Sezione: Giochi da Tavolo

terra017

Terra-017, il videotutorial

di Sara “Miss Meeple” Trecate

La Terra come la conosciamo noi è andata distrutta, si sono salvati solo 4 gruppi umani, rappresentanti di 4 etnie terrestri, che ora vagano per lo spazio alla ricerca di nuovi mondi da sfruttare. E’ la volta del pianeta denominato Terra-017: creare nuove colonie, sfruttare le risorse del pianeta e sopravvivere contro gli attacchi alieni sono gli obiettivi principali.

Miniboard #22: Tortuga 1667

di Luca “Maledice”

Un tempo i mari non erano solcati come oggi da placide navi da crociera, portaerei grandi come il paese dove vivo e da sottomarini russi, ma da navi in legno ricche di mandarini e topi, dove la vita a bordo non era certo delle migliori. Se a questo aggiungiamo che se eravate marinai spagnoli, equivaleva ad essere ricoperti di miele in mezzo a degli orsi, in quanto sareste stati attaccati da chiunque passasse per quelle acque, vista la fama di trasportare dei bei bottini. È sarà proprio il ruolo di passanti e predatori che vestiremo nel gioco qui descritto, anche se dovremmo fare ben attenzione anche a nostri colleghi di predata. Buona Visione

wendake

Wendake: gli Indiani d’America sbarcano ad Essen

di Sara “Miss Meeple” Trecate

L’accoppiata Post Scriptum / Placentia Games ha un nuovo asso nella manica da giocare alla prossima fiera di Essen: si chiama Wendake e finalmente approderà sui nostri tavoli dopo una fortunata campagna Kickstarter conclusasi a luglio.

Il progetto originario portava il nome Grandi Laghi, e la storia ci insegna che proprio in quella zona, nel XVIII secolo vivevano svariate tribù. Quella di cui rivivremo le gesta è la tribù dei Wyandot, molto legata alla terra e ai suoi frutti. I Wyandot lo chiamavano Wendake, il loro prezioso territorio, e così è intitolato il gioco che vi presentiamo.

Time of Crisis Dicecraft#14

di Luca “Maledice”

Time of Crisis è dei tanti giochi provati quest’anno, un gioiello meraviglioso della GMT (e sempre caro mi fu quel ormai introvabile Specie Dominanti). Stiamo parlando di un gioco da veri Hardcore Game, senza ma e senza se. Quindi scordateci partite da poche ore e minuti rilassati. Qui si combatte, non solo sul campo di battaglia ma anche in senato e nelle strade dell’impero. Infatti ci troviamo in uno dei periodi più difficili della storia Romana, dove le provincie minacciate dalle continue invasioni barbariche e guerre civili, pesano sulla totale assenza di una figura forte imperiale, portando Roma a tremare, spianando la strada alla sua caduta. Troveremo dadi e deck-building in questo nuovo Dicecraft. Buona Visione….

Sword & Sorcery: Dicecraft #13

di Luca “Maledice” Sword & Sorcery

Come molti di voi mi hanno chiesto più volte ho finalmente finito la campagna. Atto 1 in realtà e attendo con ansia la seconda parte che già mi manca il mio Summoner. Sword and Sorcery è quindi pronto per il mio personale Dicecraft. Il gioco è un cooperativo fantasy di puro stampo epico, erede spirituale di un Galaxy Defenders recensito ormai diverso tempo fa (mamma mia se ero giovane e bello in quel video). Nel gioco i giocatori vestiranno i classici panni di nani, elfi, macchi eccetera per impedire all’oscurità di distruggere il mondo, ma gli stessi eroi posso decidere se schierarsi con le vie dalla luce o preferire il caos. In ogni caso il gioco uscirà tradotto in italiano dalla Raven, del resto anche se può sembrare strano, stiamo parlando di un prodotto italiano che ha ricevuto consensi in tutto il mondo. E in questa marea di opinioni, tutorial e gameplay ecco la mia modesta versione. Buona Visione e grazie per il continuo sostegno che mi date ogni giorno…….

New Angeles – Recensione

di Max “Luna” Rambaldi – New Angeles

Prima di iniziare, conscia che non tutti bramano i racconti pindarici, lascio una nota a fondo pagina con cifre, statistiche e numerini che piacciono tanto ai german. Per tutti gli altri, buona lettura.

New Angeles. E subito pensi a GTA, the Rock che ricuce faglie all’uncinetto e CSI. Uhhh-ahhhah. Uh-uh.
In teoria non avrei mai dovuto giocarci, a New Angeles. Ma le teorie che ci stanno a fare se non per essere screditate?

unlock

Unlock! e i dolori del giovane Renberche

di Daniel “Renberche”

Tranquillizzo subito lettori, editori, giocatori e famiglie allarmate: è molto probabile che nelle prossime settimane esca un mini board, un on the board o un qualsiasi qualcosa (board) relativo ad Unlock. I nauti, quelli originali, diranno cose sensate in merito, esplicheranno con presentazioni power-point e probabilmente finiranno per elogiarlo.
Io no.

Miniboard #21: Flamme Rouge

di Luca “Maledice”

Estratto da un racconto di Renberche: “Una delle mie passioni, ben poco corrisposta, è il ciclismo. Purtroppo ha molti lati negativi, quali un’abbronzatura poco raccomandabile, spese non indifferenti, eroici dribbling tra le automobili e grandi faticate per ritrovare la strada di casa. Ed è proprio la fatica una delle risorse che un ciclista deve saper gestire, restando in scia quando può, sfruttando le discese e, senza fare troppi strappi, mantenersi sempre nelle posizioni avanzate per cercare di vincere la tappa. In particolare per i velocisti è fondamentale avere dei compagni di squadra che, indefessi e stoici, gli lanciano verso lo sprint finale, dove a colpi di pedalate e spallate si corre per la vittoria. Dalla lontana e fredda Danimarca ecco un gioco proprio dedicato a queste situazioni.”  Buona Visione

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD