Hansa – Recensione

di Daniel “Renberche”

Nel tardo Medioevo venne a formarsi una lega di città al fine di aumentare i profitti derivanti dagli scambi commerciali, ottenendo nel tempo un vero e proprio monopolio nell’area dell’Europa Settentrionale e del mar Baltico. Immagino che tutti voi nutriate l’ambizione di divenire il Signore di queste città-stato anseatiche, ottenendo così fama e ricchezza. Ma per farlo sarà necessario navigare in lungo e in largo, creare una potente rete di mercati, ricercare le merci più preziose e venderle al momento più opportuno. Tutto questo lo ritrovate nel gioco Hansa.

Nome: Hansa
Numero di giocatori: 2 – 4
Autore: Michael Schacht
Durata: 40 – 60 minuti
Prezzo: ~19€
Anno di pubblicazione: 2004
Dipendenza dalla lingua: nessuna

Nota: non esiste una distribuzione italiana ma il regolamento in tale lingua è facilmente reperibile sulla Tana dei Goblin.

Setup & Materiali

All’interno della scatola è presente il tabellone, raffigurante alcune delle città più importanti della Lega, 4 tessere Sacca del Denaro, 1 token Nave Mercantile, 60 gettoni Mercato (15 x viola, bianco, giallo, verde), 22 Talleri e 78 segnalini Merce, ognuno rappresentato da un colore e da un numero di barili che varia da uno a tre.

La preparazione è molto rapida. Si posiziona il tabellone al centro del tavolo e si piazza la nave sulla città di Copenhagen; poi ogni giocatoreHansa_varie riceve una Sacca del Denaro e i segnalini Mercato del colore corrispondente, oltre che 3 Talleri. Mescolare i segnalini merce e posizionarne casualmente uno per ogni spazio indicato sulla mappa, tenendo conto che alcune città ne possono tenere due; formare coi rimanenti cinque pile il più possibile equi distribuite e posizionarle negli spazi a destra del tabellone a faccia in giù. Se si è in meno di quattro giocatori vanno rimossi uno o due gruppi di colore Merce prima di iniziare il setup.

Scelto un giocatore iniziale, ognuno, in senso orario, prende due gettoni Mercato dalla propria riserva e li piazza su una città a propria scelta. Questa azione si ripete per tre round, con la regola che un giocatore non può scegliere due volte la stessa locazione (mentre quest’ultima può essere scelta da più giocatori). Ora si può iniziare il gioco.

Il Gioco

Le fasi che caratterizzano un turno sono quattro e vengono eseguite completamente prima di passare la mano al giocatore successivo.

  • Fase 1Reddito: il giocatore riceve 3 talleri dalla riserva.
  • Fase 2Rifornimento merci: opzionalmente si può decidere di pagare un tallero e di rifornire il tabellone di tessere Merci prese dalla prima pila disponibile (eventualmente pescando da quella successiva ove fosse richiesto). I magazzini vanno riforniti in ordineHansa_tab numerico e tutti devono contenere una merce al termine della fase. Questa fase è obbligatoria se sul tabellone non vi è presente alcun segnalino merce.
  • Fase 3Azioni: le azioni disponibili sono tre più una “di contorno”, rappresentata dal movimento della nave. Il giocatore non ha limiti su quante e quali può farne, l’eccezione principale è che non può eseguire più di una azione in una città senza aver prima mosso la nave. Infatti ogni azione va svolta nella città ove è presente la Nave Mercantile. Le scelte sono:
      • Acquistare Merci: si paga un tallero al giocatore che possiede la maggioranza di mercati, in caso di parità va alla riserva generale, e si prende un gettone Merce disponibile dal magazzino cittadino; tale gettone va conservato a faccia in su.
      • Piazzare Mercati: scartando un gettone Merce precedentemente acquisito, si possono posizionare tanti gettoni Mercato quanti il numero di barili raffigurati sul gettone.
      • Vendere Merci: si devono vendere almeno due Merci per colore e più colori possono essere scelti in un’unica vendita. I gettoni vanno girati a faccia in giù e conservati per il conteggio di fine partita. Gli avversari perdono una Merce dello stesso colore di quella venduta se posseduta.

    Tra un’azione e un’altra il giocatore può spostare la nave, seguendo le frecce indicate e pagando un tallero per ogni spostamento fatto. Si possono effettuare più spostamenti, a patto di possedere Talleri a sufficienza. E’ possibile anche non eseguire alcuna azione o limitarsi a spostare la nave.

  • Fase 4Tasse e Tributi: il giocatore deve scartare eccedenze di Talleri e gettoni Merce sopra la cardinalità 3.

La partita termina nel momento in cui nella Fase 2 si vanno a prelevare tessere dall’ultima casella Riserva del tabellone; il turno in corso viene completato in modo tale che tutti i giocatori abbiano giocato un egual numero di turni.

I punteggi vengono calcolati nel modo seguente, ogni giocatore guadagna:

  • 1 PV per ogni gettone Merce invenduto
  • 1 PV per ogni gettone Merce venduto + 1 PV per ogni barile raffigurato
  • 2 PV per ogni città ove è presente un proprio Mercato
  • 4 PV per ogni città ove ha la maggioranza col numero di mercati.

Il giocatore che avrà ottenuto il punteggio più alto sarà il vincitore.

Valutazioni

Grafica e Componentistica La grafica del tabellone lascia parecchio a desiderare, l’impatto immediato non è dei migliori, anche se giocandoci poi si fa l’abitudine. Per il resto i materiali sono nella norma, molto bella la Nave Mercantile e l’idea delle sacche del denaro, per quanto siano solo dei segnalini enormi.
Ambientazione Per quanto sono presenti le varie città nel tabellone, si vada a piazzare mercati e vendere merci non si sta molto a badare sul fatto che si sta lavorando all’interno della lega anseatica. Dopo pochi turni l’obiettivo sarà sostanzialmente quello di massimizzare i profitti e di eseguire le azioni nell’ordine migliore possibile. Comunque non è nell’ambientazione che il gioco fa il suo punto di forza.
Regolamento Chiaro, ricco di esempi e di facile comprensione.
Meccaniche e dipendenza dal caso Parlare di meccaniche di un gioco che ha più di dieci anni può essere rischioso, però devo dire che queste sono ben strutturate e lineari. A dirla tutta se questo gioco dovesse uscire oggi potrebbe non avrebbe un grosso distacco dai altri titoli moderni più blasonati. L’incidenza della fortuna c’è ma non è così importante, l’aspetto ove si sente è nella Fase 2 dove possono capitare dei rifornimenti fortunati ma in generale non snatura la partita. Il cercare di ottimizzare le mosse può portare al rischio di tempi morti ma dalla mia esperienza non hanno mai avuto un impatto particolarmente rilevante.
Interazione tra i giocatori Anche se non sembra è molto alta, per quanto sia per la gran parte indiretta. La scelta di spendere un Tallero per spostare la Nave Mercantile può risultare estremamente pesante per le mosse successive e il ripulire il tabellone, acquisendo merci a discapito degli altri risulta non poco influente.
Scalabilità Ottima, in qualsiasi numero di giocatori rende bene, credo che dia il suo meglio in 3, ma è egualmente godibile in coppia o con quattro partecipanti. Forse in quest’ultimo caso prevale maggiormente l’aspetto tattico rispetto a quello strategico, in quanto è difficile pianificare cosa si avrà all’inizio del proprio turno.
Longevità Molto buona, la variabilità data dall’uscita delle merci rende il gioco longevo.
Espansioni Sono uscite nel tempo varie mini espansioni e mappe differenti, non ho avuto modo di provarle (data anche la non semplice reperibilità) ma di certo il gioco non ne sente particolarmente il bisogno.
Giudizio personale Considero Hansa un buon gioco, ottimo come introduttivo ma valido anche per i giocatori più esperti. Per quanto a molti possa storcere il naso l’idea di un gioco non propriamente nuovo (per quanto sia più giovane del ben noto Puerto Rico) consiglio vivamente di prenderlo in considerazione. Le partite sono molto combattute, ogni mossa va ben ponderata e bisogna stare molto attenti a come si distribuiscono i mercati nelle varie città. A suo favore ha anche il costo che è abbordabile.

Related Posts

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares
  •  
    5
    Shares
  • 5
  •  
  •  
  •  

One Response to Hansa – Recensione

  1. Avatar Stefano ha detto:

    Hansa è stata una scoperta recente anche per me. Si può provare online (a turni) sul sito dell’autore: http://boardgames-online.net/

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy