Lagerstätten: ricerca, scava, pubblica

Lagerstätten

di Daniel “Renberche”

Il lavoro del paleontologo può essere movimentato da grandi scoperte come dal continuo susseguirsi di scavi vani che non portano a nulla di interessante. Laddove dalla terra emerga un qualche fossile il compito non finisce lì, infatti si deve (come purtroppo pochi sanno) far conoscere le proprie scoperte ai colleghi attraverso una pubblicazione scientifica e cercare di portare a casa qualche soldo attraverso accordi con musei specializzati. Direttamente dal Giappone un gioco dalla grafica scarna e dall’aria tanto teutonica.

Buona lettura!

In Lagerstätten i giocatori assumono il ruolo di paleontologi intenti a scavare, recuperare, pubblicare e vendere i fossili recuperati. Come vedrete la grafica del gioco sarà estremamente scarna, fattore attualmente di nicchia. L’autore è Masaki Suga per la analog lunchbox, ad Essen dovrebbe avere come distributore Japon Brand.

Numero di giocatori: 3 – 5
Durata: 75 – 120 minuti
Link al regolamento: link

Setup & Materiali

Posizionare il tabellone al centro del tavolo e mettere il dischetto del turno nella prima casella. Il tabellone è suddiviso in 7 aree, dove i partecipanti eseguiranno le azioni. Ogni giocatore sceglie un colore e prende tutti i gettoni di quel colore (gli Assistenti), posizionandone uno nel tracciato dei Fondi di Ricerca (punti vittoria), uno su quello del Prestigio e uno sul tracciato dell’ordine di gioco. Dividere ora le tre categorie di carte, Fossile, Richiesta ed Esibizione nel seguente modo:

  • le carte Fossile vanno divise in tre mazzi in base al retro, che rappresenta un diverso periodo (Cretacico, Giurassico e Triassico, tutti insomma del Mesozoico) e da questi mazzi vanno poi create delle pile ordinate in base al periodo nelle tre aree apposite del tabellone inserendo un numero di carte strato nei rapporti 1-2-2, 2-1-2, 2-2-1. Il retro rappresenta il Sedimento mentre il fronte il Fossile, col nome scientifico, il periodo e il numero di parti necessarie per ricostruire l’intero fossile;
  • tre carte Richiesta vanno poste a faccia in giù nell’area 5 del tabellone. Queste carte hanno un requisito stampato e un valore di Fondi di Ricerca variabili in base al turno;
  • le carte Esibizione vanno poste a faccia in su nello spazio 6, ovvero il Museo. Queste carte hanno il nome del dinosauro e i Fondi di Ricerca ottenibili nei diversi turni.

Lagerstätten

Il Gioco

Una partita a Lagerstätten dura otto turni ognuno dei quali è composto dalle seguenti quattro fasi:

  1. Refill. Si avanza l’indicatore del turno, si ripristinano le carte Fossile e Richiesta ove necessario con la stessa modalità del setup, questa fase ovviamente si salta al primo turno.
  2. Posizionamento Assistenti. Seguendo l’ordine di turno ogni giocatore posiziona un dischetto nello spazio libero più a sinistra dell’area selezionata, tenendo conto che potrà posizionare un assistente anche in un’area dove ne ha già posti altri in precedenza.
  3. Risoluzione delle azioni. Le aree vengono attivate dalla 0 alla 6, nello specifico:
    • 0 – Perizia geologica, questa azione viene risolta immediatamente e permette al giocatore che l’ha selezionata di guardare l’intero mazzo di carte Fossile da uno dei tre mazzi del tabellone.
    • 1 – Pianificazione, utilizzata per scambiare l’ordine di turno.
    • 2 – Scavo, permette di pescare un numero di carte Fossile in base al numero di Assistenti sull’area.
    • 3 – Conferenza accademica, permette di guadagnare Prestigio, il quale aumenta la dimensione della mano di carte Fossile del giocatore, grazie all’uso di carte Fossile. Spendendo Fondi di Ricerca si possono invece pescare le carte Fossile messe in azioni precedenza nello spazio, anche se vanno poste a faccia in giù (come Sedimenti)
    • 4 – Restauro di fossile, per ogni assistente posto può girare una carta Fossile in modo da mostrare il reperto.
    • 5 – Collezione Richieste, permette di pescare carte Richiesta.
    • 6 – Esibizione museale, se si possiedono tutte le parti di un dinosauro è possibile scartarle per ottenere la carta Esibizione corrispondente.
  4. Pubblicazione. Se si soddisfano i requisti indicati da qualche carta Richiesta in proprio possesso, si ottengono i fondi di Ricerca indicati in base al round in corso, scartando poi la carta e le carte Fossile utilizzate.

Al termine dell’ottavo turno il giocatore col maggior numero di Fondi di Ricerca sarà il vincitore.

Lagerstätten

Considerazioni

Questo il sunto di Lagerstätten, un gioco dall’ambientazione particolare, non tanto per i dinosauri ma quanto per il fatto che si devono spendere punti ricerca e fare pubblicazioni. La grafica è ridotta all’osso (perdonate l’involontaria battuta) ma per quanto mi riguarda non mi crea grandi problemi, anzi credo renda il gioco molto leggibile. Per quanto riguarda le meccaniche nulla di particolarmente innovativo, il posizionamento dei lavoratori è nella forma più classica possibile, però l’uso delle carte nella duplice forma e qualche altro elemento particolare lo rendono dal mio punto di vista interessante, tanto che non mi dispiacerebbe portalo nella mia collezione, dove i fossili di giochi abbondano. Se i dinosauri sono il vostro companatico non posso che ricordarvi questo titolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD