Sezione: Speciali

Spiel 17: Live Blogging dell’evento da Essen

di Davide “Canopus” Tommasin feat Max “Luna”

Come sono solito dire: a settembre termina l’anno accademico, ad ottobre termina l’anno ludico con la fiera di Essen, lo Spiel. Per chi non lo sapesse, ci leggono anche i neofiti, il “Internationale Spieltage”, Spiel per gli amici, è la fiera di riferimento per il mondo ludico e si tiene nella ridente cittadina tedesca di Essen, quest’anno dal 26 al 29 ottobre. Saint-Exupéry diceva che agli adulti piacciono un sacco i numeri, e allora snoccioliamo qualche cifra per farvi contenti: 72.000 metri quadri di spazio espositivo (66.000 l’anno scorso), 1.100 espositori (1.021 l’anno scorso), 175.000 visitatori da tutto il mondo nella scorsa edizione (e quando dico da tutto il mondo lo dico sul serio, qualche anno fa ho giocato con un brasiliano) e 35 anni di attività (questi sono partiti come una piccola convention di giocatori nel centro di formazioni per adulti di Essen, nome assai inquietante). Ma come ogni evento ludico, lo Spiel non è solo numeri, ma persone, giochi e patate a vite (piatto assurdo in cui si frigge una patata tagliata a forma di cavatappi, il sapore lascia molto perplessi). Immancabile come ogni anno il nostro live blogging, per cui saprete in tempo reale cosa vediamo, facciamo e giochiamo io, Renberche, Doc e Alkyla… ringraziamento speciale alla nostra Max “Luna” che mi supporterà dall’Italia così che possa salvare i miei pollici, perché di solito lo scrivo con un cellulare. Cosa non si fa per la divulgazione ludica! Buona lettura e buono Spiel 17.

Ditadinchiostro: pensavate di andare senza di me? E invece ci sarò anche io in fiera: preparatevi a commenti tutt’altro che buonetti e a incursioni velenose quando meno ve lo aspettate!

unlock

Unlock! e i dolori del giovane Renberche

di Daniel “Renberche”

Tranquillizzo subito lettori, editori, giocatori e famiglie allarmate: è molto probabile che nelle prossime settimane esca un mini board, un on the board o un qualsiasi qualcosa (board) relativo ad Unlock. I nauti, quelli originali, diranno cose sensate in merito, esplicheranno con presentazioni power-point e probabilmente finiranno per elogiarlo.
Io no.

Il meglio di Modena Play 2017

di Luca “Maledice” Lanara

Ecco finalmente il video con i titoli che ci hanno colpito di più della fiera di Modena Play 2017. Tante anteprime di giochi. Scopriamo allora insieme in questo video le oscurità di Alone e il matematico Level 9. Passeremo per la via delle spezie fino a diventare vampiri per poi gettarci nell’arena di un moba di nuova generazione fiuuuuuuuuuuuu…

Play 2017 – Live Blogging dell’evento

di Davide “Canopus” Tommasin

Arriva la primavera e arriva di nuovo la Play. Solito breve riassunto per chi fosse nuovo dell’ambiente ludico: la Play è uno dei due eventi di riferimento (per dimensione e numero di visitatori) per il panorama ludico italiano, l’altro è Lucca Comics&Games (ma come dice il nome stesso non è interamente dedicata al gioco), si tiene presso il complesso fieristico di Modena l’1 e il 2 aprile, oltre ad alcuni eventi in giro per la città il 31 marzo.

La Posta di Dita #02

di Daniele “ditadinchiostro” Ursini

A questo punto le domande sono due: “Che fine ha fatto Max?” e “Perché è passato così tanto tempo dall’ultima Posta?”. Andiamo con ordine. E’ passato tanto tempo perché… Perché ci avete sovraccaricato di lettere e io leggo piuttosto lentamente, aiutandomi col dito. Max, invece. Girano molte voci a riguardo; si dice che ci sia stata una lite furiosa per la supremazia sulla rubrica. Si vocifera che siano volati meeples, quelli verdi addirittura.

I patemi del giovane Dita

di Daniele “ditadinchiostro” Ursini

Mi piacerebbe avere dei fans affezionati; lettori talmente rapiti dalle mie parole da attenderle con trepidazione crescente. Li immagino accendere il pc ogni mattina, maledire i tempi di caricamento di Windows mentre una sigaretta spazientita stenta ad accendersi, poi ricaricare il sito di Gioconauta ancora e ancora, perché il nome Ditadinchiostro non appare. Insomma mi piacerebbe essere come Dado Critico che ha folle di donne che inneggiano al suo nome in ogni uscita pubblica. Lo so perché a volte mi infiltro anche io tra loro; ho comprato appositamente un vestitino niente male, a parte che mi ingrossa un po’ i fianchi. Adoro Dado. La sua barba mi commuove più della scena finale di Titanic, non sopporterei di restare mesi senza un suo articolo. Sì, perché è da alcuni mesi che io non pubblico qualcosa. Sono davvero una brutta persona, fate bene a non roteare i reggiseni per me.

Kingdom Death: il Regno di un American (seconda parte)

di Max “Luna” Rambaldi 
[parte prima]
[► Play versione audio] Kingdom Death

Avvolta dal clima di famiglia, la ciurma si concede una pausa. Fuori cade una pioggerellina fitta, ma dentro ti brucicchia un calore piacevole. Non impazzisci per i giochi guidati dal caso, ma se van giocati che sia almeno con lo spirito giusto, e qui l’hai trovato tutto. Non sta nel vino, perchè bevete bibite gassate tu e Maledice. Lo vedi guizzare tra i cartoni di pizza sulla tavola imbandita, lo ascolti nel piacevole chiasso di chi gioca per la compagnia, lo Spirito. Lo fai tuo.

Kingdom Death: la Morte di un German (parte prima)

di Max “Luna” Rambaldi

[► Play versione audio] Kingdom Death

Sabato 4. Posto sbagliato.
Ci sono giorni in cui sai che tutto ciò che si paleserà di fronte a te avrà forma cubica e facciate dipinte a polka dots. Sai anche che il lato che vedrai più spesso conterrà un misero pallino. O un uno. Un uno romano magari. In ogni caso un epic fail. Ma quello che è importante per un’elvetica è l’organizzazione: basta essere preparati.

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD