Author Archives: Maledice79

Miniboard #28: Bärenpark

di Luca “Maledice”

Ecco così che nel nostro girovagare alla ricerca di titoli interessanti, ci siamo fermati ad una delle ultime produzioni targate Mayfair che ci ha incuriosito: Bärenpark, in seguito portato in italia dalla Uplay.

Bärenpark, ci porta a realizzare un parco naturalistico dove poter godere di varie attrazioni e ammirare diversi animali esotici. Tutto questo si traduce in un gioco in cui dovremo andare a completare delle tessere che rappresentano varie aree del parco con dei tasselli di varie forme e dimensioni, cercando di realizzare i migliori incastri possibili con quanto a nostra disposizione. Buona Visione….

Miniboard #27: Flatline

di Luca “Maledice”

Flatline è un gioco in tempo reale che ci porta in un ospedale spaziale e futuristico, dove i giocatori entrano nei panni di un equipe di dottori, pronti a risolvere un emergenza medica senza precedenti. Ogni giocatore ha un pool di dadi da tirare e piazzare, cercando di collaborare con i compagni, si dovrà coprire più simboli possibili e guarire quindi i pazienti. Il tutto deve essere fatto però in un solo minuto, scandito da un app con musica d’ansia pura. Dettagli maggiori nel video. Buona Visione..

Videoanteprima Feudum

di Luca”Maledice”

Il gioco arrivato nelle nostre case tramite Kickstarter, Feudum  è un gioco medievale  di gestione delle risorse e della mano di carte da 2 a 5 giocatori. Con molte strategie a disposizione, i giocatori ottimizzano quattro azioni  (scegliendo 4 carte su 11 disponibili) per turno, nel tentativo di ottenere il maggior numero di punti vittoria su cinque epoche.  Nonostante lo stampo German ci si trova davanti a un imperterrito viaggio verso una terra sconosciuta, dove  coltiverai la terra, combatterai come cavalieri o finanzi i tuoi stessi feudi? Per non parlare delle gilde degli alchimisti che forniscono tecnologia e ovviamente la religione. Insomma un titolo, per veri Hardcore Gamer, prossimamente anche nella nostra lingua grazie a Ghenos. Scopriamo i dettagli in questo video. Buona Visione….

22#Dicecraf: Shadespire

di Luca”Maledice”

Shadespire un tempo era una città  piena di meraviglie e magia, una metropoli che sorgeva sulla terribile terra del Regno della Morte. Innumerevoli razze popolavano le sue mura, e assieme creavano manufatti dalla bellezza e dalla potenza infinita. Il segreto più prezioso della città era il processo della lavorazione del vetro d’ombra, una sostanza miracolosa in grado di conservare eternamente l’essenza spirituale dei morti. In questo modo, i Katophranes al governo di Shadespire vivevano dopo la morte, la loro saggezza custodita nelle profondità di specchi decorati, guizzante in fontane di vetro, pietre cristalline e altre meraviglie. Tale affronto faceva adirare Nagash, Signore della Nonmorte, che desiderava punire gli abitanti della città per averlo privato del suo tributo in anime. Così la città veniva punita e le anime dei caduti non potevano lasciare la Città Riflessa e giungere nell’Aldilà. Nessuno tra quelle mura avrebbe goduto della liberazione della morte. Nagash avrebbe per sempre negato loro tale dono. In questo scenario bande di razze diverse combattono tra di lor per cercare di trovare la via della libertà e trovare riposo. Buona Visione…

Videoreport Play Modena 2018

di Luca “Maledice”

Di corsa, stanchi dopo una meravigliosa marcia, non stop, dove abbiamo provato veramente tanti giochi, arriva il video sulla Play. In questo video valutiamo insieme cosa è stata la Play Modena 2018. In particolare sui titoli che ci hanno colpito nel bene e nel male. Naturalmente ringraziamo tutti quelli che ci hanno salutato, i vecchi amici e quelli nuovi sperando di continuare “così” come spesso ci ricordate tutti. Buona Visione….

p.s. : ma sono l’unico che in fiera continua a ripetersi cit. “siete riusciti a contarvi?

21#Dicecraf: Stuffed Fables

di Luca “Maledice”

Lo attendevamo da mesi, forse lo attendevamo da quando eravamo piccini, e alla fine, è arrivato!
Suffed Fables e le sue favole di pezza. Un gioco da tavolo meno truce del solito all’apparenza, dove orsetti e bambole giocano allegram.. ah no. E’ notte, è silenzioso tutto intorno, mentre strane creature strisciano intrecciando incubi infantili. L’avete chiuso l’armadio? Vedo uno spiraglio.. Forse è meglio coprirvi gli occhi, perchè sta per iniziare un nuovo cupissimo dicecraft! Buona Visione…

Miniboard #27: Sultans of Wind

di Luca “Maledice”

Oggi vediamo un gioco ai più sconosciuto che merita un po’ di spazio sulle nostre pagine: Sultans of wind o I sultani del vento. La cosa carina è che ogni giocatore ha 8 tessere che scorrono lungo una guida, ma ha a disposizione solo le ultime 4 che sono coperte da uno schermo. Quando viene utilizzata una tessera viene poi reinserita davanti alla guida in modo da far scorrere tutte le altre. Al proprio turno ogni giocatore sceglie 2 tessere, che possono muovere i tappeti, far scambiare tile, ruotarle o muovere la pedina Genio. Ogni tessera ha un’iniziativa e il giocatore che sceglie, segretamente, quella con l’iniziativa maggiore parte per primo. Lo scopo è far raggiungere ai propri piloti di tappeti l’angolo opposto del tabellone schivando nuvole e facendo attenzione alla pedina Genio, che è anch’essa un ostacolo a meno che non si riesca ad arrivarci adiacenti e in possesso della giusta tessera, in modo da guadagnare una mossa in più. Buona Visione…

Miniboard #26: Lovecraft Letter

di Luca “Maledice”

Per chi a digiuno del sistema del precedente Love Letter, i giocatori a turno pescano da un mazzo comune una carta numerata da 1 a 8, la aggiungono a quella già in mano e ne giocano una, sfruttandone l’abilità nel tentativo di scoprire la carta in mano agli avversari ed eliminarli dalla manche. Vince la manche l’unico superstite e la partita il primo a vincere 3 manche. Nell’immancabile rivisitazione cthulhiana il mazzo quasi raddoppia, perché si aggiungono le stesse carte da 1 a 8 nella versione “Follia”. Chi ne gioca una è considerato pazzo e d’ora in avanti dovrà fare un check di sanità mentale pescando una carta. Se è una nuova follia, il giocatore è eliminato, altrimenti ne pesca un’altra per proseguire come al solito. Di contro giocare una carta follia consente di accedere ad un’abilità potenziata rispetto alla corrispettiva sana. Vince chi si aggiudica per primo 2 manche da sano o 3 manche da folle. Buona Visione…

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD