Tag Archives: assimetrico

Anteprima: Founders of Gloomhaven

di Luca “Maledice”

Mai farsi sfuggire un opportunità. Infatti, grazie a Ludica 2018, siamo riusci a giocare un titolo molto interessante. Founders of Gloomhaven è il gioco gestionale/city building che racconta la storia della fondazione della città di Gloomhaven. Quella stessa città che ha dato il via alle vicende del premiato e ricco titolo ideato da Isaac Childres , definito da molti (non da me sia chiaro) il miglior dungeon crawler di sempre. Tuttavia in questo gioco siamo alle prese con la gestione economica della città, dove nessun danno verrà assegnato, ma sanguinerà comunque il nostro cervello grazie ad una strategica impressionante. Ecco un breve video sulle nostre prime impressioni. Buona Visione…

GENCON e dintorni : Keyforge

di Luca “Maledice”

Questa settimana mentre vi godete le vostre partite estive, abbiamo preparato una serie di video su il meglio visto durante la fiera americana GENCON. Sono video brevi dove troverete riflessioni sui rumor/humor scoperti nella rete. Quindi abbiamo iniziato questa storia dal titolo Fantasy Flight di Richard Garfield : KeyForge: Call of the Archons . Buona Visione….

22#Dicecraf: Shadespire

di Luca”Maledice”

Shadespire un tempo era una città  piena di meraviglie e magia, una metropoli che sorgeva sulla terribile terra del Regno della Morte. Innumerevoli razze popolavano le sue mura, e assieme creavano manufatti dalla bellezza e dalla potenza infinita. Il segreto più prezioso della città era il processo della lavorazione del vetro d’ombra, una sostanza miracolosa in grado di conservare eternamente l’essenza spirituale dei morti. In questo modo, i Katophranes al governo di Shadespire vivevano dopo la morte, la loro saggezza custodita nelle profondità di specchi decorati, guizzante in fontane di vetro, pietre cristalline e altre meraviglie. Tale affronto faceva adirare Nagash, Signore della Nonmorte, che desiderava punire gli abitanti della città per averlo privato del suo tributo in anime. Così la città veniva punita e le anime dei caduti non potevano lasciare la Città Riflessa e giungere nell’Aldilà. Nessuno tra quelle mura avrebbe goduto della liberazione della morte. Nagash avrebbe per sempre negato loro tale dono. In questo scenario bande di razze diverse combattono tra di lor per cercare di trovare la via della libertà e trovare riposo. Buona Visione…

17#Dicecraft: La Leggenda dei 5 Anelli LCG

di Luca “Maledice”

Allora questo video doveva uscire prima di Lucca Comics, ma visto gli impegni con le fiere di Essen e Comics mi ha fatto slittare la pubblicazione a oggi. Comunque di cosa parla questo Dicecraft?La Leggenda dei 5 Anelli, come potete vedere dalla copertina, è ambientato nel lontano Oriente o per la precisione nell’impero di Smeraldo. Dove i sette clan (Il Granchio, La Gru, Il Drago, Il Leone, La Fenice (MIO), Lo Scorpione e L’Unicorno) vivono una millenaria guerra dove il controllo dei 5 elementi  è controllato da 5 anelli del potere.

Il gioco nasce come un Trading Game e GDR ormai di vecchia data, quindi molto simile a Magic, che vantava comunque un’ambientazione affascinante tra oriente e magia. Le sue radici sono ancora più antiche visto che il nome del gioco e alcuni suoi elementi (gli “anelli elementali”) derivano dal trattato di strategia militare Il libro dei cinque anelli scritto da Miyamoto Musashi nel XVII secolo, quindi la FF lo ha evoluto in un formato LCG, trasformandolo in “non collezionabile”. Buona Visione….

Root: Vast ritorna vestita da Robin Hood

di Luca “Maledice”

Root, “radice”, è un gioco della Leder Game, che forse avrete già sentito nominare per quel gioiello di asimmetria che è Vast: the Crystal Cavern. La storia parla di un bosco e delle sue fitte trame di potere e giustizia, architettate da abitanti quanto mai piccoli e colorati.

On the Board #92: Cry Havoc

di Luca “Maledice”

Cry Havoc, edito dalla Portal Games e ideato dal trio Grant Rodiek, Michal Oracz e Michal Walczak. Precedentemente conosciuto col nome di Battle of York, il gioco ha avuto un lunga gestazione, iniziata nella primavera del 2012, ma arrivato nelle case dei giocatori nella scorsa fiera di Essen: il gioco racconta di un pianeta lontano, lontano dove degli indigeni sono belli e e felici, fino all’invasione di tre razze aliene (umani ovviamente compresi) pronti a conquistare le preziose risorse, in puro stile Avatar. Un gioco di conquista sci fi asimmetrico che ha diviso tutta la redazione di Gioconauta in questo nuovo On the Board. Buona Visione…

Videoanteprima versione italiana di Scythe

di Luca” Maledice79″ Lanara Scythe

“Le ceneri della Grande Guerra ancora scuriscono la neve dell’Europa degli anni ‘20. La città-stato capitalistica conosciuta semplicemente come “La Fabbrica”, che aveva alimentato la guerra con Mech pesantemente armati, ha ora chiuso le sue porte, attirando l’attenzione di molti paesi vicini. Con cinque personaggi da cinque fazioni che convergono su un piccolo ma ambitissimo angolo di terra, chi guadagnerà fama e fortuna per far divenire il proprio impero leader dell’Europa dell’Est?” Così inizia il manuale di questo Scythe, circondato da illustrazioni veramente evocative, in un concept artistico di meravigliosa fattura. Eh sì, a volte i giochi polacchi sembrano belli…

Affiliamo le falci gente perché è ora di Scyhte. In versione Ghenos,quindi tutto italiano, da ora potete chiamarlo SCIIITE. Il gioco sarà disponibile a Lucca 2016 e ne avevamo già anticipato qualcosa sulle regole qua. Quindi questa è un prima impressione di gioco dove abbiamo sondato con mano (così direbbe il Doc) questo gioco. Non è una recensione, ma un’anteprima resa disponibile dal caro amico Willy, che ha messo a repentaglio la prima copia del gioco. La cosiddetta copia “ZERO” (non si finisce ma d’imparare). 5 giocatori schierati, tutto in italiano. Beh buona visione…

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD