Sezione: Un occhio alle regole

Videoanteprima: Nova Aetas si prepara alla battaglia

di Luca “Maledice79” Lanara

Il 4 marzo parte la campagna kickstarter di questo interessantissimo American (che per una volta è tutto made in Italy), che ho avuto la fortuna di provare con i nauti in anteprima assoluta, nei nostri studios. Devo dire che siamo rimasti piacevolemte colpiti, da questa ultima fatica di casa Ludus Magnus Studio che ci propone un viaggio a suon di spadate, nell’Italia rinascimentale. Ma non fatevi ingannare, il gioco ci riserva la sua dose di mostri e colpi di scena, con una campagna che si evolve a seconda delle scelte prese dal gruppo, come in un libro-game. Gioco da 1-4 giocatori, cooperativo di classe. Alle armi e buona visione…

Videointervista – Board of dreams: la leggenda americana a portata di dado

di Luca “Maledice79” Lanara

Continiamo a parlare di sportivi. Questa volta tocca allo sport americano per eccellenza: il baseball. Board of dream è un gioco che si presenta semplice ed elegante e consiglio a tutti di provarlo a Lucca. A noi è piaciuto parecchio e il lavoro svolto è notevole. Buona visone..

Marco Pranzo e Giochix.it: un incontro che ha fatto la…Historia

di Federico “Kentervin”

Michele Quondam presenta il suo nuovo Historia, in cui ogni giocatore avrà l’onore/onere di far sviluppare la propria civiltà nel corso di 3 Ere, percorrendo 12.000 anni di storia.

Historia è un gioco per 1-5 giocatori che fa della semplicità il suo punto di forza. La durata è contenuta per questo genere di giochi, solo 25 minuti per giocatore e tutto ruota attorno all’oculata gestione dell’unica risorsa del gioco, i Cubi Potere.

C.O.A.L.: analisi del regolamento

Di Federico “Kentervin”

Ci sono delle domande che ti porti dietro per tutta la vita.
E’ più forte Goldrake o Grande Mazinga?
Dove li teneva il Big Shooter tutti i componenti di Jeeg?
A cosa serviva la piroetta di Actarus quando usciva dallo Spacer con Goldrake?
Punto sul C1-Lancelot o mi butto sul C3-Gunther?

Bora Bora: analisi del regolamento

di Federico “Kentervin”

Stefan Feld si riconferma un autore trasversale, capace di lavorare con più editori e di sfornare giochi su giochi in questo che sembra essere il suo periodo d’oro.
Annunciato qualche mese fa, Bora Bora ha fatto finalmente capolino sui nostri scaffali e grazie alla pubblicazione del regolamento inglese abbiamo ora l’opportunità di dare un’occhiata a questo suo ultimo lavoro.
Vediamo se le aspettative sono state mantenute.

Pixel Tactics: analisi del regolamento

di Federico “Kentervin”

Pixel Tactics è un gioco di combattimento e strategia che simula uno scontro tra due eserciti: quello che salta subito all’occhio è l’impostazione grafica che ammicca ai vecchi videogiochi ad 8 bit e la quantità di testo presente su ogni carta.
L’autore è Brad Talton, conosciuto ai più per il suo BattleCon: War of Indines ed il recente BattleCon: Devastation of Indines.
Anche qui l’autore non perde occasione per dimostrarci il suo talento nel creare, con poche carte ed una manciata di regole, un gioco interessante, veloce e tatticamente profondo, dotato di un’alta rigiocabilità e capace di catturare il feeling dei mitici anni ’80.

Boss Monster: analisi del regolamento

di Federico “Kentervin”

Avete sempre desiderato stare per una volta al di là della barricata, ordendo piani malvagi ed accumulando tesori nelle viscere della terra, riempiendo gallerie e cunicoli di trappole mortali e temibili mostri, ma non avete mai avuto 2 ore di tempo per giocare a Dungeon Lords?
Siete cresciuti davanti alle console, giocando a quei piccoli e meravigliosi capolavori RPG che hanno fatto la storia degli 8 bit e siete in preda alla malinconia per quei tempi andati?
Brotherwise Games ha in serbo per voi delle ottime notizie.

Shadowrift: analisi del regolamento

di Federico “Kentervin”

Shadowrift è l’ultimo Deck-Building nato dalla Game Night Productions (ne avevamo già parlato qui): esso narra la storia di una cittadina assediata da mostri da incubo e della sua disperata lotta per la sopravvivenza. Come in ogni Deck-Building che si rispetti, ogni giocatore pescherà 5 carte che spenderà per acquisire nuove carte rappresentanti incantesimi, armi ed abilità, facendo progredire il proprio personaggio. La cosa interessante di Shadowrift è il fatto di essere un gioco collaborativo: sarà possibile parlare per tutto il tempo, scambiarsi denaro per acquisire carte, decidere una strategia comune.

Privacy Policy