Tag Archives: asterion

Rising Sun video tutorial / Tocca a Max

di Max “Luna” Rambaldi

Ebbene sì. Son tornata a fare un video tutorial, per un altro gioco dall’estetica compromettente. Nel senso che la vedo e non capisco più niente.
E sì, ok, faccio un tutorial all’anno, ma volete mettere l’impegno e l’amore? ♥ Buona visione e buona partita!

Arkham Horror Gioco di carte LCG: il videotutorial

di Max ‘Luna’ Rambaldi   /  Arkham Horror Gioco di carte LCG: il video tutorial

Stavolta Tocca a Max. Continuano a dire che sono german? Perfetto.
E io gli faccio il tutorial di un giocone pieno di mostri lovecraftiani, destino e carte: Arkham Horror. Il gioco di carte Fantasy Flight importato da Asterion / Asmodee Italia. Perchè dite quello che volete ma apprezzo i giochi fatti bene, che mi divertono e mi lasciano la voglia di rigiocare ancora, senza spendere eoni in setup.

Dixit’s legacy – When I Dream VS Dreams

di Daniele “ditadinchiostro” Ursini

Suono di campane. A morto. Infiniti rintocchi vibrano lenti. Leggeri persistono nell’aria ad inquinare ricordi. Ci fu un tempo in cui non avresti mai pensato potesse accadere. Il mondo sembrava girare grazie a lui, per lui, con lui. Rintocchi. Ancora rintocchi. È morto. L’aria è di fango. Dixit è morto. E già dalla prima lacrima comincia a sfumare la sua importanza. Quando ti corichi per la notte, con gli occhi gonfi, non è rimasta che un’ombra del capolavoro che fu. E nel sonno inizia la battaglia. Il re è morto, serve un nuovo re. Vampiri irrompono nei sogni. La guerra di potere si combatte nell’inconscio, nello spazio in cui siamo più vulnerabili, nel momento in cui abbiamo più bisogno di Dixit.

Arkham Horror LCG: orrore collezionabile

di Luca”Maledice” Lanara Arkham Horror LCG

L’altro giorno giocando a Case della Follia seconda edizione,  il Doc sembra essere distante. E certo, mi dico io, lì vicino c’è il suo Conan apparecchiato pronto per essere giocato, così faccio finta di niente e mi getto nelle vie di Innsmouth senza pensare ad altro. In realtà scopro in seguito che il Doc era semplicemente stanco dallo scenario troppo pesante e lungo per i suoi gusti. Così mi racconta: “Ma non sarebbe bello se tra le storie ci fosse un filo conduttore, magari con una campagna, ma con partite che magari durino un’ora massimo un’ora e mezzo?”. Così rispondo: “Ma Doc, così perderei di immersione e a me piacciono i giochi che prendono anche un pomeriggio intero”. Poi un silenzio, ed entrambi ci guardiamo negli occhi con lo stesso pensiero. Beh, a quanto pare la FF ci ha letto dentro lanciando il suo nuovo LCG intitolato guarda caso Arkham Horror: The Card Game.

On the Board #88: TIME Stories

di Luca “Maledice” Lanara TIME Stories

Il viaggio nel tempo è da sempre uno delle tematiche più care al mondo dei giocatori. Del resto  il cinema e la fantascienza in generale, usa il pretesto dei loop temporali per creare storie piene di colpi di scena ed effetti farfalla. Così Asterion porta in Italia e in italiano questo T.I.M.E. Stories un gioco che ha fatto discutere molto ma che di fatto è entrato in tantissime case di appassionati di giochi da tavolo. Compresa la nostra. Buona Visione…..

Dell’arte, del potere e di altre sottoregole – (A Study in Emerald vs A Study in Emerald)

di Daniele “ditandinchiostro” A Study in Emerald

«Stavo ancora con la Puny, la mia prima moglie, e una sera che eravamo a Portobello di Gallura, dove avevamo una casa, fummo invitati in uno di questi ghetti per ricchi della costa nord. Come al solito, mi chiesero di prendere la chitarra e di cantare, ma io risposi -«Perché, invece, non parliamo?». Era il periodo che Paolo VI aveva tirato fuori la faccenda degli esorcismi, aveva detto che il diavolo esiste sul serio. Insomma a me questa cosa era rimasta nel gozzo e così ho detto: «Perché non parliamo di quello che sta succedendo in Italia?». Macché, avevano deciso che dovessi suonare. Allora mi sono rotto le palle, ho preso una sbronza terrificante, ho insultato tutti e sono tornato a casa. Qui mi sono chiuso nella rimessa e in una notte, da ubriaco, ho scritto Amico fragile. La Puny mi ha stanato alle otto del mattino, non mi trovava né a letto né da nessuna parte, ero ancora nel magazzino che finivo di scrivere.»

Quadropolis - fonte: bgg

On the Board #83: Quadropolis

di Luca “Maledice79” Lanara Quadropolis

Doppio appuntamento Unboxing e On the Board con Quadropolis, ultimo lavoro della Days of Wonder. Nota la cura per grafica e componentistica che di solito la casa editrice mette nei propri lavori mi sono ovviamente fermato per approfondire la questione.

Precedentemente conosciuto come City Mania (e anticipato precedentemente in questo articolo), in Quadropolis ogni giocatore deve costruire la propria metropoli. L’ambientazione per questo è già di per se chiara e non ha bisogno di ulteriori delucidazioni. Andiamo allora a vedere come si sviluppa il gioco. Buona Visione..

On the Board #76: Assalto Imperiale

di Luke “Maledice79” Lanara

Niente scherzi, ormai ci siamo! Il calendario dell’avvento è puntato sul 16 Dicembre, dice qualcuno. Io sono più per la filosofia del keep calm.
Non ho sentito il bisogno di fare il ripasso dell’intera saga di Star Wars, ne’ tanto meno mi sono messo a piangere quando ho visto il ritorno di Han Solo, io! (no, questo in realtà l’ho fatto). Perchè “in soldoni” (come direbbe il Doc) Star Wars per me è, e resta, Guerre Stellari, come ci presentarono la trilogia da piccoli. Con la sua guerra dei quoti (abbiamo CLONATO il QUOTE quindi Lucas ha messo QUOTI al posto di CLONI). Con la sua magia e i suoi effetti speciali gusto neon.
E noi che con Guerre Stellari siamo cresciuti, noi, non sappiamo aspettare. Così giochiamo ad Appalti Imperiali (lo so che è Assalto imperiale ma shhhh, cosi freghiamo i german).
Buona Visione…

Privacy Policy