On the Board #85: Mistfall

di Luca”Maledice79″ Lanara Mistfall

Tanto richiesto, tanto atteso, tanto discusso… finalmente arriva un nuovo On the Board. Ma sopratutto andiamo a parlare di Mistfall. Cooperativo fantasy, di carte, che entra in un mercato invaso da titoli simili: la NSKN non ha paura di nessuno e porta un titolo davvero coraggioso, dalla grafica davvero invitante e dall’incredibile quantitativo di carte offerte. Quindi bando alle chiacchiere e vediamo insieme il nostro pensiero su Mistafall. Buona Visione…

In caso di ponderato acquisto segnalo un regolamento migliorato 2.0 scaricabile QUI (Ringraziamo San Gylas )

13 Commenti a On the Board #85: Mistfall

  1. Dadofelix ha detto:

    La forza di questi video è che siete un gruppo eterogeneo, con gusti e mentalità diverse; riuscite a dare davvero una recensione/revisione di un gioco a 360°. Siete come dei sommelier di boardgames.

    In ogni caso (anche stavolta come altre volte) i miei soldi erano già pronti per essere investiti su Mistfall. E (anche stavolta come altre volte) dopo aver guardato i vostri video mi sono dovuto ricredere.
    Effettivamente, un gioco figo quanto vuoi ma poco accessibile è un gioco a metà. Peccato… un’occasione persa.

    • Maledice79 ha detto:

      Se ormai ho capito qualcosa dei giochi da tavolo le cose sono 2: o faranno una nuova edizione corretta e più figa oppure qualcuno gli frega l’idea e fa un gioco con ambientazione diversa ma meccaniche uguali

  2. mathh ha detto:

    Bravo Davide!
    Mi hai dato un’idea da proporvi: nuovo dicecraft di MageKnight!
    Lo so che non è proprio nuovissimo, ma secondo me ne vale la pena e poi è una bella sfida per Luca!
    Che ne dite?
    m@

  3. Barchie ha detto:

    Ciao a tutti
    Ho visto che hanno appena rilasciato le rules aggiornate. Spero che HC Dist. Le traduca
    http://www.nskn.net/en2/games/mistfall/

  4. Sergio ha detto:

    “Sono completamente d’accordo a metà col mister” potrei dire dopo aver visto l’on the board di Mistfall.
    E intanto vi ringrazio perché proprio dopo aver visto il video mi è venuta l’irrefrenabile voglia di avere più informazioni. Mi sono detto: “Questa è una sfida! Cosa avrà quel manuale di così orrendo?”
    Quindi ho guardato altri video, ho scaricato manuali e guide in inglese…
    E ho finito per comprare il gioco.

    Il gioco è incredibilmente bello, e sì, il manuale italiano è da cestinare (non che quello inglese cada tanto lontano dal bordo del cestino, eh), ma capisco il senso del vostro on the board. Se qualcuno mi avesse regalato Mistfall e avessi dovuto giocarci pronto all’uso, lo avrei abbandonato senza neanche farci una partita, o provandoci e fallendo perché il regolamento è così caotico che quasi quasi non si capisce nemmeno da che parte cominciare.
    Una volta però che la struttura e la meccanica del gioco sono assimilate, si apre un mondo.
    Tra l’altro è il primo gioco che mi (e ci) fa un effetto strano: sebbene le partite siano mediamente lunghe (3 ore per tre giocatori con la concreta possibilità di abbassare i tempi nelle partite future) non si avverte il minimo segno di stanchezza a fine avventura. E dire che si tratta di un gioco molto strategico e impegnativo, più che complesso. Eppure ci si alza dal tavolo tutti belli freschi. Non so perché questo accada, ma accade.
    L’unica critica che mi viene da fare al vostro on the board è il non aver rimarcato bene (se non un accenno di Canopus, mi pare) che il gioco è per veri hardcore gamer e che è necessario studiare PRIMA di aprire la scatola. Se si giudica il gioco dalla sua realizzazione editoriale, la mediocrità è palese e avete fatto bene a farlo notare; ma parallelamente avreste dovuto sottolineare con più forza che una volta digerite le regole c’è una vastità di azioni, cooperazioni, e situazioni tale che mi vengono i brividi al solo pensiero.

    Grazie, Gioconauta, per avermi fatto scoprire Mistfall, o meglio, per avermi fatto accettare la sfida di provare a scoprirlo. :)

    • Maledice79 ha detto:

      Le tue parole sono perfette. Io davvero lo considero un ottimo gioco con i suoi mille difetti. Forse avrei dovuto sottolineare di più quando sia bella la sfida a Mistfall, e il prezzo a mio avviso regge lo sforzo di apprendere. Grazie mille per questo commento prezioso

  5. rogarn ha detto:

    Ragazzi,ho acquistato il gioco (mi arriverà a breve) dopo la “sfida” che è nata dentro di me per colpa vostra :) nel capirlo e vedere se secondo i miei gusti personali meriterà di essere giocato o rivenduto. Ora passo al dunque… ho scaricato dal sito BGG il regolamento in italiano rivisto 2.0(che voi stessi avete menzionato), ma basterà leggere il 2.0 e tralasciare completamente quello originale? Se l’avete letto e attendibile? E sopratutto, superando l”ostacolo” del manuale pessimo, il gioco acquista vigore e punteggio finale basandosi solamente sull’aspetto ludico?

    • Maledice79 ha detto:

      Ciao Rogarn, secondo me una volta avviata la meccanica, il gioco è davvero bello, ma impararlo è una sfida ardua. In ogni caso hai fatto bene a prenderlo perchè ritengo che tutti debbano prima almeno provarlo.Tanti auguri :D

  6. rogarn ha detto:

    le sfide mi entusiasmano sempre :)
    Senti maledice ma che tu sappia sono in programma le traduzioni delle espansioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD