Flash News Corner #25: notizie in breve dal mondo ludico

Flash corner

di Gioconauta

A ridosso della Play (dal 6 all’8 aprile, ricordatevelo) le nostre usuali Flash News continuano ad essere obnubilate dall’appuntamento ludico modenese per eccellenza. Bando alle ciance e buttatevi subito sulla lettura, conosciamo bene la vostra sete di notizie… soprattutto se sintetizzate e ben commentate. :-)

Iniziamo con le novità da parte di Ghenos, che si presenta al festival del gioco con una lunga serie di titoli. Tra le novità acquistabili, lanciando direttamente il vostro portafogli oltre il bancone, troveremo vecchie conoscenze come Dragon Castle e Azul. Relativamente “meno noti” sono invece:

  • Dungeons&Dragons – Rock Paper Wizard: finalmente un titolo che non parla di come gli avventurieri eliminano il famoso drago del dungeon a difesa del tesoro, ma di come, dopo averlo eliminato, litigano furiosamente tra di loro per dividersi le ricchezze. Da 3 a 6 giocatori avranno a disposizione un grimorio di carte incantesimo comuni (tutti tratti da D&D e, teoricamente, ben noti agli appassionati del gdr) che dovranno mimare con le mani (si, avete letto benissimo…) nel momento giusto e lanciarli contro gli avversari per allontanarli dal tesoro. Idea certamente originale per un party game, da vedere poi effettivamente come funzionerà nella pratica, senza scatenare una babilonia di gesti inconsulti e mezz’ora di discussione su chi ha lanciato cosa e come.
  • Boufbowl: giocare a football con i personaggi di Krosmaster Arena è ora possibile, per chi avesse maturato pure questo insano desiderio. Titolo per 2 giocatori e disponibile al momento solo in lingua inglese. Le meccaniche saranno in parte quelle che già conosciamo, due azioni di base e la possibilità di incrementarle con le carte abilità dei personaggi… e dadi.
  • Charterstone: ok, se non avete mai sentito parlare di Charterstone probabilmente vivevate su Marte, e lo stavate terraformando. Charterstone è il molto discusso piazzamento lavoratori Legacy, dove il vostro villaggio crescerà nell’arco delle 12 partite attaccando adesivi edificio e scoprendo nuovi personaggi utilizzabili. Di più non si può dire altrimenti si sfora nell’ambito dello spoiler. Fino a 6 giocatori assolutamente non cooperativo.
  • Between Two Cities – Capitals: espansione per il noto party game Betwen Two Cities dove si aggiungeranno nuovi elementi architettonici per costruire le vostre città, in particolare i paesaggi, i distretti e gli edifici civici.

E le novità? Tranquilli! Non mancheranno chicche come la versione definitiva di Alone della Horrible, il dungeon crawling “alla rovescia” dove i cattivi generano alieni e il master dovrà far fuggire dall’astronave l’unico eroe sopravvissuto. Avremo poi le anteprime di Coimbra e Feudum. Il primo è un eurogame di piazzamento dadi dove i giocatori dovranno acquistare carte, pagandole in base al valore del dado che utilizzeranno appunto per acquistarle, al fine di acquisire privilegi, punti vittoria e salire su delle scale particolari per attivare ulteriori benefici. Non mancherà una parte di esplorazione della mappa allo scopo di “occupare” abbazie e altri luoghi. Feudum, invece, ha fatto parlare molto di sé a causa di alcuni intoppi con il kickstarter. Si tratta di un german da 2 a 5 giocatori dove dovrete gestire i vostri feudi durante il medioevo utilizzando personaggi dell’epoca, partecipando a gilde e affrontando le pretese del re. Altra novità che potrete provare allo stad Ghenos, anche se presentata da Kaleidosgames, è Vektorace: gioco di corse dove automobili e scatola avranno forma ottagonale e vi troverete in una sorta di corsa di miniature che utilizzerà dei segmenti di diversa lunghezza, le marce, per misurare l’ampiezza dei movimenti… ha qualcosa del vecchio Bolide a leggerne la descrizione.

D&D Rock Paper Wizard Boufbowl

Cosplayou, la giovane casa editrice nata dalle fervidi menti di un gruppo di appassionati di boardgame e cosplay, e chi lo avrebbe mai detto, ci porterà nella preistoria e all’epoca dei dinosauri con il loro Meteors. In questo gioco di carte da 2 a 5 giocatori, durata indicativa 30 minuti, dovrete selezionare dinosauri dalla vostra mano e attivare devastanti effetti come schiudere uova, alzare il livello degli oceani, liberare i terribili Tirannosauri Rex e lanciare la meteora. Quando parlo di lanciare la meteora… intendo proprio lanciare una meteora (ok, è una pallina da ping pong ma non prestiamo troppa attenzione alle sottigliezze) nella scatola, piena di particolari inserti, per attivare determinati effetti e ridurre le dimensioni dei branchi di dinosauri avversari. La grafica dovrebbe fare la parte del leone in quanto curata da Daniele Oriuzio, già famoso per Dark Tales e Magic.

Meteors

Pendragon non sarà da meno presentando le sue due novità di punta: l’edizione italiana di First Martians e il gioco da tavolo di Breaking Bad. Il primo, per chi non lo sapesse, si tratta di un remake, anche se in realtà ben diverso, del ben noto Robinson Crusoe: Adventure on the Cursed Island della Portal. Quindi un titolo cooperativo che condivide la medesima meccanica del lancio dei dadi per eseguire azioni e vedere che sfortune arrivano. In aggiunta, gli eventi del gioco saranno scanditi da un’app per smart phone e la scatola dovrebbe contenere due campagne composte di 5 partite ognuna. Nel gioco di Breaking Bad potrete invece decidere di fare la parte dei cattivi, cercando di eliminare gli avversari o produrre abbastanza Blue Sky per vincere, oppure unirvi alla DEA ed eliminare le fazioni criminali giocando carte raid. In aggiunta avrete la possibilità di provare la versione ormai definitiva de La Via dei Panda, di prossima uscita, di cui avevamo già parlato un anno fa, quando lo provammo insieme al prototipo di Xi’an – L’Esercito di Terra Cotta alla scorsa Play, in questo link.​

First Martians Breaking Bad

Non può ovviamente mancare Asmodee Italia tra i principali attori della Play. L’ex-Asterion porterà in super anteprima l’espansione di Abyss: Leviathan che introduce il quinto giocatore, oltre ai terribili leviatani, nuovi nobili, le leggi marziali e nuovi alleati. In aggiunta vedremo altre 3 loro novità: Decrypto, di cui abbiamo già parlato, Rising Sun e Star Wars: Legion. Di Rising Sun si è parlato tanto e in ogni dove, il discusso titolo di Lang, lo stesso di Blood Rage, ambientato nel Giappone medioevale, dove i giocatori dovranno negoziare e stringere alleanze cercando di occupare territori e acquisire carte. La meccanica di base è quella della selezione di tessere azione ad ogni turno, che fanno compiere la medesima azione anche agli avversari ma in modo potenziato al giocatore che la seleziona e al suo alleato, e un sistema di combattimento a zone in cui i giocatori dovranno puntare segretamente più denaro dell’avversario sulle varie zone. Mentre Star Wars: Legion è un gioco di miniature a sfondo Star Wars, ovviamente, in cui il set base comprende 33 miniature non dipinte e diversi elementi terreno. Il punto forte di questo titolo dovrebbe essere la semplicità del movimento delle miniature che avviene con uno strumento snodabile, tipo in Armada, e una volta spostato il capo unità tutte le truppe subordinate si sposteranno con lui. Premessa interessante, ma resterà da verificare se con il materiale di una sola scatola sarà possibile effettivamente giocare partite complete e non “zappate” come invece capita con gli LCG de La Leggenda dei 5 Anelli e del Trono di Spade.

Abyss Leviathan Rising Sun

Fever Games ha annunciato la localizzazione in italiano di Architects of West Kingdom, di cui è appena terminato il Kickstarter. Primo titolo di una nuova trilogia di giochi, seguito della famosa trilogia North Sea, in Architects of West Kingdom faremo punti vittoria costruendo edifici e facendo avanzare i lavori della cattedrale, durante la partita i giocatori saranno chiamati a prendere delle “decisioni morali” che potrebbero cambiare l’esito dello scontro. Il titolo dovrebbe offrire elevata longevità grazie ad un gran numero di lavoratori con abilità variabili e oltre 30 edifici. Ottime premesse!​

Architects of West Kingdom - personaggi Architects of West Kingdom - edifici

Giochix lancia il crowfunding dal vivo in occasione della Play. Questo “esperimento” consiste nel finanziare determinati add-on e gadget direttamente alla Play comprando titoli allo stand Giochix entro le 14:00 di domenica 8 aprile. Se si raggiungerà un certo numero obiettivo di titoli venduti durante l’evento, gli acquirenti potranno presentarsi con lo scontrino allo stand Giochix e ritirare il proprio premio tra: monete di metallo per Medioevo Universale, confezione porta gemme per Viceroy, l’espansione Heroes di Virus, i Village Meeple per Samhaim o una carta promo per Half-Pint Heroes. Trascurando la logica obiezione che se questi stretch-goal sono disponibili domenica in fiera non ci dovrebbe essere la necessità di finanziarli… sarà interessante vedere come evolverà la cosa.​

Monete Medioevo Universale Village Meeple Samhain

Red Glove torna nuovamente a far parlare di sé annunciando il primo torneo ufficiale di Warstones, che si terrà l’8 aprile a partire dalle 10:00. In palio ci sono buoni acquisto da spendere da DungeonStore rispettivamente del valore di 250€ per il primo classificato, 100€ per il secondo e 50€ per il terzo. Partecipazione gratuita ma i posti non sono molti. Regolamento a questo link.

Play sarà anche un punto di incontro sempre più importante per gli autori e gli aspiranti tali. Oltre a PlayTrade, di cui avevamo già parlato qui, ci sarà la presentazione ufficiale di SAZ Italia e delle sue attività. SAZ Italia è la costola italiana dell’associazione internazionale di autori di giochi da tavolo, per darvi idea di che si tratta prendo in prestito le parole del comunicato stampa ufficiale: “LA SAZ (Spiele-Autoren-Zunft) nasce in Germania nel 1991 per rappresentare gli interessi degli autori di giochi da tavolo verso il pubblico, gli editori e le istituzioni. Ad oggi conta più di 450 iscritti e include tra le proprie attività il supporto ai game designer nella definizione degli accordi con gli editori, i rapporti con le istituzioni per il riconoscimento del valore culturale e sociale del gioco, e l’organizzazione di campagne come “Games Also Have Authors” per sensibilizzare i media e il pubblico verso la figura dell’autore dei giochi da tavolo.” Nella giornata di venerdì 6 aprile, durante PlayTrade, alle 11:20 il portavoce Walter Obert presenterà SAZ Italia e per il resto della giornata seguiranno i seguenti incontri:

  • Alle 11:40 “Il contratto di pubblicazione”.
  • Alle 14:00 “Da una buona idea al prototipo: il tuo gioco è pronto?”.
  • Alle 14:20 “Difendere le proprie meccaniche o lasciarsi guidare dall’editore?”.
  • Alle 16:00 “I testi sacri (e qualche corso) di riferimento del buon game designer”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD