Tag Archives: Asmodee

Cercando Johann Schmiedt, trovai John Smith

di PG aka PirataGorgonopsia.

In questo periodo della mia crescita ludica, amplificata dalle esperienze di gioco con i Gioconauti, ho colto l’occasione del Lucca Comics del 2018 per cercare quello che io chiamo Johann Schmiedt, ossia il mio gioco German (ma di quelli tosti, spacca neuroni).
Questo perché i miei John Smith, i pezzi American, sono sparsi ovunque in una ludoteca che sentivo la necessità di rendere cosmopolita e quindi mi ero prefissato di dare più attenzione a titoli che di norma avrei ignorato perché a pelle non mi convincevano.

Iniziato il Lucca Comics però non avevo fatto proprio bene i conti: raccontati qui ci sono i giochi che ho provato grazie a diversi dimostratori, che me li hanno spiegati in modo MERAVIGLIOSO, e che ringrazierò uno per uno per aver giocato con me facendomi divertire TANTISSIMO.

Spiel'18

Spiel’18 – Live Blogging da Essen

di Gioconauta

Arriva ottobre e come ogni anno con la fine del mese si chiude quello che potremmo definire l’anno ludico. Il perché è presto detto, arriva lo Spiel’18. Di che si tratta? È la fiera dei boardgame, per eccellenza, a livello internazionale e planetario, che concentra la maggior parte delle novità del mercato. Snoccioliamo qualche numero per dare l’idea del fenomeno: nel 2017 ha contato 182.000 visitatori e quest’anno saranno presenti 1.100 espositori, da 51 nazioni, concentrati in 72.000 metri quadri. Ma cosa significano questi numeri? In realtà ben poco, danno solo le dimensioni di un evento che si traduce con una sola parola, GIOCARE! Giocare a titoli di ogni genere da ogni parte del mondo, trovare l’editore italiano come quello malese o messicano; giocare a novità, titoli che vedremo nel nostro paese dopo un mese come mai, perle rare in grado di stupire e provabili solo lì (ogni anno becco sempre almeno un titolo che mi ispira senza possibilità di localizzazione o anche solo recupero nel nostro paese), possibilità di vedere il prototipo dalla meccanica assurdamente originale come il futuro vincitore dello Spiel de Jahres (gioco dell’anno tedesco); giocare con chiunque, dal connazionale incontrato per caso e l’appassionato che si è fatto 20 ore d’aereo per venire almeno una volta allo Spiel. Laggiù, ad Essen, nel cuore della Renania Settentrionale, dal 25 al 28 ottobre, verosimilmente più di 180.000 appassionati sfogheranno la loro passione ludica in un evento annuale senza eguali almeno in Europa. Sarà accompagnato come ogni anno da esaltazioni, magari per aver provato il titolo che “da solo merita il viaggio”, e da delusioni, il gioco che si desidera ardentemente andato sold out in poche ore di fiera. Tutto questo e molto di più è lo Spiel. E noi Nauti? Ovviamente ci saremo. Affronteremo con pazienza e coraggio i 1.100 km che ci separano dalla “capitale del gioco” in andata e in ritorno, inarrestabili, implacabili e non so quali altre parole con la i… e potrete seguirci come ogni anno tramite il nostro inimitabile, istantaneo, e non so ancora quali altre parole con la i, Live Blogging. La novità di quest’anno è che ci seguirà fisicamente il nostro Maledice, nella speranza di trovare american interessanti in Germania (sembra un po’ un controsenso) e la nostra Max Luna, intenta a sperimentale sul campo il suo tedesco. Si unirà quindi anche il loro commento ai nostri pensieri istantanei di quel che proviamo, vogliamo e, spesso, bramiamo con ardore e furia omicida figurata. Montate in carrozza, si parte!

GENCON e dintorni : Keyforge

di Luca “Maledice”

Questa settimana mentre vi godete le vostre partite estive, abbiamo preparato una serie di video su il meglio visto durante la fiera americana GENCON. Sono video brevi dove troverete riflessioni sui rumor/humor scoperti nella rete. Quindi abbiamo iniziato questa storia dal titolo Fantasy Flight di Richard Garfield : KeyForge: Call of the Archons . Buona Visione….

Videoreport Play Modena 2018

di Luca “Maledice”

Di corsa, stanchi dopo una meravigliosa marcia, non stop, dove abbiamo provato veramente tanti giochi, arriva il video sulla Play. In questo video valutiamo insieme cosa è stata la Play Modena 2018. In particolare sui titoli che ci hanno colpito nel bene e nel male. Naturalmente ringraziamo tutti quelli che ci hanno salutato, i vecchi amici e quelli nuovi sperando di continuare “così” come spesso ci ricordate tutti. Buona Visione….

p.s. : ma sono l’unico che in fiera continua a ripetersi cit. “siete riusciti a contarvi?

Rising Sun video tutorial / Tocca a Max

di Max “Luna” Rambaldi

Ebbene sì. Son tornata a fare un video tutorial, per un altro gioco dall’estetica compromettente. Nel senso che la vedo e non capisco più niente.
E sì, ok, faccio un tutorial all’anno, ma volete mettere l’impegno e l’amore? ♥ Buona visione e buona partita!

Flash corner

Flash News Corner #25: notizie in breve dal mondo ludico

di Gioconauta

A ridosso della Play (dal 6 all’8 aprile, ricordatevelo) le nostre usuali Flash News continuano ad essere obnubilate dall’appuntamento ludico modenese per eccellenza. Bando alle ciance e buttatevi subito sulla lettura, conosciamo bene la vostra sete di notizie… soprattutto se sintetizzate e ben commentate. :-)

Conquista la Luna - fonte: bgg

Conquista la Luna – Recensione

di Davide “Canopus” Tommasin

Dagli autori di Ta-Pum!, Fabien Riffaud e Juan Rodriguez, ecco un titolo particolare, Conquista la Luna, dove il nucleo del gioco sono… beh… scale con cui raggiungere la luna ovviamente. Ora, considerando scale di 5 metri e la distanza media tra Terra e Luna, servirebbero solo poco meno di 77 milioni di scale. Ho appena spogliato il titolo di tutto il suo romanticismo? Ops! Perché conquistare la luna con delle scale? Perché un tema simile per un gioco da tavolo? È una bella domanda a cui però non vi è risposta (letteralmente, il regolamento non lo dice). Di certo è un’immagine molto romantica e onirica, spesso utilizzata in filosofia e poesia… Asmodee ne ha fatto un gioco. Ma ora conquistiamo la luna!

17#Dicecraft: La Leggenda dei 5 Anelli LCG

di Luca “Maledice”

Allora questo video doveva uscire prima di Lucca Comics, ma visto gli impegni con le fiere di Essen e Comics mi ha fatto slittare la pubblicazione a oggi. Comunque di cosa parla questo Dicecraft?La Leggenda dei 5 Anelli, come potete vedere dalla copertina, è ambientato nel lontano Oriente o per la precisione nell’impero di Smeraldo. Dove i sette clan (Il Granchio, La Gru, Il Drago, Il Leone, La Fenice (MIO), Lo Scorpione e L’Unicorno) vivono una millenaria guerra dove il controllo dei 5 elementi  è controllato da 5 anelli del potere.

Il gioco nasce come un Trading Game e GDR ormai di vecchia data, quindi molto simile a Magic, che vantava comunque un’ambientazione affascinante tra oriente e magia. Le sue radici sono ancora più antiche visto che il nome del gioco e alcuni suoi elementi (gli “anelli elementali”) derivano dal trattato di strategia militare Il libro dei cinque anelli scritto da Miyamoto Musashi nel XVII secolo, quindi la FF lo ha evoluto in un formato LCG, trasformandolo in “non collezionabile”. Buona Visione….

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD