Category Archives: Giochi di Ruolo

Storm King’s Thunder, la recensione

di Marco “alkyla” Oliva | Storm King’s Thunder

…spoiler free, perchè recensire un modulo campagna di Dungeons & Dragons è uno slalom gigante tra possibili spoiler. E invece, aspiranti masters o giocatori che siate, questo articolo è per voi.

E proprio di Giganti racconta Storm King’s Thunder. E’ in atto qualcosa che ne agita le razze disseminate per il Faerûn e minaccia di spazzare via i popoli liberi dalla Frontiera Selvaggia, il freddo, estremo nord dei Forgotten Realms. Con chi di loro allearvi e chi combattere per salvare il mondo?

Dungeons & Dragons 5a Edizione, la recensione niubba

di Marco “alkyla” Oliva | Dungeons & Dragons

Nel Faerûn“. La risposta sintetica al bellissimo articolo di Luna è questa: da un anno circa alkyla è nel Faerûn, ecco dove. Galeotta fu un’incursione in Sine Requie e poi l’invito a partecipare da giocatore ad una mini-campagna di Dungeons & Dragons 5a edizione. E fu amore a prima sessione. Da allora faccio da master in una campagna ispirata al modulo Storm King’s Thunder, di cui, se vorrete, potrete leggere in un prossimo articolo.

Ma ora è tempo che da novizio mi esponga alla pubblica gogna con una recensione di Dungeons & Dragons 5a edizione.

Giocare Old School | GDR

di Alessandro “Sikander”

L’OSR (Old School Renaissance) è un movimento nato per riportare in auge un certo modo di giocare di ruolo tipico degli anni ’70 – inizio ’80, cioè, per la precisione, il primo modo in cui si è giocato di ruolo.
Anche se non sempre i giocatori ne sono consapevoli, ci sono tante modalità per giocare di ruolo; il sistema di regole che poi andiamo a utilizzare (D&D, Pathfinder, Savage Worlds, ecc) può favorire una certa modaltà di gioco piuttosto che un’altra, ma solo se i giocatori “sanno quello che stanno facendo” è davvero possibile vivere un certo tipo di esperienza.

Spiel’18 – Live Blogging da Essen

di Gioconauta

Arriva ottobre e come ogni anno con la fine del mese si chiude quello che potremmo definire l’anno ludico. Il perché è presto detto, arriva lo Spiel’18. Di che si tratta? È la fiera dei boardgame, per eccellenza, a livello internazionale e planetario, che concentra la maggior parte delle novità del mercato. Snoccioliamo qualche numero per dare l’idea del fenomeno: nel 2017 ha contato 182.000 visitatori e quest’anno saranno presenti 1.100 espositori, da 51 nazioni, concentrati in 72.000 metri quadri. Ma cosa significano questi numeri? In realtà ben poco, danno solo le dimensioni di un evento che si traduce con una sola parola, GIOCARE! Giocare a titoli di ogni genere da ogni parte del mondo, trovare l’editore italiano come quello malese o messicano; giocare a novità, titoli che vedremo nel nostro paese dopo un mese come mai, perle rare in grado di stupire e provabili solo lì (ogni anno becco sempre almeno un titolo che mi ispira senza possibilità di localizzazione o anche solo recupero nel nostro paese), possibilità di vedere il prototipo dalla meccanica assurdamente originale come il futuro vincitore dello Spiel de Jahres (gioco dell’anno tedesco); giocare con chiunque, dal connazionale incontrato per caso e l’appassionato che si è fatto 20 ore d’aereo per venire almeno una volta allo Spiel. Laggiù, ad Essen, nel cuore della Renania Settentrionale, dal 25 al 28 ottobre, verosimilmente più di 180.000 appassionati sfogheranno la loro passione ludica in un evento annuale senza eguali almeno in Europa. Sarà accompagnato come ogni anno da esaltazioni, magari per aver provato il titolo che “da solo merita il viaggio”, e da delusioni, il gioco che si desidera ardentemente andato sold out in poche ore di fiera. Tutto questo e molto di più è lo Spiel. E noi Nauti? Ovviamente ci saremo. Affronteremo con pazienza e coraggio i 1.100 km che ci separano dalla “capitale del gioco” in andata e in ritorno, inarrestabili, implacabili e non so quali altre parole con la i… e potrete seguirci come ogni anno tramite il nostro inimitabile, istantaneo, e non so ancora quali altre parole con la i, Live Blogging. La novità di quest’anno è che ci seguirà fisicamente il nostro Maledice, nella speranza di trovare american interessanti in Germania (sembra un po’ un controsenso) e la nostra Max Luna, intenta a sperimentale sul campo il suo tedesco. Si unirà quindi anche il loro commento ai nostri pensieri istantanei di quel che proviamo, vogliamo e, spesso, bramiamo con ardore e furia omicida figurata. Montate in carrozza, si parte!

Analisi del manuale: Awaken, GDR Dark Fantasy

di Alberto “Doc”

Benritrovati a tutti. Con il presente articolo dedicato ad Awaken, primo arrivato in casa Isola Illyon Edizioni, e con successivi che verranno do una nuova spolverata all’angolo dedicato ai GDR. Potrete quindi trovare analisi dei manuali e recensioni su titoli più o meno recenti e più o meno cult (a seconda di che picchi raggiungerà il mio lato lunatico).  Le recensioni verteranno solo su titoli giocati con una campagna in cui posso esprimermi con piena cognizione di causa, mentre le analisi riguarderanno invece quei manuali letti e approfonditi, magari testati con qualche sessione ma non giocati in campagna.
Ci tengo a questa precisazione perché paragonandola al mondo dei GdT è come se volessi recensire un gioco dopo aver letto il regolamento e aver visto i materiali, oppure dopo averlo giocato diverse volte. Sono due cose che hanno un peso molto diverso, almeno per il sottoscritto.

Premesso questo, direi di dedicarci invece ad Awaken analizzandolo sotto le sue diverse sfacettature.

I diari del Game Master #02

di D20 Nation

Eccoci alla seconda puntata de I diari del Game Master, nuova rubrica tutta dedicata al difficile compito che il GM affronta ogni volta che si siede al tavolo con i suoi giocatori. Difficile, ma non impossibile! E i ragazzi di D20 Nation vi aiuteranno a rendere il tutto più semplice e godibile. Vediamo allora questo nuovo episodio che tratta lo spinoso argomento del metagioco, buona visione!

I diari del Game Master #01

di D20 Nation

Finalmente ho un gruppo di giocatori di ruolo… ma ora… chi fa il game master…? E soprattutto… come bisogna farlo?!?!” Ecco la classica situazione in cui l’enorme entusiasmo di aver costituito un’allegra brigata con cui andare a svaligiare Dungeon, combattere mostri e recuperare artefatti dagli assurdi poteri può crollare davanti all’altare sacrificale di chi invece si dovrà immolare per gestire tutta la storia, renderla intensa, ricca e piena di colpi di scena. Un ruolo mica da poco, anzi IL ruolo. Dungeon Master a volte si nasce, ma il più delle volte lo si diventa! E i giocatori le troveranno tutte per creare situazioni a cui i DM non sono pronti e quindi come fare? Ecco allora questa nuova rubrica che siamo lieti di ospitare dove i ragazzi di D20 Nation realizzeranno degli episodi per fornire a tutti i DM, ma soprattutto a chi è lo da poco o vuole iniziare ad esserlo, quelle risposte che molto spesso cadono nel vuoto durante le sessioni di gioco. Godetevi quindi la prima puntata, buona visione!

L’Ultima Torcia: Live Streaming

di D20 Nation

Eccoci a sederci attorno al tavolo, muniti delle nostre schede pg, dei manuali e di tutta la cancelleria necessaria allo scopo, per andare all’avventura con L’Ultima Torcia, GdR tutto italiano uscito durante la scorsa Lucca Comics & Games. Master e giocatori sono pronti per dar vita a questa diretta streaming in cui i nostri neonati personaggi affronteranno niente di meno che Le Grotte del Male, una delle avventure contenute nella scatola base del gioco (attenzione quindi a chi non l’avesse già giocata e volesse cimentarsi: potreste essere a rischio SPOILER).

Non perdetevi perciò la diretta proprio qui di seguito:

Privacy Policy