Flash News Corner #20: notizie in breve dal mondo ludico

di Gioconauta

Rieccoci dopo una pausa di qualche mese con Flash News Corner #20. Innanzitutto come avrete visto la sezione GdR è rifiorita grazie alla nuova collaborazione con i D20 Nation che forti del loro entusiasmo ed esperienze ci sapranno intrattenere con più di una rubrica che noi avremo il piacere di ospitare. Per quanto riguarda il mondo dei GdT invece, smaltita la sbornia ludica dopo PLAY, i tempi sono ormai maturi per iniziare a guardare alle prossime fiere. Quindi bando alle ciance e diamo il via alla consueta carrellata dove troverete molta carne al fuoco per la prossima Essen. Buona lettura!

 

Kingdomino raddoppia con QueenDomino
Se il simpatico filler \ puzzle game vi ha tenuto piacevole compagnia dando spazio alle vostre capacità di logistica alla tetris, ora potete alzare l’asticella e cimentarvi con la consorte che metterà in cantiere nuove e più sfiziose sfide rispetto al precedente capitolo. Nonostante i due siano giochi totalmente indipendenti l’uno dall’altro, le regole vi permetteranno di combinare le tessere delle due scatole per poter creare un regno fino a un totale di 7×7 caselle. Una sfida che non mancherà di stuzzicare gli interessati.

 

Con Gaia Poject, Terra Mystica si trasferisce fra le stelle!
Cari appassionati di Terra Mystica, se siete pronti per una nuova sfida e affrontare l’universo non vi intimorisce, ad Essen 2017 la Feuerland Spiele si presenterà con Gaia Project, titolo che pesca a piene mani dal precedente ad ambientazione Fantasy in cui però andremo a terraformare interi pianeti in un solo colpo. Sei saranno le abilità su cui far progredire le 14 fazioni che troveremo a disposizione: terraformazione, navigazione, intelligenza artificiale, “gaiaformazione” (traduzione letterale di Gaiaforming), economia e ricerca. La differenza principale sarà rappresentata dalla plancia di gioco, ora modulare e costituita da tessere composte di esagoni ognuna rappresentante un settore. ne serviranno dieci per una partita a quattro giocatori, e ci fermeremo a sette per quelle a due giocatori.

 

Ecco MOA, l’ultima fatica di Wallace
Martin Wallace questa volta ci porta in Nuova Zelanda dove in collaborazione con APE Games ci farà scoprire la storia della colonizzazione di questo paese… in una maniera tutta particolare. I protagonisti infatti saranno antropomorfizzati. Così da un lato avremo i neozelandesi rappresentati da Uccelli, dall’altra i coloni dell’ovest nelle forme di Cani, Ratti, Opossum e Donnole.
I giocatori nelle vesti dei piumati animali dovranno competere fra di loro per difendere le terre che i mammiferi coloni vogliono ottenere. Ma potreste anche decidere di venderle ove fosse più conveniente di difenderle.
Ritornano quindi meccaniche care all’autore come il controllo del territorio e ci rimane solo da chiederci se troveremo i prestiti anche in questa versione “carina e coccolosa”. Il tutto sarà pronto per Essen e la curiosità di provarlo di certo non manca!

 

Catacombs si moltiplica nuovamente, arriva Catacombs Conquest
Dopo il felice esordio del dungeon a schicchere rappresentato da Catacombs, lo scorso anno Elzra, la casa editrice, aveva dato il via ad una nuova campagna per il successivo titolo della serie, Catacombs & Castles. Ora mentre le scatole di quest’ultimo sono in arrivo presso gli hub di distribuzione nei vari continenti, la prolifica casa editrice, cavalcando il trend, se ne esce con una nuova proposta che presenterà questo autunno a Essen ovvero Catacombs Conquest. L’ultimo arrivato della famiglia sembra sarà anche il meno pretenzioso dei tre, ovvero un gioco introduttivo di circa 30 minuti con cui imparare a padroneggiare le regole base comuni ai tre. Forse per chi già avvezzo ai due fratelli più grandi, Catacombs Quest non sarà certo il crescendo sperato, ma sicuramente potrà essere un titolo valido per chi è totalmente estraneo alla trilogia e per i neofiti a cui non dispiace l’idea di sconfiggere mostri a colpi di schicchere senza dover masticare pagine di regolamento. Non ci resta che vedere cosa ci aspetterà.

 

Terraforming Mars si espande con Hellas & Elysium
Ebbene si i fratelli Frixelius non hanno dormito certo sugli allori dopo che lo scorso 2016 hanno letteralmente sbancato con il loro stand di Terraforming Mars a Essen. Ora vi ritornano con una espansione di tutto rispetto: no niente carte per chi avesse immaginato la cosa più ovvia a cui pensare. Ci troveremo invece una nuova plancia doppia faccia con una nuova geografia di Marte e nuove milestones da raggiungere. Nella prima, Elysium, saremo proiettati dalla parte opposta dell’equatore con vaste pianure a nord adatte agli oceani e ricchi giacimenti a sud da dove estrarre minerali; non mancherà la presenza di Olympus il monte più alto del sistema solare la cui conquista consentirà di ricevere tre carte gratis. Nella seconda, Hellas, avremo a che fare con il polo sud di Marte con nuove possibilità di produrre calore e acuqa, e con l’enorme cratere di Hellas ottimo bacino dove realizzare un lago gigante. Per chi conoscesse ormai la plancia originale a memoria e volesse nuove sfide da raggiungere, qui troverà pane per i suoi denti. E quindi… buon appetito!

 

Professor Evil and the Citadel of  Time
Con l’arrivo della prossima Gen Con, arriva un titolo che ha attirato l’attenzione di tanti appassionati di giochi cooperativi. In questa release della FunForge, il continuo spazio tempo è messo in crisi da un professore pazzo che recupera manufatti da tutte le epoche storiche. I nostri eroi dovranno recuperare almeno 4 di queste refurtive e riportale al sicuro ( della serie: quella croce deve stare in un museo) e prima dello scadere del tempo. Si potranno utilizzare delle carte di varia natura, e fondamentale sarà disattivare le trappole seminate in tutta la cittadella. Il professore di contro si muoverà e darà la caccia agli eroi e alle reliquie tramite un movimento dettato dal tiro di tre dadi colorati. Ad esempio tirando il dado blu il professore si muoverà nelle caselle blu.  Il movimento quindi non sarà del tutto normale, infatti ci saranno degli sbalzi temporali che porteranno avanti o indietro nel tempo il pazzoide e con un po’ di sfortuna direttamente sulle nostre reliquie. Oltre ad essere un interessante family game, il gioco propone una grafica e componentistica davvero fuori scala e sarà disponibile negli store a settembre.

Fantasy Flight torna a far danni ai nostri portafogli
Che la grande casa della F azzurra non stia navigando in acque sicure è un dato di fatto da un po’ di tempo ormai. Con l’abbandono di Warhammer il disorientamento è stato forte, e la comparsa di nuovi franchising era più che scontato. Ecco quindi l’annuncio, in questi giorni, di un gioco che davvero non ha bisogno di presentazioni. Fallout di casa Bethesda arriverà finalmente sui nostri tavoli, con tutto il suo stile retro scifi che di fatto ha determinato il successo della serie. Quindi ritroveremo Diamond City, abilità per renderci S.P.E.C.I.A.L., scenari d’affrontare lavorando insieme o individualmente, scelte politiche e compagni di viaggi come il fedele Dogmeat. Unica cosa da chiederci a questo punto è se si tratta di una mera mossa commerciale o un altra sfida al game design in puro stile Fantasy Flight. Ora aspettiamo The Elder Scroll.

 

District Games ai blocchi di partenza con Zero Gravity
La casa editrice italiana è ormai pronta per avventurarsi su Kickstarter con il suo prossimo progetto: Zero Gravity. La campagna è infatti imminente e programmata per il prossimo 4 di settembre, giusto in tempo per riprenderci dalle ferie e dedicarci alle novità del mondo ludico. Si tratta di un gioco magnetico di miniature dove guideremo fazioni di personaggi dalle eterogeneo forme e provenienze su una scacchiera che va ben oltre il tridimensionale. Le pedine saranno mosse all’interno di un cubo libero su due lati per consentire le manovre in orizzontale, verticale e sottosopra. Più facile a mostrarlo che a spiegarlo, per questo vi lascio il link di video presentazione con cui chiarirvi meglio il gioco.

 

Horrible Games rivoluziona il Mahjong con Dragon Castle
Cari appassionati di Mahjong, con Dragon Castle potrete assaporare il gusto del classico gioco nipponico condito con nuovi elementi e meccaniche che daranno nuovi spunti all’ormai conosciuto sistema. Partendo da una conformazione tipica costruita con i noti mattoncini, andremo a realizzare delle sequenze con cui erigere un castello giapponese il più possibilmente equilibrato. Starà a noi infatti recuperare e completare delle corrette sequenze di ideogrammi e disegni con cui orientare la costruzione delle mura per sviluppare il nostro progetto di fortificazione orientale. Anche in questo caso ne sapremo molto di più durante le prossime fiere di autunno!

 

E anche per questa volta e tutto ma non perdetevi le prossime news sulle nuove uscite che arriveranno da dopo ferragosto perché con l’arrivo delle fiere autunnali non avremo tregua! Stay tuned!

6 Commenti a Flash News Corner #20: notizie in breve dal mondo ludico

  1. Stefano Castelli ha detto:

    Ragazzi,non so con chi abbiate parlato ma la notizia su Gnominia é completamente errata.

    Potreste toglierla, per favore?

  2. mathh ha detto:

    e… la quarta edizione di Twilight Imperium annunciata da Fantasy Flight,
    che forse sarà finalmente localizzata
    m@

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD