News da New York

di Federico “Kentervin”

“Revival” sembra essere stato il leit-motiv della Toy Fair tenutasi a New York dal 13 al 16 febbraio. Com’era lecito aspettarsi, le novità presentate sono state molte, con buona pace del nostro portafogli. Questo è solo un assaggio dei titoli presentati: andiamo a vedere che cosa ci aspetta!

Grande ritorno delle Tartarughe Ninja: al momento è in corso una campagna su Kickstarter e la WizKids coglie la palla al balzo proponendo ben due titoli. Il primo è TMNT Dice Masters dell’inossidabile duo Mike Elliott ed Eric M. Lang. La scatola base contiene 92 dadi e l’uscita prevista è fissata per aprile.
Il secondo titolo è invece TMNT Mouser Mayhem e si inserisce nella linea HeroClix. Si tratta di uno starter set per due giocatori dedicato espressamente ai neofiti del genere; uno skirmish light la cui data di uscita non è stata ancora annunciata.
Inutile dire che sia per TMNT Dice Masters che per TMNT Mouser Mayhem sono previste copiose espansioni.

GaleForceNine ha finalmente svelato qualcosa su Doctor Who: Time of the Daleks. Nel gioco potremo impersonare i Doctor Who (si avete letto bene, è scritto al plurale) nella loro eterna lotta contro la razza dei Dalek. Decisi a cancellare dal continuum spazio temporale il loro acerrimo nemico, i Dalek intraprendono un pericoloso viaggio nel tempo; i giocatori impersoneranno quindi una delle sei reincarnazioni del Dottore e dovranno lottare per salvare la propria vita e sventare i loro piani di conquista. Il gioco è di tipo semi-cooperativo e saranno presenti le miniature dei Dalek, dei 6 Dottori e del TARDIS, il suo bizzarro mezzo di trasporto.

Se tale progetto vi sembra ambizioso, aspettate di vedere Star Trek: Ascendancy. Il sottotitolo (50 anni di Star Trek, una galassia di possibilità) la dice lunga su quello che potrebbe essere il 4X definitivo.
Il titolo era già stato presentato l’anno scorso e non ci sono molte notizie al riguardo, ma un 4X che mette in campo tutte e quattro le serie di Star Trek basta ed avanza per fare schizzare a mille il mio interesse. La plancia ricorda vagamente quella di Starcraft: The Boardgame, per il gameplay dovremo attendere ancora a lungo.
Trekkies (e non) di tutto il mondo, restate sintonizzati!

Continua la moda dei playmat: dopo Splendor ed Elysium, ora è la volta di Colt Express e Munchkin. Per quest’ultimo ne sono previsti addirittura due, con Munchin: Spike Gets Suckered già in uscita ad aprile al prezzo indicativo di 17$.
Oltre ai playmat arriva anche Munchkin Marvel, le cui due espansioni Munchkin Mayhem 2: Mystic Mayhem e Munchkin 3: Cosmic Chaos sono attese rispettivamente per agosto ed ottobre.

Epic – The Card Game si arricchisce di 4 nuovi booster contenenti 12 carte (non random) ed un gettone double-side:
Helion’s Deceit
Raxxa’s Revenge
Draka’s Rage
Markus’ Command
L’uscita è prevista per marzo al prezzo di 5$ cadauno.

Se IDW è impegnata a promuovere il proprio progetto sulle Tartarughe Ninja su kickstarter, non si dimentica certo di puntare i riflettori sul suo Back to the Future – An Adventure through Time e rilancia presentando anche una versione contenente 54 carte e sei dadi personalizzati. Il tutto contenuto in un pratico… barattolo.

UpperDeck va giù pesante presentando una pletora di titoli, tutti molto interessanti. Non vi sono date di uscita ufficiali, l’arrivo di DeadPool sugli schermi ha costretto la casa editrice ad un tour-de-force non indifferente per sfruttare il traino del film ed i titoli in cantiere sono molti, troppi per sbilanciarsi.
Si parte con la tanto attesa (e tanto posticipata) espansione di Legendary Encounters: An Alien Deck Building Game. Scatola di dimensioni generose, grande come quella del set base; probabilmente avranno fatto tesoro dell’esperienza di Predator e sarà contemplato il gioco competitivo (nonché mi auguro un’aggiustatina al mazzo dell’alieno che al momento risulta davvero sbilanciato). Di Legendary Encounters: A Firefly Deck Building Game era presente giusto la scatola.
DeadPool si guadagna un gioco tutto suo (non vi sono dettagli al riguardo) ed una espansione small-box per Legendary che va ad aggiungersi a quella dei Guardiani delle Galassie e a Paint the Town with Red dedicata al Tessiragnatele ed ai suoi inseparabili compari. Nessuna novità invece per l’espansione di Capitan America.
Anche il VS System si espande, con una mini espansione dedicata ai mutanti della Marvel (A-Force) che va ad affiancare il Set Base e con una nuova scatola che ci permette di addentrarci nel mondo di Alien.
Chiude la carrellata Shark Island del duo Richard Launius e Pete Shirey. Il gigantesco squalo che campeggia sulla scatola fa supporre che non si tratti di un gioco ad ambientazione lovecraftiana.

Tempo di espansioni anche per Arcane Wonders: Priestess e Warlock entrano anch’essi nell’arena di Mage Wars Academy. Le espansioni sono vendute singolarmente, ma prezzo e data di rilascio non sono stati ancora comunicati.

Fantasy Flight presenta Android: Mainframe, rivisitazione in chiave cyberpunk di Bauhaus, astrattone del 2013 a cura di Jordi Gené e Gregorio Morales per 2-4 giocatori. Ad ogni turno i giocatori scelgono una delle 4 carte azione disponibili e con essa posizionano delle barriere (come gli steccati di legno già visti in Agricola). Quando il mazzo di carte è esaurito, si contano i punti ottenuti, generati dalle aree chiuse. Non so quanto il gioco sia stato modificato dalla FFG, ma ho l’impressione che si tratti di un gioco molto astratto e fondamentalmente per due e dubito che il restyling ne abbia mutato l’anima “tedesca”.

Hasbro va sul sicuro sfruttando il brand di Guerre Stellari e proponendo l’ennesimo Trivial Pursuit e Monopoli; molto belle le miniature colorate di quest’ultimo.
Si sbilancia invece con Midnight Taboo, variante “per adulti” del famoso gioco.
Nota di colore, la Hasbro ha vinto il premio “Gioco dell’anno” con Pie Face!, un gioco in cui chi perde riceve una torta in faccia. Insomma, un giocone.

Bezier Games comincia a far vedere il suo Colony del trio Alspach, Hojo e Nakatsu; la presentazione ufficiale avverrà a Spiel 2016, con una prima anticipazione prevista il 7 marzo. Ambientazione futuristica, 1-4 giocatori e 60 minuti di durata dichiarata sono i suoi biglietti da visita.

In una fiera che parla solo “american” le teutoniche lande sono rappresentate da Agricola: Family Edition della Lookout / Mayfair Games. Certamente non era l’unico, ma sicuramente il più famoso tra i tedeschi: riuscirà a bissare il successo del suo fratello maggiore?

Qwirkle compie dieci anni e per l’occasione verrà pubblicata un’edizione anniversario con tanto di blocchetto segnapunti e dei comodi sostegni in plastica per tenere in piedi le tessere del gioco. Sinceramente mi aspettavo di più.

Brain Games rifà il look a Fish-Off che ora diventa Ice Cool. Dopo aver impersonato dei cowboy in Flick’em Up!, ora è la volta di spostarci in terre ben più fredde in compagnia di…pinguini. Il giocatore di turno impersonerà un pinguino col compito di catturare i propri compagni. Questi cercheranno di passare attraverso delle porte, cercando nel frattempo di raccogliere quanto più pesce possibile. Il tutto a colpi di schicchera. Non appena sono stati catturati tutti i pinguini o uno di essi è riuscito a passare attraverso tutte le porte contenenti del pesce, il turno termina ed il ruolo di “cacciatore di pinguini” viene affidato ad un altro giocatore. Quando tutti hanno giocato un turno da “cacciatore”, la partita termina e si procede al conteggio dei punti ed alla proclamazione del vincitore.

Al di là della fiera, altre notizie:

Dopo aver raccolto diversi riconoscimenti nel 2014, Geister, Geister, Schatzsuchmeister! viene localizzato anche in inglese col titolo Ghost Fightin’ Treasure Hunters. Per chi non lo conoscesse, il gioco vede 4 teenager addentrarsi in una casa alla ricerca di otto preziose gemme. Peccato che la casa sia infestata da buffi fantasmi che non vedono di buon occhio questi piccoli intrusi e faranno di tutto per difendere la propria privacy. GFTH è un gioco semplicissimo, facile da spiegare ed accompagnato da un’ottima componentistica con disegni fumettosi e divertenti che ben si sposano con l’atmosfera del gioco.

Stefan Feld riprende in mano Die Speicherstadt e lo riambienta tra i vichinghi. L’esito dell’operazione di restilyng si chiama JÓRVÍK. Oltre alla modalità base è presente anche una modalità avanzata che in pratica aggiunge l’espansione Kaispeicher del vecchio gioco. L’edizione americana sarà curata da Stronghold Games, mentre quella tedesca toccherà ad EggertSpiele (già editrice di Die Speicherstadt).

Star Trek: Panic approderà sugli scaffali americani a maggio. Lo scopo del gioco è quello di difendere l’Enterprise, posta al centro della plancia, dagli attacchi delle astronavi aliene e dai meteoriti vaganti. Ad aggiungere un po’ di mordente, la presenza di carte missione che si rifanno alla Serie Classica e la possibilità di impersonare uno dei membri dell’equipaggio. Pur essendo basato sull’engine di Castle Panic (edito da Fireside Games), il gioco sarà edito da USAopoly.

Related Posts

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares
  •  
    5
    Shares
  • 5
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy