Western Legends: con Kolossal Games tornano i miti del far west

di Alberto “Doc”

Smaltito l’effetto “fiere autunnali” e giocato ormai alla maggior parte dei titoli acquistati, ho ripreso la mia “ronda” nel web per scoprire cos’altro ci riserverà questo 2018. Nello spulciare fra le nuove campagne aperte su Kickstarter, ha colto la mia curiosità l’ultimo progetto messo in cantiere da Kolossal Games, ovvero Western Legends, gioco che punta a farci rivivere le storie di quei personaggi che sono diventati vere e proprie leggende del Far West. Regolamento alla mano (o meglio, la sua bozza) vediamo di farci un’idea più chiara di questo titolo.

La breve introduzione che precedere le regole premette che abbiamo davanti un titolo di carattere “sandbox”, termine usato più nel mondo gdr che per i gdt, con cui si vuole indicare che i personaggi che guideremo saranno liberi di seguire la propria strada senza necessariamente essere guidati da vincoli di gioco. In sostanza potremo farli girare per la plancia di gioco e mandarli all’avventura in ogni locazione disponibile a nostro piacimento. Alcuni di questi seguiranno la via della legge, altri quella del crimine ma tutti dovranno conseguire il maggior numero di Punti Legenda possibili per vincere la partita.

Il setup è bello che pronto dopo aver svolto i 19 punti con cui completarlo. Principalmente piazzeremo la plancia di gioco e i relativi segnalini sopra di questa e assegneremo ad ogni giocatore la propria plancia personaggio, i propri bonus di partenza e abilità speciali e infine la relativa miniatura piazzandola nella specifica locazione indicata come punto di partenza.

Siamo quindi pronti ad affrontare la partita dopo aver deciso per un sessione breve (15 Punti Leggenda) una normale (20 PL) o una lunga (25 PL).

 

Il turno di gioco si sviluppa in una sequenza di tre fasi:

Fase di inizio turno: i giocatori scelgono se pescare due carte poker , pescare una sola carta poker e ottenere 10 dollari o se invece ottenere 20 dollari.

Fase Azioni: il giocatore esegue tre azioni scegliendo fra:

Muovere: i giocatori possono spendere una singola azione per muovere del loro massimo consentito. Questo corrisponde a due se sono appiedati oppure al valore del movimento della loro cavalcatura qualora ne posseggano una.
Giocare una carta: carte poker, carte oggetto e in alcuni casi alcune carte abilità speciale del proprio personaggio possono essere usate per svolgere un’azione speciale.
Combattere un altro giocatore: i giocatori possono arrestare, derubare o sfidare a duello altri giocatori. Quando si decide di farlo, si deve dichiarare il giocatore bersaglio, poi entrambi giocano le loro carte azioni, a seguire eventuali reazioni agli effetti delle azioni e infine si ottengono i malus e i bonus relativi al tipo di attacco scelto fra i tre indicati all’inizio.
Eseguire un’azione di una locazione: sono diverse le azioni che si possono svolgere in diversi siti della plancia di gioco, come comprare oggetti al General Store, giocare a poker al saloon, depositare soldi o fare una rapina alla banca, cercare oro alle miniere, curarsi dal dottore, acquisire PL al cabaret, acquistare bestiame al ranch o lavorare per ottenere dollari in una qualsiasi locazione.

Fase di fine turno: ad azioni concluse i giocatori svolgo quanto segue:

  • vengono risolte le carte storia con tutti i requisiti soddisfatti e si assegnano i benefici a chi ha contribuito.
  • si possono scartare carte dalla propria mano e rimpinguarne fino a 5 meno il numero di ferite ricevuto.
  • se i personaggi sono ricercati, questi conseguono tanti punti PL quanti sono indicati dal tracciato Ricercato.
  • infine se uno dei giocatori ha raggiunto il numero di PL necessari per far terminare la partita viene eseguito un ultimo turno per tutti e poi questa si conclude.

Al termine oltre a contare gli PL conseguiti da ognuno, vengono sommati anche quelli derivanti dai miglioramenti portati ad armi e cavalcature (un PL per miglioramento) e per quelli conseguiti ogni 60 dollari rimasti (massimo 2 PL ). Inoltre i giocatori Ricercati collezionano tutti un Punto Leggenda eccetto il più ricercato che ne consegue tre. Infine tutti i giocatori Marshall conseguono tanti punti PL quanti quelli indicati dal tracciato Marshall. Il giocatore con più punti è il vincitore.

Che dire di questo Western Legends? Sicuramente apprezzabile in primis la linearità e semplicità del turno di gioco a cui si mescola una grande varietà di azioni da poter fare, soprattutto nelle varie locazioni. Bene anche gli elementi Ricercato, Marshall e le carte storia da completare che aiutano a vedere un po’ di spessore ambientativo in questo titolo altrimenti forse disorientante per chi non è abituato a situazioni sandbox e vuole invece uno scopo chiaro e preciso da perseguire nella partita. Apprezzabile il comparto grafico, quantomeno per i miei gusti, dal tratto leggero ed evocativo. Rimane da capire il peso delle azioni delle locazioni e delle abilità speciali dei personaggi, difficile da valutare così a priori senza averci giocato. Rimane per me un titolo da provare che mi ispira ma che non mi convince fino in fondo (anche se molto tentato) a fare il pledge. Per i vostri personali approfondimenti, come sempre vi rimando al link del manuale in inglese. Buona lettura!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD