Search Results for: NSKN

Magnifico

Gli otto del Magnifico 2019

di Daniel “Renberche” | Gli otto del Magnifico 2019

E anche quest’anno ludico, per quanto riguarda il premio Goblin Magnifico, sta volgendo al termine. Dopo mesi di discussioni la nutrita giuria, di cui faccio parte, ha tirato fuori gli otto di questa edizione e ora si prepara al rush finale. Ovviamente vi aspettiamo alla Play di Modena per provare tutti i titoli selezionati e per scoprire quali di questi verrà selezionato come Magnifico. Cosa troverete sui tavoli? Beh leggete e lo scoprirete. Buona lettura!

Dice Settlers, coloni rotolanti verso fertili terre

di Daniel “Renberche”

Unire il gesto american del tirare un dado a quello german del gestire una risorsa non è cosa insolita nei giochi moderni, c’è chi dice che sia un’eresia tirare dadi al di fuori di un dungeon, chi la adora perché permette di giocare a dei giochi seri senza scervellarsi troppo e chi invece rimpiange i cari vecchi meeple.

Spiel 17: Live Blogging dell’evento da Essen

di Davide “Canopus” Tommasin feat Max “Luna”

Come sono solito dire: a settembre termina l’anno accademico, ad ottobre termina l’anno ludico con la fiera di Essen, lo Spiel. Per chi non lo sapesse, ci leggono anche i neofiti, il “Internationale Spieltage”, Spiel per gli amici, è la fiera di riferimento per il mondo ludico e si tiene nella ridente cittadina tedesca di Essen, quest’anno dal 26 al 29 ottobre. Saint-Exupéry diceva che agli adulti piacciono un sacco i numeri, e allora snoccioliamo qualche cifra per farvi contenti: 72.000 metri quadri di spazio espositivo (66.000 l’anno scorso), 1.100 espositori (1.021 l’anno scorso), 175.000 visitatori da tutto il mondo nella scorsa edizione (e quando dico da tutto il mondo lo dico sul serio, qualche anno fa ho giocato con un brasiliano) e 35 anni di attività (questi sono partiti come una piccola convention di giocatori nel centro di formazioni per adulti di Essen, nome assai inquietante). Ma come ogni evento ludico, lo Spiel non è solo numeri, ma persone, giochi e patate a vite (piatto assurdo in cui si frigge una patata tagliata a forma di cavatappi, il sapore lascia molto perplessi). Immancabile come ogni anno il nostro live blogging, per cui saprete in tempo reale cosa vediamo, facciamo e giochiamo io, Renberche, Doc e Alkyla… ringraziamento speciale alla nostra Max “Luna” che mi supporterà dall’Italia così che possa salvare i miei pollici, perché di solito lo scrivo con un cellulare. Cosa non si fa per la divulgazione ludica! Buona lettura e buono Spiel 17.

Ditadinchiostro: pensavate di andare senza di me? E invece ci sarò anche io in fiera: preparatevi a commenti tutt’altro che buonetti e a incursioni velenose quando meno ve lo aspettate!

On the Board #85: Mistfall

di Luca”Maledice79″ Lanara Mistfall

Tanto richiesto, tanto atteso, tanto discusso… finalmente arriva un nuovo On the Board. Ma sopratutto andiamo a parlare di Mistfall. Cooperativo fantasy, di carte, che entra in un mercato invaso da titoli simili: la NSKN non ha paura di nessuno e porta un titolo davvero coraggioso, dalla grafica davvero invitante e dall’incredibile quantitativo di carte offerte. Quindi bando alle chiacchiere e vediamo insieme il nostro pensiero su Mistafall. Buona Visione…

odin

In the Name of Odin, nei freddi mari del nord

di Daniel “Renberche”

Mi sarebbe piaciuto titolare questo articolo con “Odino, il dio biondo, fa impazzire il mondo” ma ho preferito evitare riferimenti indiretti a noti slogan pubblicitari, mettendo in maniera più sobria il titolo di un gioco a tema nordico, caratterizzato dalla presenza di vichinghi, freddi villaggi, navi da guerra e spedizioni per uomini coraggiosi, sempre sotto l’occhio attento e vigile di Odino.

Buona lettura!

Flash corner

Flash News Corner #1: notizie in breve dal mondo ludico

Di “Gioconauta”

Diamo il via ad una nuova rubrica che darà spazio a notizie brevi, notizie che non hanno argomenti a sufficienza per fare un articolo ma che non per questo sono meno importanti. Spesso queste per la loro natura finiscono per disperdersi fra social, commenti e altre piattaforme diverse dal nostro portale. Qui avrete l’occasione di accedere ad un contenitore che le raggruppa periodicamente così da non perdere di vista aggiornamenti, annunci, prossime uscite, comunicati stampa e molto altro. Sarà inoltre un’occasione per comunicarvi anche nostre scelte editoriali o modifiche al sito. Buona lettura!

Progress: Evolution of Technology – Recensione

di Davide “Canopus”

Questo titolo mi fa venire in mente un momento del passato: era l’ultima sezione di corsi universitari prima della pausa estiva, l’anno proprio non me lo ricordo, seguivo il corso di Gestione dell’Innovazione e dei Progetti. Ricordo che era caldo, non come in questi giorni ma abbastanza per fare in modo che gli assistenti del professore riempissero di chiazze le loro camice siglate in modo comico, mentre si agitavano dietro la cattedra. Il professore no, lui aveva probabilmente più di 70’anni e di certo non aveva voglia né di agitarsi né di sudare. Come molti corsi universitari, anche in questo curiosamente la cosa che mi aveva colpito di più fu l’introduzione, probabilmente perché non ero un assiduo frequentatore di corsi. Questa introduzione aveva quel gusto di minestrina quando il professore di turno ti racconta il sommario del corso e a cosa servirà tutta quella roba che andrà a spiegare o che si trova nel libro di cui è l’autore. Insomma, un’introduzione come tante altre, anche relativa ad un argomento interessante se devo essere sincero, ma ad un certo punto quel gentile e mite professore si sporse in avanti dalla cattedra e con lo stesso tono di Fantozzi che si lascia andare ad un commento ben poco ammirevole per la corazzata Kotiomki, esclamò: “E mi rifiuto di pensare che l’innovazione nasca per caso come i funghi, o tutto quello che stiamo a studiare qui non serve ad un fico secco”. Grasse risate da parte di tutti per il tono completamente inaspettato dato lo stile del prof, amplificate quando dal fondo dell’aula qualcuno rispose: “sapevo io che ‘sta roba non serve ad un fico secco (non era proprio fico secco il termine ma ci leggono pure i bambini)”. Chissà cosa avrebbe pensato il mio professore di Progress? Probabilmente non avrebbe apprezzato la meccanica con cui le tecnologie innovative sono rappresentate da carte, pescate in modo casuale, sviluppabili o scartabili per guadagnare conoscenza. Ma forse non gli sarebbe dispiaciuta l’idea di concatenare le varie tecnologie tra loro, così da rendere più semplice lo sviluppo di determinate tecnologie se già se ne hanno sviluppate alcune in precedenza, secondo la logica dell’albero delle tecnologie. Ormai avrete capito di che stiamo parlando, Progress, frutto degli stessi autori del Exodus e portato nel bel paese da Giochix, è un gioco di carte, in teoria un civilizzazione leggera focalizzato sull’aspetto tecnologico, in pratica un astratto. Ma ora affrontiamo questo viaggio attraverso la storia del progresso tecnologico (mi sento un po’ Piero Angela).

Mistfall – Anteprima

di “Boiler”

In questi giorni si sta svolgendo su Giochistarter la campagna per il preordine di Mistfall. Per chi non lo sapesse, il suddetto titolo è stato lanciato qualche mese fa sulla piattaforma Kickstarter ad opera della NSKN Games (già noti per Exodus: proxima centaury e Progress evolution of technology) e quello presente sull’italica piattaforma da la possibilità di acquistare il gioco ad un prezzo molto conveniente grazie ad HC Distribuzione: un buon motivo per approfondire di che si tratta e cosa troveremo nella scatola.

Privacy Policy