Gorinto, manipola gli elementi e ottieni la saggezza

Gorinto cover

di Daniel “Renberche” | Gorinto

Possono uscire giochi german con complicati piazzamenti lavoratori incrociati, american dai tiri di dado frazionati, con narrazioni e miniature a grandezza naturale, party game da giocare in solitario, ma i cari vecchi giochi astratti avranno sempre un loro fascino. Buona lettura!

In Gorinto i giocatori andranno a manipolare gli Elementi per cercare di ottenere saggezza e armonia. Terminata la parte di ambientazione si tratta di un astratto di collezione tessere, con obiettivi variabili di partita in partita. L’autore del gioco è Richard Yaner per la Grand Gamers Guild; il progetto è agli sgoccioli su Kickstarter ma la soglia di finanziamento è già stata ampiamente superata.

Numero di giocatori: 1 – 4
Durata: 30 – 60 minuti
Link al regolamento: link
Link al Kickstarter: link

| Setup & Materiali

Posizionare il tabellone al centro del tavolo, rappresentante la Montagna, con la plancia col tracciato Saggezza (punteggio) vicino. Mettere le 100 tessere Elemento dentro il sacchetto e pescarne tante fino a completare lo schema riportato sulla carta Cima, mettendone anche più di una per spazio; pescarne altre dieci da mettere nella cornice attorno alla plancia, detta Percorso.

Mettere due carte Obiettivo e due carte Elemento chiave sulla plancia del punteggio, le altre carte vanno nella scatola.
Ogni giocatore sceglie un colore, si prende la relativa plancia e piazza il proprio segnalino Saggezza sullo spazio iniziale del tracciato e, scelto a caso un primo giocatore, si può iniziare.

| Il Gioco

Una partita a Gorinto è divisa in quattro Stagioni. In ogni stagione i giocatori eseguiranno un numero uguale di turni, alla fine di ogni stagione si valuteranno i punti presi dalle carte obiettivo presenti. Alla fine del gioco si valuteranno anche le altre due carte presenti.

Il turno di gioco consiste nello scegliere una delle tessere disponibili dal Percorso, posizionarla in uno spazio in linea retta sopra uno spazio Montagna e collezionare tessere in base al livello di Conoscenza e secondo lo schema relativo alla tessera. Il livello di Conoscenza è dato da uno più il numero di tessere della tipologia scelta sul Percorso che già si possiede, mentre ogni tessera, ovvero ogni Elemento, ha una sua particolare modalità di raccolta. Per esempio il Vento permette di collezionare dai quattro spazi adiacenti ortogonalmente allo spazio dove si è posta la tessera dal Percorso, il Fuoco dall’intera colonna, etc.

Nel momento in cui ci sono meno tessere che giocatori nel Percorso (in due è presente una variante che fa eliminare una tessera aggiuntiva a turno) una Stagione termina. Si ricevono punti per entrambe le carte Punteggio e si prepara la Stagione successiva: si sposta il segnalino Stagione, si scartano dal gioco le eventuali tessere rimaste sul tracciato Percorso e se ne pescano di nuove, si passa il segnalino primo giocatore a colui che è più indietro nel tracciato dei punti.

Alla fine della quarta Stagione il gioco termina. C’è un calcolo finale dei punti in base alla due carte Elemento Chiave, in pratica si ottengono due punti per ogni tessere relativa all’elemento indicato e alla fine chi avrà ottenuto più punti sarà il vincitore.

Esiste una variante in solitario, dove ci scontrerà contro un avversario automatico, la volpe Kitsune. Questa ha un meccanismo di movimento e raccolta automatico con due tessere da porre sul tabellone, la testa e la coda, che si attiveranno durante i turni di gioco. Questa variante è stata progettata dall’ormai specialista David Turczi.

| Considerazioni

Quanto descritto è Gorinto, un gioco astratto che sembra riportare la gran parte dei pregi e difetti standard che hanno, in generale, questo tipo di giochi. Le regole sono molto semplici, le partite stanno nell’ora e si possono intavolare con facilità. Di contro se non amate il genere non credo troverete nulla che vi possa far cambiare idea. Il gioco di per se non è particolarmente innovativo ma unisce i due elementi della raccolta tessere via pattern e gli obiettivi casuali diversificati, che potenzialmente rende la partita sempre diversa. Se vi incuriosisce avete ancora qualche giorno per partecipare al Kickstarter, altrimenti ci sarà da aspettare la versione commerciale. Se cercate subito qualche gioco astratto di tessere perché non considerare Azul o Qwirkle?

Related Posts

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy
LIVE! venite a giocare con noi
offline - ci vediamo Giovedì alle 20.30