Rune Stones – Recensione

| Regolamento

Una partita a Rune Stones si svolge lungo una serie di turni che si ripetono fin tanto che le condizioni di fine gioco non si realizzano, ovvero rivendicando il trono al raggiungimento di almeno 65 punti potere.

Prima di capire come funziona il gioco dobbiamo conoscere le carte druido e creatura:

Ogni carta ha in comune un valore in punti magici, un valore numerico e un’abilità. Le carte druido sono contrassegnate dal simbolo druidico della propria casata. Riconoscere una carta dal tipo (druido o creatura) sarà fondamentale per la particolarità della meccanica del deckbuilding ideata dall’autore per questo gioco.

Il giocatore di turno può eseguire una delle 3 azioni, così sviluppate:

  1. Evocare Creature: permette di giocare carte dalla propria mano sommando il valore dei punti magici indicati per comprare nuove creature che finiranno nella propria pila degli scarti. La restrizione è data dal fatto che i punti magici devono sempre essere dello stesso colore. È possibile sommare i punti magici delle carte aventi il multicolore.
  2. Utilizzare abilità: permette di giocare al massimo 2 carte dalla mano per utilizzare gli effetti di ciascuna. Gli effetti sono molteplici e permettono perlopiù di acquisire gemme, ottenere punti vittoria o lanciare un dado per ottenere ulteriori benefici. La particolarità di questa azione è data dalla regola di dover rimuovere dal gioco la carta col valore numerico più alto, se si tratta di una carta druido; se invece si tratta di una carta creatura, questa andrà nella pila degli scarti comune accanto al tabellone.
  3. Forgiare artefatti: permette di forgiare fino ad un massimo di due artefatti dalle fucine pagando il costo in gemme della quantità indicata sul tabellone e del colore dell’artefatto stesso. Un artefatto può costare 2 gemme, 3 gemme con bonus lancio del dado (che cosente di ottenere risorse o punti) o bonus pietra d’oro. Se un giocatore possiede almeno 3 pietre d’oro, attraverso questa azione, può spenderle per acquisire un qualsiasi artefatto disponibile. È inoltre presente un artefatto jolly al costo di 4 gemme di qualsiasi colore. Una volta forgiati, gli artefatti vanno posizionati sul colore corrispondente della propria plancia, purchè sia libero, formando una o due linee di artefatti. L’artefatto jolly può occupare qualsiasi spazio.

Dopo aver eseguito una azione, il giocatore di turno ha la possibilità di scambiare gli artefatti collezionati in rune stones e punti potere se in possesso di almeno 2 artefatti.

La plancia è formata da 2 serie orizzontali di artefatti separati. Il giocatore sceglie da quale serie scambiare tutti gli artefatti disponibili per ottenere una pietra runica dal tabellone ed i punti corrispondenti. È possibile scambiare da entambe le linee di artefatti per ottenere una rune stone ciascuna. Da qui il giocatore ottiene i punti di riferimento indicati sulla plancia e pietre runiche con effetto permanente per tutta la partita. Più artefatti si scambiano maggiori saranno i punti ottenuti.

La partita procede in questo modo finchè un giocatore non arriva a 65 punti potere o più per reclamare il trono dando però l’opportunità agli altri giocatori di fare un ultimo turno!

| Nocturnal Creatures – Espansione 1

Oltre al gioco base, ad Essen era già disponibile la prima espansione del gioco, essenziale per aggiungiere un pizzico di interazione e nuovi effetti, con una plancetta aggiuntiva che aumenta e velocizza il gioco e lo rende ancora più variegato. Con Nocturnal Creatures entrano in gioco le carte delle banshee che consetiranno di rubare a tutti gli avversari una gemma di un certo colore, specificato sulla carta. Oltre a questo effetto sarà possibile prendere carte gratuitamente dal mercato o addirittura resuscitarle dagli scarti comuni per riportarle nel mazzo oppure potremo catturare delle night wisp, piccoli esseri alati luminosi, ottenendo bonus immediati grazie alla scelta di una delle 4 tile disponibili sulla plancia della notte. Ulteriore chicca: ad inizio gioco si mescolano coperti dei token night wisp, che saranno poi estratti e posizionati scoperti sul tracciato dei punti. Per ogni night wisp rivelata ogni giocatore che raggiunge o supera il punteggio con la presenza dell’esserino magico, ottiene un bonus immediato scegliendo una tile dalla plancia della notte.

Pagine: 1 2 3

Related Posts

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy
LIVE! venite a giocare con noi
offline - ci vediamo Giovedì alle 20.30