Tag Archives: complessità

Anteprima: Founders of Gloomhaven

di Luca “Maledice”

Mai farsi sfuggire un opportunità. Infatti, grazie a Ludica 2018, siamo riusci a giocare un titolo molto interessante. Founders of Gloomhaven è il gioco gestionale/city building che racconta la storia della fondazione della città di Gloomhaven. Quella stessa città che ha dato il via alle vicende del premiato e ricco titolo ideato da Isaac Childres , definito da molti (non da me sia chiaro) il miglior dungeon crawler di sempre. Tuttavia in questo gioco siamo alle prese con la gestione economica della città, dove nessun danno verrà assegnato, ma sanguinerà comunque il nostro cervello grazie ad una strategica impressionante. Ecco un breve video sulle nostre prime impressioni. Buona Visione…

Can’t stop: non riesco a smettere di giocare!

di Walter “Plautus” Nuccio

Se siete degli aspiranti autori di giochi di sicuro sarete affascinati dalla incredibile complessità di alcuni gestionali, come Agricola con le sue tante meccaniche e le decine di carte differenti o il più recente Tzolk’in col suo intreccio di risorse, edifici e tecnologie. Ma per comprendere alcuni dei principi basilari di game design non è sempre indispensabile far riferimento a giochi così articolati. Anche un gioco semplice, o addirittura estremamente semplice, può rivelare, ad una analisi attenta, notevoli elementi di eleganza e fornire interessanti spunti di riflessione. Analizzare un gioco elementare è un po’ come quando, in Fisica, si studiano il pendolo semplice o il piano inclinato: dei modelli talmente essenziali che raramente trovano riscontro nella realtà, della quale sono solo approssimazioni, ma che nonostante ciò si rivelano essere una solida base per indagini su sistemi più complessi. Quello che voglio proporvi oggi, quindi, è di analizzare insieme un gioco che, a fronte della sua estrema semplicità, risulta essere divertente, elegante e ben strutturato.

Privacy Policy