Sezione: Gioco e Didattica

Slotmob – Cittadini mobilitati per il buon gioco

di Marco “alkyla” Oliva

Il dilagante e irrazionale affidarsi alla dea fortuna, sta creando nuove vittime, povertà e dipendenze. Si rovinano famiglie, si riempiono i centri di cura delle ASL, si arricchiscono le multinazionali del gioco d’azzardo e si crea un terreno fertile per l’azione della criminalità organizzata. Non stiamo più a questo gioco!
Per questo Slotmob, comunità di cittadini mobilitati per il buon gioco contro le nuove povertà e la dipendenza dal gioco d’azzardo si propone di agire subito, e soprattutto insieme, dando vita ad uno slot mob, recandoci insieme a fare colazione in un bar che ha scelto la disinfestazione dalle slot e/o altri giochi d’azzardo.

Adesso ludici tutti che ne dite, lo vogliamo dare un contributo gioCOSO alla campagna SlotMob?

La domenica di un divulgatore ludico

Di Filippo “Ciabattino”

“Da grandi passioni, derivano grandi responsabilità”, noi giocatori in scatola lo sappiamo bene, perché dopo qualche tempo la partita con i soliti 4 amici non basta più e sentiamo il bisogno di provare nuovi giochi, nuovi avversari al tavolo, nuove realtà ludiche. Ci si ritrova a domandarsi cosa si è fatto negli ultimi 10 anni? Come mai si è scoperto solo ora questo “passatempo” così coinvolgente e vario? Come mai gli altri non lo conoscano, com’è possibile che non siano riusciti a cogliere quanto valido sia? E’ lì che scatta la molla della divulgazione, della catechizzazione di tutti quei babbani che si esaltano ancora per Monopoli e Trivial Pursuit.

Speciale – Tocatì, il Festival Internazionale dei Giochi in Strada a Verona

di Elisa “Milly”

A quelli che conoscono molto bene la città di Romeo e Giulietta e che, come me, hanno avuto la bella idea di farsi una “tranquilla” passeggiatina in centro storico questo weekend Verona ha mostrato un volto nuovo. La seria seppur romantica città scaligera si è, infatti, riempita di giochi e colori in occasione del Tocatì, il Festival Internazionale dei Giochi in Strada (mi raccomando l’accento perché con orrore ho visto e sentito un’esimia giornalista pronunciarlo Tòcati. Ed è stato davvero triste, nonché imbarazzante). Come ogni anno, giocatori, volontari e associazioni ludiche provenienti da tutta Europa (e anche un pizzico di Messico) si sono riversati lungo le vie e nelle piazze portando con sé la propria esperienza, la propria passione e, soprattutto, la propria voglia di giocare.

Ludobus incontra Gioconauta: quando i duri cominciano a giocare…

di Luca “Maledice79” Lanara

Cosa succede se un giorno esci di casa  e trovi un parco di divertimenti sotto casa tua? Beh vuol dire che arrivato Ludobus!!

Se volete saperne di piu’ abbiamo fatto questa intervista tempo fa, ma  adesso siamo passati alla pratica:

Gioco e Scuola: un progetto per nuovi orizzonti

di Alberto “Doc”

La nascita di Gioconauta ha portato sulle rive del nostro atollo web diverse persone incuriosite da quello che facciamo. Fra queste ho incontrato anche Andrea “Liga” Ligabue che, dopo alcuni scambi di email ho scoperto essere addentro al gioco da tavolo da davvero tanto tempo e con innumerevoli iniziative. Così mi son chiesto se avesse mai organizzato attività anche per le scuole e… beh direi di vedere assieme cosa ho scoperto.

In viaggio con Ludobus!

Intervista alla Cooperativa Sociale Progetto Uomo

di Alberto “Doc”

Quando ho sentito per la prima volta la parola Ludobus  pensavo fosse l’ennesima trovata di qualche associazione per attirare l’attenzione sul mondo dei giochi, ed invece… Ho scoperto una realtà molto interessante, presente sul territorio italiano da sud a nord già da diversi anni e di cui oggi vi parlerò grazie all’aiuto di Viviana Luongo, presidente della Cooperativa Sociale Progetto Uomo di Napoli e responsabile delle attività di gioco e di gioco itinerante con il Ludobus della stessa cooperativa.

Un’esperienza alle elementari

Intervista all’associazione Ludica Carri Disarmati

di Alberto “Doc”

Oggi do il benvenuto a Massimiliano “buoneacque” Dartora, presidente dell’associazione ludica Carri Disarmati attiva nella zona di Montebelluna (TV). L’associazione si è occupata di recente di realizzare dei momenti ricreativi per i bambini delle elementari e siamo felici di raccogliere con questa intervista la loro esperienza.

La cultura attraverso il gioco

Intervista all’associazione culturale Archeonaute

di Alberto “Doc”

E’ possibile portare la cultura nel quotidiano delle persone attraverso il gioco? A quanto pare sembra proprio di si come ci spiegherà in questa intervista Morena dell’associzione culturale Archeonaute di Verona, un gruppo di archeologhe che si occupa di promuovere la cultura in vari ambiti e con diverse iniziative. Vediamo come.

Privacy Policy