Flash News Corner #24: notizie in breve dal mondo ludico

di Gioconauta

Quando arriva la prima vera il vero gamer non pensa alle giornate che si allungano, gli uccellini e i fiori… il vero gamer pensa alla Play (quest’anno il 7 e l’8 aprile più una giornata per gli operatori del settore il 6). Quindi è naturale che ad un mese dalla manifestazione modenese le nostre consuete Flash News dal mondo ludico siano principalmente orientate verso annunci e novità relative al Festival del Gioco. Buona lettura!

La Play oltre ad essere l’appuntamento italiano tra gamer per antonomasia, da quest’anno prende anche un taglio inerente al mondo degli operatori di settore grazie a PlayTrade (qui il link). Quindi non solo editori, ma anche autori o aspiranti autori, negozianti, blogger, recensori, associazioni e qualunque altro attore del settore mi sia dimenticato di elencare. Infatti, dopo alcuni anni dai primi tentativi, Play torna ad occupare 3 giorni, ma il primo, venerdì 6 aprile, sarà interamente dedicato ai lor signori sopra citati e dal primo pomeriggio anche al pubblico. Dalle 10 alle 19 infatti seguiranno un sacco di eventi in rapida successione e senza darci possibilità di prendere fiato. Per gli autori, presenti e futuri, ci saranno molti succosi appuntamenti, tra cui incontri per la presentazione dei testi fondamentali del game design, rapporti autori-editori, il contratto di pubblicazione, tools per la realizzazione di prototipi, consigli su come presentarsi agli editori e kickstarter. Ma sarà particolarmente interessante per gli aspiranti autori lo speed date con gli editori: 5 minuti per presentare il proprio miglior progetto ad un editore e convincerlo che vuol sapere di più. Per i negozianti si parlerà invece del fenomeno dei Board Game Café, kickstarter e gruppi d’acquisto. E noi Nauti che c’entriamo? Beh, per la stampa, o presunta tale, ci sarà uno spazio in cui gli editori parleranno dei loro progetti e delle novità per il futuro… e vai di Live Blogging ovviamente per saziare il vostro appetito di novità ludiche in tempo reale!

Esplorare un dungeon in 5 minuti? Si può fare, oggi anche in italiano grazie all’accordo tra Ares Games e MS Edizioni per la localizzazione in italiano e la distribuzione di Dungeon Time. Per chi ancora non lo conoscesse, Dungeon Time è un gioco di carte cooperativo in tempo reale dove da 1 a 5 giocatori svolgeranno delle missioni a tempo, 5 minuti appunto, all’interno di un dungeon. In particolare, i nostri eroi dovranno gestire il proprio inventario delle attrezzature necessarie ad affrontare la missione senza appesantirsi troppo lo zaino. Praticamente la logistica all’interno di un dungeon.

Dungone Time - fonte: bgg

E a proposito di MS Edizioni, si presenterà alla Play con ben 5 titoli. Se di InBetween e Carcosa ne abbiamo già parlato abbondantemente, gli altri meritano qualche parolina in più. Miniature come se piovesse tra il futuristico Dreadball, sfide per 2 giocatori e localizzato con l’ultima versione del regolamento 2.0, e The Walking Dead: All Out War, una valanga di zombi (ancora) per il gioco di miniature della celebre serie televisiva, con questa nuova wave, la quarta, potrete introdurre il cattivissimo Governatore. Infine, aria teutonica in un velocissimo titolo german di colonizzazione marziana, Pocket Mars, dove vi troverete a caricare cubett… ehm, coloni, nei vostri shuttle per trasportarli sul pianeta rosso e nel mentre dovrete costruire edifici per accoglierli e sfruttare le loro abilità speciali. Rapido e veloce, fino a 4 giocatori, anche se un pochino astratto, interessante anche la versione in solitario.

Tthe Walking Dead Wave 4 Dreadball

Pure delle novità dV Giochi avevamo già parlato, a Play potremo vedere finalmente Near and Far, attesissimo sequel di Above and Below e disponibile alla fiera modenese in poco più di un centinaio di copie (il capodanno cinese ha rallentato i piani di consegna e alcuni titoli di diversi editori verranno consegnati via area e in poche copie), Deckscape – Furto a Venezia, e i due titoli per giovanissimi Stoplight e Speed Colors. Novità degli ultimi giorni sarà invece The Mind, dagli stessi autori di The Game. In The Mind da 2 a 4 giocatori coopereranno per costruire delle scale numeriche al centro del tavolo, il gioco non ha turni predefiniti, quindi ognuno gioca la carta che vuole quando vuole, e si potrà comunicare solo tramite le menti e sguardi assassini ed accusatori (d’altronde gli occhi sono lo specchio dell’anima). The Mind sarà disponibile in versione multilingue, mentre per la versione targata dV si dovrà aspettare l’estate del 2018 (leggi “ci saranno poche copie”). Ma la vita non si ferma alla Play, e nel lungo periodo dV Giochi ha in serbo altre due novità: si tratta delle versioni rinnovate e “pimpate”, made in Super Meeple, di U.S. Telegraph, già riedizione di Attika, e Java, rinominato Cuzco. Il primo è un gioco di connessione e colonizzazione territori nel tentativo di costruire edifici e sfruttare le risorse presenti nella mappa, il secondo è un gioco di costruzione dove edificando villaggi, risaie, palazzi, canali di irrigazione, ecc. guadagnerete punti vittoria. Per questi ultimi due titoli bisognerà aspettare verosimilmente l’inizio dell’estate se non oltre.

The Mind Cuzco

In quanto a novità per la kermesse modenese Red Glove non resta di certo a guardare. Di Keyper sapevamo già tutto da Lucca dello scorso anno, per chi non se lo ricorda è un titolo di piazzamento lavoratori, raccolta risorse ed edificazione edifici caratterizzato da tanti meeple colorati, in cui ogni colore migliora l’efficienza di un’azione specifica, e da delle plance a geometria variabile che si piegano e modificano ad ogni turno. Della stessa famiglia sarà presente Keyflower, gioco di aste e costruzione del proprio villaggio, per cui Red Glove porterà anche due sue espansioni; Keyflower: I Contadini, che aggiunge gli animali da allevare e potenzia il lato relativo all’agricoltura, e Keyflower: I Mercanti, che introduce nuovi edifici e i contratti commerciali. Verremo poi trasportati nella Scozia del diciannovesimo secolo, durante la transizione da l’economia agricola a quella industriale con I Clan di Caledonia, titolo economico di connessioni che ha avuto un grande successo all’ultimo Spiel di Essen. Inoltre si annuncia un ritorno dal passato, direttamente dal 2011, con la localizzazione di Trajan, di un certo Stefan Feld che nessuno ha mai sentito nominare, titolo ad ambientazione antica Roma, dove con la meccanica della mancala (raccogli i cubetti e distrubiuscine uno per spazio) dovremo influenzare diversi aspetti della vita romana evitando di essere puniti dal senato. Ma la novità più appetitosa, almeno per me, è sicuramente la presenza in anteprima di due nuovi eserciti per Warstones, i Silvani e gli Inomaka. Infine, sarà presentato un accessorio, la Sapphire Bag, una borsa rinforzata per trasportare fino a 10 kg dei nostri preziosi giochi (perché non siamo noi a possedere i giochi… sono loro a possedere noiiiiiii).

Clans di Caledonia Keyflower the farmers

Cranio si presenterà al Festival del Gioco con diversi titoli, tra cui due sviluppati dal Grande Cranio in persona (o in teschio, come preferite), come il dadoso Tex, in collaborazione con Sergio Bonelli edizioni ed ispirato al personaggio dei fumetti Tex Willer. In questo titolo da 2 a 6 giocatori si divideranno in fazioni, buoni contro cattivi ovviamente, per una sfida all’ultimo colpo di pistola. A guidare il tutto saranno i dadi, che permetteranno di giocare carte azione, interessante il fatto che ogni personaggio abbia un suo mazzo di carte azioni speciali che lo caratterizzano. Altro prodotto made in Cranio è Fuorisalone, leggerissimo e fortunoso gioco di raccolta oggetti e composizione pattern realizzato apposta per la manifestazione Fuorisalone del Design di Milano, le carte nel gioco raffigurano famosi oggetti di design e il tabellone riporta proprio la mappa di Milano con luoghi rilevanti per la storia del design nella città della moda, ma anche nel nostro paese. Tra le localizzazione, oltre a 13 Giorni, ormai già in distribuzione da un mesetto, troveremo Noria, Santorini, Pulsar 2849 e l’attesissimo Sagrada, dove da 2 a 4 giocatori costruiranno vetrate colorate a colpi di tantissimi dadi colorati (anche per questo titolo sono previste pochissime copie quindi meglio prepararsi allo sprint).

Tex - fonte: sito cartoomics Sagrada - fonte: pagina Facebook di Cranio Creations

È il turno di Giochix che oltre a portare Half-Pint Heroes localizzato in italiano, presenta anche la nuovissima localizzazione di Altiplano, gioco che si è fatto notare all’ultimo Essen per la meccanica di bag-building, ereditata dal fratellone maggiore Orleans, e per la presenza di un lama o alpaca (mai capita la differenza) in copertina. Nel proprio ventaglio di proposte saranno anche presenti:

  • Sakura: del famosissimo Rener Knizia, titolo che promette alta interazione e meccaniche push your luck, dove i giocatori impersoneranno artisti che cercano di dipingere l’imperatore del Giappone che passeggia tra gli alberi di ciliegio senza finirgli tra i piedi e incappare nella sua “godzilliana” ira.
  • Samhaim: titolo già presentato da mesi in cui i giocatori dovranno guidare la ribellione dei celti contro le legioni romane, o meglio, lotteranno per essere il capoclan che guiderà la ribellione, poi quel che succede contro i romani si vedrà. Presenta una meccanica di piazzamento lavoratori tra villaggi e templi per guadagnare il favore delle masse e ampliare il proprio clan, al contempo arginando la propaganda romana.
  • Chimera Station: altro titolo proveniente da l’ultimo Spiel e sempre di piazzamento lavoratori, anzi, alieni. In Chimera Station, infatti, vi troverete a piazzare alieni mutanti, e a seconda di come li farete mutare avranno effetti particolari su alcuni luoghi in cui andrete a piazzarli.
  • Pixie Queen: chi non vorrebbe essere un folletto che vola nudo tra i prati della Cornovaglia cercando di rubare oggetti preziosi o fare dispetti agli umani nel tentativo di essere il meno punito dalla terribile e tirannica regina dei folletti? Gioco con punteggio “alla rovescia” dove il vincitore sarà colui che riesce a diminuire il più possibile le proprie penalità.
  • Medioevo Universale: universale di nome e di fatto date le titaniche dimensioni di questo titolo. Chiunque sia stato almeno una volta alla Play sa di cosa parlo… in Medioevo Universale è possibile fare letteralmente qualsiasi cosa fosse possibile fare nel Medioevo come capi di una qualsiasi regno dell’epoca.
  • Container 10th Anniversary Jumbo Edition: nuova versione del famoso Container con miniature di navi di oltre 17 cm… no comment.
Sakura Altopiano

Terminiamo la nostra carrellata di novità per Play con Dal Tenda che porta in anteprima Dragon’s Path, titolo di carte per 2 giocatori della durata brevissima di 10 minuti. Il titolo prevede di seguire dei percorsi, prima dell’avversario, per trovare il drago per primo. Ogni percorso dona a chi lo percorre poteri speciali, il primo che ne percorre 4 uguali o 5 diversi verrà proclamato vincitore. Si tratta del primo titolo di un progetto ad ampio respiro, il Deck Box Game Line, che consiste in una collezione di giochi di carte contenuti in un Deckbox. Inoltre, l’editore proporrà due localizzazioni: The Chameleon, party game fino ad 8 giocatori che gioca con le parole in cui un giocatore sarà il camaleonte e dovrà scoprire una parola segreta mentre gli altri dovranno cercare il camaleonte; e Santa Maria, gioco di colonizzazione da 1 a 4 giocatori. Infine, Dal Tenda porterà a Modena anche l’espansione di Suicidium, ossia Suicidium Party, che espande il gioco a 5 e 6 giocatori, introducono nuove carte oggetto e i personaggi muniti di abilità speciali.

The Chameleon Santa Maria

Chiudiamo questa panoramica di news con un concorso fotografico intitolato “La TUA stanza profonda”. Si tratta di un concorso di fotografia delle vostre sessioni di GDR, per citare il comunicato stampa: “…ogni bosco può nascondere una strega, ogni villaggio adoratori del demonio, ogni pozzo, grotta o tomba un dungeon…” Dove si apre la porta del tuo immaginario condiviso? Chi sei tu e quali PG ruolano i tuoi compagni? Cosa accade dentro e intorno il tuo gruppo di giocatori di ruolo? Ma soprattutto: cosa nasconde la TUA stanza profonda? Il concorso è organizzato da Gattaiola.it e RiLL – Riflessi di Luce Lunare, le iscrizioni sono aperte fino al 10 aprile, a questo link, e in palio abbiamo: esposizione al pubblico del festival internazionale Lucca Comics & Games 2018; pubblicazione sul blog di cultura ludica Gattaiola.it, sul sito RiLL.it e sulla rivista Io Gioco; una copia omaggio, autografata dall’autore, di “La stanza profonda” (Laterza Editori), una copia omaggio dell’antologia del Trofeo RiLL del 2017 (collana Mondi Incantati) e un abbonamento valido per tutta la durata del festival internazionale Lucca Comics & Games 2018.

 

Related Posts

  • 12
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    12
    Shares
  •  
    12
    Shares
  • 12
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy