Author Archives: Alkyla

Not Alone, il videotutorial

di Marco “alkyla” Oliva Not Alone

Not Alone è un gioco di carte semi-collaborativo, che vi immergerà nell’affascinante e pericoloso mondo di Artemia, pianeta finora sconosciuto anche ai viaggiatori del venticinquesimo secolo.

Il team di astronauti mandato ad esplorare il pianeta si è trovato subito nei guai a causa di un’avaria alla navicella, che ha fatto si che il primo contatto con Artemia fosse un brusco atterraggio di emergenza. I Sopravvissuti allo schianto, lanciato il segnale di soccorso, si sono messi ad esplorare lo stravagante pianeta, ma ben presto si sono resi conto di non essere soli. Un’entità aliena sta cercando di assimilarli al pianeta stesso, seguendoli e braccandoli in ogni angolo della superficie di Artemia.

Che tu faccia parte del team dei Sopravvissuti o che tu sia la spietata Creatura, in Not Alone avrai bisogno di deduzione, intuito e un pizzico di fortuna.
Quando arriveranno i soccorsi, ci sarà ancora qualcuno da salvare?

Tutti i dettagli del funzionamento del gioco in questo nuovo videotutorial di TOCCA A TE

This War (will not be) of Mine

di Marco “alkyla” Oliva This War of Mine

Ciao, mi chiamo Marco e amo il rischio. Settimane fa ho letto il Journal, regolamento introduttivo di This War of Mine, il survival collaborativo della Awaken Realms, che traspone da tavolo l’omonimo videogame ispirato al tragico assedio della popolazione di Sarajevo durante la guerra del ’92-’96, e ieri l’ho giocato per la prima volta, ospite di chi ha appena ricevuto la sua copia kickstarter.
Amo il rischio, perché giudicare un gioco dopo la prima partita non si fa. Men che meno se si tratta di un cooperativo a scenari. Peggio ancora se prevede una modalità campagna. Peggio del peggio è farlo mentre i generosi backers imbandiscono voraci le loro copie fresche di crowdfunding, mentre tutti gli altri attendono l’autunnale localizzazione italiana. Ma sono fatto così. O meglio, questa prima partita ha suscitato sentimenti che mi spingono ad argomentare e condividere le mie prime impressioni.
Dunque caro lettore, se ritieni che non sia legittimato a scriverne, non ti biasimo, ma meglio se la tua avventura con questo articolo finisca qui. In caso contrario l’avventura continua, salta su. Ecco cosa potrebbe capitarti di pensare alla prima partita a This War of Mine.

Crusaders: sia fatta la loro volontà…

di Marco “alkyla” Oliva crusaders

…almeno fino a che Re Filippo non ne ha abbastanza. Questa in estrema sintesi la storia raccontata in Crusaders: Thy Will Be Done.
Il nuovo titolo di Seth Jaffee ci cala nei panni di leader di ordini crociati. Usando una combinazione di meccanismo di mancala e rondella, faremo viaggiare i nostri cavalieri attraverso Europa e Medio Oriente per combattere nemici, costruire edifici e addestrare truppe, per essere l’ordine con la maggiore influenza. Quando gli Ordini diverranno troppo forti, il re Filippo, un tantinello nervoso, scioglierà tutti i Templari, ponendo fine alla festa e al gioco.
Ecco come funziona.

Hero Realms da Essen con furore

di Marco “alkyla” Oliva

La mia prima Essen si è chiusa con due giorni di anticipo rispetto agli altri colleghi Gioconauti. Nel momento in cui scrivo sono ancora lì a sudarsela tra gli stand. Il mio pensiero va a loro.
Così l’attesa del volo di rientro in aeroporto a Dusseldorf andava ingannata in qualche modo. Devo proprio dirvi come? Direi di no. Passerei direttamente al “con cosa”. Dopo un’iniziale sortita a Not Alone, di cui vi abbiamo già ragguagliato nel Live Blogging, ci siamo dedicati ad Hero Realms ed ecco com’è andata a finire.

RiTocca a Te

di Marco “alkyla” Oliva

Sapete cosa? La pausa è finita: TOCCA A TE ritorna in attività. Sul canale YouTube e qui su Gioconauta torneranno dunque (grazie a voi posso dirlo) a grande richiesta i videotutorial che tanto sono mancati, a me come autore e a voi come fruitori, dati i feedback ricevuti in questi mesi d’astinenza.

Ma facciamo un passettino indietro a beneficio di coloro che giustamente non sanno di cosa diavolo stia blaterando, così colgo la palla al balzo per rivelare qualche curiosità storica per coloro che invece seguono da tempo il canale.
Mi ripresento….

Robinson Crusoe alla ricerca del Dr. Livingstone con un libro-game

di Marco “alkyla” Oliva

E’ il 1871. Alcuni anni fa il famoso scienziato David Livingstone ed i membri della sua spedizione, si sono persi nel cuore dell’Africa. Dopo sei anni, le persone di tutto il mondo civilizzato ricevono una lettera dallo scienziato, che scrive di essere malridotto, gravemente malato e dice addio al mondo. Una missione di soccorso viene organizzata immediatamente. Lo scienziato deve essere trovato e tratto in salvo. Questo è il vostro compito!

Non potevo scegliere parole migliori di quelle con le quali lo stesso autore Ignacy Trzewiczek introduce Tracing Doctor Livingstone, l’ottavo scenario ufficiale del cooperativo Robinson Crusoe: Adventure on the Cursed Island, nel quale ultimamente noi Gioconauti ci siamo imbattuti più volte con piacere. Se non lo avete ancora provato, ecco perché è importante portarlo alla vostra attenzione.

Quando il Signore degli Anelli costruiva mazzi

di Marco “alkyla” Oliva

Ho idea che ci sia scappata una chicca. Vi risulta che in Italia si sia parlato di The Lord of the Rings: Deck-Building Game (occhio, non il Living Card Game!)? Neanche a me e temo sia passato sotto traccia un titolo…anzi più d’uno, che meritano un approfondimento.

La Progettazione dei Giochi da Tavolo

di Marco “alkyla” Oliva

È con immenso piacere che annunciamo la prossima pubblicazione del libro sul game design La Progettazione dei Giochi da Tavolo di Walter “Plautus” Nuccio (Mursia editore), autore tra l’altro della rubrica La Parola al Designer qui su Gioconauta.
Era un’estate di qualche anno fa, ancora prima della collaborazione di Walter con Gioconauta, quando al telefono parlavamo di questo suo progetto. È per questo che, dopo tanto tempo, è ancor più un onore anticipare qui che la presentazione del volume avverrà in quel di Modena alla prossima Play.
Noi di Gioconauta non mancheremo naturalmente, ma non possiamo farci mancare il privilegio di qualche anticipazione. Ecco dunque una sintesi di cosa potremmo trovare all’interno dell’opera.

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD