Dungeon Drop, chi semina cubetti raccoglie punti

Dungeon Drop

di Daniel “Renberche” | Dungeon Drop

Quando le idee latitano è il momento migliore per far uscire tutto il proprio pensiero laterale. Poi che questo sia laterale o più dall’alto fa lo stesso. Ricordatevi però il cartello di attenzione caduta cubetti. Buona lettura!

In Dungeon Drop i giocatori vestono i panni di gagliardi eroi intenti ad esplorare e a destreggiarsi tra le proprie abilità cercando di portarsi a casa il maggior bottino possibile. Infatti sarà l’eroe con il tesoro maggiore a vincere il favore della Regina e dichiararsi il vincitore. L’autore è Scott R. Smith per la Phase Shift Games, alla data dell’articolo ha già abbondantemente superato la quota minima di finanziamento su Kickstarter.

Numero di giocatori: 2 – 4
Durata: 10 – 20 minuti
Link al Kickstarter: click
Link al regolamento: click

| Setup & Materiali

Ogni giocatore pesca casualmente un carta Razza e una Classe, da porre a faccia in su, e così l’eroe è formato.  Gli indicatori di turno sono posti nelle carte Razza e andranno distribuiti in base alla pesca. Ognuno poi pesca una carta Quest, da mantenere segreta, che determinerà come converrà collezionare le gemme durante la partita.

Prendere tutti i cubetti piccoli, aggiungere il cubo rosso del Drago, e metterli al centro del tavolo sparsi in un’area dai 6 ai 12 pollici, in modo che non si tocchino. Dentro la scatola apposita andranno tutti gli altri cubetti più larghi.

Dungeon Drop

| Il Gioco

La partita a Dungeon Drop dura tre round, ogni Ere eseguirà un turno per round nel modo seguente:

  1. Esplorazione: pescare cubi dalla scatola, senza guadarli, e letteralmente gettarli in mezzo al tavolo. Il numero di cubi dipende dal numero di giocatori al tavolo.
  2. Azione: si può attivare l’abilità della propria Razza o quella della propria Classe.
  3. Bottino: formare una stanza selezionando tre cubetti Colonna (sono quelli neri) e raccogliere tutti i cubetti presenti all’interno di quello spazio. L’azione non può essere eseguita se si dovesse perdere l’ultimo punto vita rimasto (ci sono vari mostri, dal drago ai goblin che possono ferire il giocatore).

Alla fine del turno si conta il “peso” dei tesori raccolti e si riassegna l’ordine di gioco.

Alla fine dei tre round si rivelano le carte Quest, si tira un dado per ogni set Chiave + Cassa e in base alla carta si calcolano i punti dati dai cubetti e chi totalizzerà il valore più alto sarà il vincitore.

Dopo qualche partita è consigliata la modalità dove avete una specie di meeple assistente nel dungeon che fornirà ulteriori punti in base a come finirà nella fase Bottino.

| Considerazioni

Mi sembra abbastanza palese che Dungeon Drop è un gioco dalla semplicità lampante, con alcuni elementi al limite del non ti curar di lor, ma guarda e passa, tipo nella modalità di gettata dei cubi (che i cubi cadano non è una novità però qui è all’estremo). Si tratta di un giochino semplice, bello colorato, dalla grafica fumettosa e dalla durata al limite di un setup di un gioco. La parte più interessante credo sia nello scegliere quale abilità utilizzare e come gettare i cubetti sul tavolo. Nulla di particolarmente rilevante ma se qualcuno di voi è in cerca di giochi semplici e veloci questo può fare per voi. La selezione di filler e giochi a tema dungeon comunque non manca.

Related Posts

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 Responses to Dungeon Drop, chi semina cubetti raccoglie punti

  1. Avatar Giorgio ha detto:

    Sembra carino…. personalmente sono più attratto dal KS di Dungeon Brawler, ma un pensierino ce lo faccio, eventualmente me li porto a casa entrambi.
    A proposito voi che ne pensate di Dungeon Brawler? Ce lo fate un articoletto analogo a questo?

    Grazie!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy