Foe Hunters: Eroi in un mondo fantastico per abbattere il male

di Alberto “Doc”

Non so se sia una nuova tendenza ma i collaborativi di carte con deck-building cominciano a far numero ultimamente. Dopo i vari  LegendaryLegendary: Encounters, dopo Pathfinder the adventure card game arriveranno nel 2016 l’atteso Warhammer Quest: the adventure card game (di cui abbiamo accennato in Flash News Corner #2) e un altro titolo che ha fatto probabilmente meno clamore e di cui voglio parlarvi oggi: Foe Hunters.

Ambientato in un mondo altamente fantasy, questo nuovo prodotto della casa editrice Spellforge ci porta in un tema cooperativo dai toni piuttosto classici: i giocatori vestono i panni di Eroi pronti a scendere in campo per respingere le forze del male che avanzano e li minacciano. Il gruppo dovrà dimostrare di saper sfruttare i propri poteri, abilità ed equipaggiamenti oltre che a saper collaborare se vorrà avere la meglio sulla minaccia che avanza.

pic2587942 Il turno di gioco si divide principalmente in due fasi, la prima dedicata ai nemici, la seconda agli eroi.
Nella Fase Nemici, questi hanno da subito un’azione impostata che viene eseguita ogni turno a cui segue la pesca delle carte dal loro specifico mazzo. Queste possono indicare potenti abilità oppure gregari che si affiancano ai nemici e che questi utilizzeranno per indebolire o ferire gli eroi durante lo scontro.
Al termine di questa fase gli eroi devono decidere assieme di aggiornare una delle carte presenti in città introducendo così delle nuove opzioni di gioco che entreranno in essere nel prossimo turno.
Inizia poi la Fase Eroi, che si svolge in maniera molto lineare compiendo una o più delle seguenti azioni: giocare una carta dalla propria mano, comprare una carta dalla città (usando i propri punti esperienza accumulati) o ancora utilizzare un gesto eroico. Ogni eroe ha a disposizione un proprio mazzo di partenza unico e diverso dagli altri che verrà poi integrato grazie alle carte acquistate.

I turni poi si susseguono fino a quando i nemici sono sconfitti o il party degli eroi è distrutto.

pic2587936Foe Hunters come avrete già capito è un gioco molto semplice e lineare, dalla trama scontata e che a prima vista non sembra portare nulla di nuovo sul panorama ludico. Eppure qualcosa di diverso che lo stacca dai soliti deck-building ce l’ha. Di solito infatti le carte per incrementare il deck vengono pagate mediante l’uso di altre carte dalla propria mano e poi piazzate nella pila degli scarti. In questo titolo invece queste vengono acquistate con l’esperienza dei personaggi e arrivano direttamente in mano, pronte per essere usate. L’incertezza di sapere quando pescare la nuova carta qui non c’è. Si ha la sicurezza di poter usare subito il potere acquisito. Cosa non da poco direi. Da capire meglio invece come funziona la carta da aggiornare in città e quali opzioni di gioco vengano offerte di turno in turno.
In generale quindi un gioco che nonostante non porti chissà quale ventata di innovazione, ha una durata adeguata (30-90 minuti), supporta fino a 6 giocatori e ti da subito accesso a quello che hai comprato. Tutti elementi che, se non si sta a guardare l’ambientazione piuttosto striminzita, potrebbero stuzzicare più di qualcuno che ha poco tempo, tanti giocatori al proprio tavolo e non vuole tirare fuori il solito party game.

Related Posts

  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares
  •  
    4
    Shares
  • 4
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy