolverete facilmente grazie a Patchwork, gioco ideato da Uwe Rosenberg. Nel gioco ogni “celonaio” dovrà raccogliere le pezze per formare la coperta più grande, grazie a dei bottoni che via via accumulerà. Le pezze, tutte diverse tra loro, renderanno difficile trovare la giusta combinazione e per ogni buco rimasto saranno dolori. Tanti gli stili, altrettanti i colori, fate presto, il tempo scorre, non fate spegner la fiamma, tenete caldi gli ardori. Un gioco veloce, semplice, divertente, che mi ha subito affascinato. Adatto a tutte le coppie che vogliono trascorrere mezz’ora di piacere prima del piacere…

carcassonneCanopusQualcuno associa Carcassonne alle donne in quanto entrambe macchine mangiasoldi, ironizzando così sulle infinite espansioni del gioco. Ironia maschilista e fuori luogo. Carcassonne è un’elegante danza con una scalabilità perfetta e una particolare predisposizione alle partite in due giocatori. È un ballo veloce in cui ogni passo dev’essere astuto, un piazzamento intelligente di tessere e meeple. Le mani si sfiorano, gli sguardi s’incrociano e sorrisi maliziosi s’avvicendano nell’ostentare la mossa vincente. Un gioco con una meccanica elegante e armoniosa che permette di scoprirsi, conoscersi e riconoscersi. Questo confronto dolce e non belligerante, queste tessere che arrivano d’improvviso a modificare i progetti futuri, siamo di fronte alla metafora della vita di coppia; persino nei momenti più frenetici della partita, quando la tensione giunge a un passo dal litigio. E per rinnovare il rapporto ogni giorno c’è un ampio ventaglio di espansioni. ‘La Torre’ per una maggiore interazione diretta, ‘Il fiume’ per iniziare sempre in modo diverso, oppure ‘La Principessa e il Drago’, per chi ha bisogno di una vita imprevedibile e avventurosa. Ogni coppia può assecondare le proprie attitudini, magari cercando di evitare ‘La Catapulta’, soprattutto nei momenti di nervosismo.

signore degli anelli la sfidaRenberchePrendersi per mano, passeggiare per terre abitate da Elfi, Hobbit e altre bizzarre creature, attraversare le fresche acque dell’Anduin, riposare sotto un bianco albero… Oppure ascoltare i potenti suoni del Gorgoroth, intessere malvagi piani, volare con terribili mostri alati. Qualunque sia il vostro mondo ideale, con Il Signore degli Anelli: la sfida vivrete un’avventura di coppia nella Terra di Mezzo. Sfogate pulsioni nascoste, tramate mosse a sorpresa, lanciate potenti incantesimi. Il gioco vedrà  la ‘Compagnia’ contrapporsi alle truppe di ‘Sauron’, anche se ai giocatori non tutto risulterà chiaramente visibile. La fortuna è quasi ininfluente, ogni giocatore dovrà calibrare al meglio le risorse in gioco. Un titolo che farà definitivamente innamorare chi ha una cotta per Tolkien e se invece la cotta l’avete per il vostro avversario, allora potreste scegliere di donargli un anello d’oro…

“Immagina l’utilità dei tuoi consigli, immagina una coppia alla ricerca di quell’intimità, quella complicità che solo lo stare insieme può creare. Lei guarda fuori dalla finestra prima di uscire di casa e spera che niente vada storto. Impone a se stessa d’impegnarsi per la riuscita della serata, lo promette davanti al cielo come davanti a un’amica. Potresti essere te quell’amica e aiutarla a prendere in mano la situazione”.

Valentino nun fa’ lo stupido stasera
Damme na mano a fallo divertì
Spegni tutti i rumori
Più fastidiosi che c’hai
Fallo concentrà sennò so guai

Famme scordà ch’è quasi primavera
tiemme seduta ferma pe’ giocà
smorzame l’ormone
nun je fa chiede “che c’hai?”
Valentino nun fa’ lo stupido stasera.

zombicideElisaForse con una bufera di neve o con il completo allagamento delle strade. Altrimenti servirebbe un Armageddon per farmi rinunciare a un tortino al cioccolato caldo la sera di San Valentino. Anche un’invasione di Zombie potrebbe costringermi a sostituire una cena romantica con un gioco da tavolo. Se è proprio necessario però, tanto vale simularla davvero questa invasione. Zombicide. Un gioco divertente, facile da capire e da giocare. Persino l’ambientazione è semplice, un classico del genere horror: pochi superstiti cercano di sfuggire ai tanti Zombie in giro per la città. Se il vostro compagno ama i giochi tedeschi state attente, c’è il rischio di uno shock anafilattico. In Zombicide lo sforzo mentale è minimo e i dadi hanno la meglio sulla strategia. La partita scorre piacevole, veloce e intuitiva mentre si cerca di sopravvivere alle spese dei morti viventi. Inoltre è un cooperativo: non vorrete rischiare di litigare proprio il giorno di San Valentino?

burgundyEmytér Ogni tanto ci si innamora di qualcuno e certe infatuazioni non si riescono a dimenticare. Si fanno tante conoscenze, si vivono nuove storie, si creano altri ricordi indimenticabili; poi, all’improvviso, lo si rivede e tutti i sentimenti, tutte le memorie, ci riassalgono di colpo. Penserete che a questo punto subentri il tradimento, invece no, perché sto parlando di giochi, non di persone, e i giochi non sono mai gelosi. In particolare mi riferisco alla mia cotta per The Castles of Burgundy.  Il gioco consiste nel raccogliere tessere esagonali da piazzare sulla propria plancia per costruire un regno composto da castelli, villaggi e allevamenti. Le scelte sono parzialmente influenzate dal lancio di dadi ma le possibilità di vittoria hanno ben poco a che vedere con il caso. Ma forse oggi sarebbe preferibile un gioco dove la sorte ha un peso maggiore; è San Valentino e si sa che chi è sfortunato nel gioco è fortunato in amore. Il livello strategico raggiunge il suo apice nella partita a due, un avvincente alternarsi tra azioni per sé e azioni per rovinare i piani avversari. Rovinare con amore, si intende, perché è più bello fare pace se prima ci si è attaccati un po’.

Innovation 2nd Ed. - fonte: boardgamegeekEmytér L’amore attraversa i secoli della nostra storia, potremmo seguire l’evoluzione dell’umanità, dalla preistoria fino ai giorni nostri, osservando soltanto le vicende amorose. Innovation ci guida in questo viaggio nel tempo su una strada parallela a quella dell’amore, un percorso che salta di scoperta in scoperta. Dai vestiti alla ruota, dalla carta alla matematica, dalla pirateria alla vaccinazione, dalla fissione nucleare all’intelligenza artificiale. Centocinque carte le quali, una volta piazzate, avranno effetto su di voi e sul vostro avversario. Innovation richiede d’esser giocato in coppia con fedeltà e costanza, così da assimilare il tanto testo presente sulle carte e accorciare la durata delle partite. Come in un rapporto importante si avverte subito che vale la pena dedicare del tempo ad approfondirlo e, passato lo scoglio iniziale, ciò che scoprirete diventerà irrinunciabile. Se poi giungerà un momento di stanca, basterà ricorrere all’espansione per assicurare nuovo slancio al gioco di coppia.

Sherlock Holmes Consulente InvestigativoElisa – Sherlock Holmes Consulente Investigativo. Perché questo titolo? Elementare miei cari: perché non c’è niente di meglio di un racconto investigativo in cui si può essere protagonisti. Cercare indizi, elaborare teorie, tentare di sondare la mente umana, scoprire ciò che si nasconde dietro agli avvenimenti. Siamo tutti affascinati dai misteri, siamo tutti curiosi, avidi di spiegazioni. Sedetevi di fronte al vostro compagno e preparatevi a parlare. A parlare sviscerando ogni evento, ogni dettaglio, finché tutto non diverrà finalmente chiaro. La cura dei particolari e l’attenzione all’ambientazione di questo gioco trasportano in un’altra epoca; sarà indispensabile rivelarsi una coppia affiatata e collaborare per arrivare alle giuste deduzioni. Prendete in mano il ‘Times’ e leggetelo attentamente in cerca di indizi, perché il mistero è dietro l’angolo, anche a San Valentino. Perché anche l’amore è un mistero.

Ah, l’amore! L’amore è un lancio di dadi truccati. L’amore è ogni turno il turno finale. L’amore è il tuo colore preferito che ti aspetta imbustato. L’amore è un gioco di Rhum & Pirati: pirati per lanciarsi all’arrembaggio, rhum per dimenticarsi d’averlo fatto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD