Le Escape Room da Tavolo

iconadi Sara “Miss Meeple”  Trecate | Le Escape Room da Tavolo

In quasi tutte le grandi città è ormai presente un’escape room (o addirittura più di una!). Sono quelle stanze in cui vieni “rinchiuso” per un’ora con un gruppo di amici, e insieme cercate di risolvere enigmi e raccogliere indizi per trovare la via d’uscita. Ebbene, da qualche anno sono diventati celebri anche le trasposizioni in scatola di queste avventure claustrofobiche.

All’interno delle mura domestiche potrete aprire una scatola, leggere una storia, osservare materiali di carta, plastica, o altro… Sono tutti indizi per trovare la soluzione di un mistero. Esistono diverse serie di Escape Room, e ognuna è composta da più avventure. In questo video vi presento le più famose: Deckscape, Unlock, Escape Room il Gioco, Escape Tales, e aggiungo Sherlock, che rientra più nella categoria dei giochi investigativi, ma condivide il meccanismo di ricerca e collegamento indizi.

Nella maggior parte dei casi ho riscontrato che l’esperienza rimane intatta, emozionante e appassionante come nelle vere escape room. In aggiunta, è spesso possibile giocarle anche in solitaria, cosa più difficile quando si tratta di stanze reali dal costo spesso molto alto.

Vi spiegherò come funzionano le varie escape room (senza spoiler!) e vi presenterò pregi e difetti di ogni serie. Sul finale del video, scoprirete qual è la mia preferita!

Ho approfittato dell’occasione per chiedere ai Nauti cosa pensano del filone delle Escape Room:

“Apprezzo molto il genere delle Escape Room da tavolo in quanto sono affascinato dal mix di rompicapi da affrontare. E’ stimolante lavorare in squadra per risolverli scoprendo come altri possono approcciare gli enigmi con punti di vista diversi. Fra le varie esistenti per me (almeno finora) Unlock ha avuto una marcia in più sia per la tipologia degli enigmi sia per come questi sono stati integrati nelle ambientazioni. Ci tengo anche a menzionare Escape Tales il risveglio in cui i rompicapi si mescolano con una storia a bivi che porta a finali diversi.”
– Alberto “Doc” –

“In ordine di gradimento:
Unlock!: il mio preferito, offre una grande eterogeneità di storie e di enigmi, da questo punto di vista a mio parere la serie migliore sul mercato. Utilizza in modo ottimo l’app sia per gli aiuti per che per la risoluzione degli enigmi e si apprende velocemente grazie all’ottima avventura tutorial. Per contro serve un cellulare per giocarci e non tutte le storie offrono enigmi avvincenti, in alcuni casi mi sono trovato a fare cose un po’ ridicole.
Escape Tales: storia corposa con finali multipli che ne aumentano la longevità. Bellissima la struttura ramificata e la gestione dello spazio che porta ad esplorare i vari livelli. Per contro l’app è decisamente meno accattivante e fruibile di Unlock!, gli enigmi in molti casi non ti spiegano bene cosa devi fare e ha dei particolari che in certi punti che ho trovato demenziali, cosa che stonava con l’ambientazione.
Deckscape: singole avventure in scatole poco ingombranti ed economiche. Ottima la gestione degli aiuti tramite le carte, ben realizzate e fruibili. La serie offre delle avventura che mi hanno lasciato delle sensazioni a tratti altalenanti, soprattutto nei finali di alcune. Alcuni enigmi tendono a prendere troppa ispirazione dalle avventure precedenti.
Exit: probabilmente l’escape room game che offre il livello di sfida più avvincente, ma è anche la serie ambientativamente più fredda con enigmi presentati in sequenza senza troppi fronzoli. La cosa mi ha indisposto un po’ e ho trovato il sistema degli aiuti troppo macchinoso ed ingombrante; oltre al fatto che alcuni aiuti erano completamente inutili.
Sherlock: provata solo l’avventura demo, la meccanica di scansione del mazzo è un’idea originale per il genere deduttivo, ma a mio parere poco sfruttata. Avrebbe funzionato meglio, con qualche aggiustamento, per un gioco competitivo. Bella l’idea di poter sentir leggere l’intro del caso dai propri blogger preferiti.”
– Davide “Canopus” –

Related Posts

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy