Author Archives: riivaa

Ignite – benvenuti al tritacarne

di Francesco “Riivaa” | Ignite

“Basta una giornata storta per trasformare il migliore degli uomini in un folle.
Ecco quanto dista il mondo da me. Una giornata storta.
Anche tu hai avuto una giornata storta, dico bene?
Ne sono certo.
Lo capisco.”

Blume – Il bello della primavera, senza gli antistaminici

di Francesco “Riivaa” | Blume

«Aprile è il mese più crudele, genera
lillà da terra morta, confondendo
memoria e desiderio, risvegliando
le radici sopite con la pioggia di primavera…»

Probabilmente T.S. Eliot non era allergico ai pollini, sennò avrebbe aggiunto: “Scuote i nasi dal torpore d’inverno, con polluzioni di moccio” Io come lui (fortunatamente) non sono allergico ai pollini, ai fieni e a nessuno dei derivati del mio amato popolo fotosintetico. Amo intensamente la primavera, specie nelle giornate in cui i raggi di sole rimano con la brezza lagunare che si insinua sulla barena… e l’aria è densa di odori. Ma il buon Dio mi ha fornito altri handicap. Uno dei tanti è l’empatia. Così, quando vedo le mie amiche imbottirsi di antistaminici per riuscire a respirare, mi rendo conto che la primavera non è proprio una gioia per tutti. E così, lo è un po’ meno anche per me.

The Long Road | Recensione

di Francesco “riivaa” Lucenti | the Long Road

The Long Road è l’ultimo prodotto della coppia Stefania Niccolini e Marco Canetta (ZhanGuo, Railroad Revolution, Rhein: River Trade). Un gioco pensato per coinvolgere 2-4 giocatori per 30-35 minuti, attraverso meccaniche di piazzamento carte coperte, azioni speciali e gestione influenze.

Dominations: il piazzamento civiltà

di Franz “Riivaa”

La francese Holy Grail Games (Rising 5 – Runes of Asteros e Museum) torna a finanziarsi su Kickstarter con un gioco di civilizzazione ispirato alle antiche meccaniche del Domino. Dominations: Road to Civilization è un gioco di piazzamento tessere e gestione risorse inventato dal duo di Olivier Melison and Eric Dubus, che per la Holy Grail avevano già ideato Museum. La campagna di Museum è stata un bel successo, fruttando più di 250,000 € alla piccola casa editrice francese, oltre che una discreta notorietà nel settore. Vediamo di capire se Dominations ha le carte… Ahem! Le Tessere in regola per poter replicare il successo della precedente campagna.

Sprawlopolis – Una città in 18 carte

di Franz “riivaa”

Per quelli come me c’è sempre stato qualcosa di intimamente gratificante nella meccanica di piazzamento tessere. Qualcosa che la colloca tra il bizantinismo spaziale di un mosaico e la precisione sinergica di operare a cuore aperto un orologio.

Lincoln – La secessione a colpi di decostruzione mazzo

di Franz “riivaa”

“Mamma diceva sempre che un uomo ha bisogno di un tanto di giochi e non di più, e il resto serve solo a fare polvere…

Ma sappiamo che il crowdfunding è come una scatola di cioccolatini e non sai mai quello che ti capita!”

Gamefor – Giocatori all’app-ello

di Franz “riivaa”

Nell’ultimo mese ho ripreso in mano “Tu non sei un gadget” di Jaron Lanier. In questo saggio, uno degli sviluppatori pionieri della realtà virtuale, esplica le sue più intime perplessità su come determinate storture informatiche (che oramai si danno per assodate) possano potenzialmente distorcere il modo in cui concepiamo noi stessi e gli altri esseri umani.

Hellboy: The Board Game

di Franz “riivaa”

Dopo Mars Attacks: il gioco di miniature e The Walking Dead: All Out War, la Mantic Games decide di produrre un nuovo gioco su licenza. Questa volta a farla da protagonista è Hellboy e i suoi compagni del BPRD (Ufficio per la ricerca e difesa del paranormale), che dovranno confrontarsi di scenario in scenario contro gli arcani pericoli che popolano il Mignolaverse…

Privacy Policy