Tag Archives: drafting

The Isle of Cats – 50 libbre di gatti in salsa di tile

di Francesco “Riivaa” | The Isle of Cats

Chi mi conosce sa che sono più un tipo da cactus e cani…

Kill Doctor Lucky - fonte: bgg

Kill Doctor Lucky – Recensione

di Franz “riivaa”

Kill Doctor Lucky è un gioco per 2-8 giocatori della durata media di 45 minuti, frutto della fantasia di James Ernest. La prima pubblicazione del gioco risale al 1996, ma l’edizione della Giochi Uniti che teniamo oggi tra le mani è da considerarsi come il risultato di una riuscita campagna di crowdfunding che risale al 2015 promossa dalla Cheapass Games, casa editrice fondata dal creatore del gioco.

Mechs vs Minions parte 1 | Dicecraft #10

di Luca”Maledice” Lanara Mechs vs Minions

Mechs vs Minions è un gioco full cooperativo (e qui già ci possiamo scordare il cosiddetto Moba, che letteralmente vuol dire Multiplayer Online botte Arena) dove un’orda di minion, a seconda delle scenario scelto, decide di invadere la tua area di gioco preferita. Il gioco prevede 10 missioni (più una introduttiva) diverse da completare, con obbiettivi che vanno dal fare esplodere la bomba o uccidere il boss. Chicca spettacolare è che ognuna di queste missioni è chiusa ermeticamente in una busta con scritto sopra TOP SECRET. Ma che ve lo dico a fare sono mesi che mi chiedete di questo gioco! Una promessa è una promessa. Buona Visione….

Seasons – Enchanted Kingdom: cambio di stagione, via le T-shirt e largo ai medaglioni

di Max “Luna” Rambaldi

Seasons come promesso è tornato, con la collezione autunno-inverno carica di nuove carte tamarrissime, nuove illustrazioni e quelle piccole chicche non esattamente indispensabili ma che ci piacciono tanto, che vanno ad impreziosire un gioco di per sè completo. Raro che un gioco da tavolo riesca ad incantare tanto, ma Seasons è riuscito a riunire coinquilini, fratelli e suocere davanti al tavolo da gioco senza ricorrere a liti condominiali e cresime, quindi dall’espansione Enchanted Kingdom era d’obbligo aspettarsi fuochi d’artificio. Sapete, quella cosa di grandi poteri e di grandi responsabilità.

Seasons – Recensione

Di Davide “Canopus”

Titolo nato dalla fervida immaginazione di Réegis Bonnessée, già autore di Fabula e dell’ottimo Himalaya, e dalla “penna” di Xavier Gueniffey Durin, Isla Dorada e Tokaido. Questo gioco card-driven ci teletrasporterà magicamente in un universo fantasy, fatto di strane creature a metà tra il grottesco e il coccoloso (un incrocio tra Tim Burton  e i minipony), di maghi con le fattezze di animali antropomorfi e di, beh, zucche elettrificate. Più precisamente in una delle magiche foreste del regno di Xidit, che i giocatori più attenti avranno già capito essere l’anagramma di Dixit. In effetti Seasons stupisce non solo per le meccaniche e la grafica, ma anche per una strategia di marketing da parte della Libellud particolare è innovativa in modo particolare per due aspetti: le numerose assonanze con il loro capolavoro Dixit grazie ad una grafica in alcuni aspetti simile per stile e temi (la carta del dado della malizia mi ricorda qualcosa), e la pubblicazione della versione online su boardgame arena” prima dell’uscita del gioco così che i potenziali acquirenti potessero provarlo. Non so dire quanto queste manovre di marketing si siano rivelate efficaci, certo che la possibilità di provare il gioco prima della data di pubblicazione mi sembra una bella idea che mi auguro diventi un apripista anche per altri editori. Il titolo è “sbarazzino”, veloce da apprendere (il regolamento introduce anche delle variabili per ridurre il livello di difficoltà a mio parere assolutamente non necessarie), caciarone e, soprattutto, molto bastardo, grazie alle numerose e spassose combinazioni di carte. Seasons sposa amabilmente il mondo dei giochi di carte con quello dei giochi di dadi in un prodotto buffo da vedere ma dalla notevole profondità strategica, in cui il risultato non è scontato fino al termine della partita. Come dite? Che centrano le zucche elettrificate? Leggete e scoprite!!! :-P

Among the stars: commercio e diplomazia fra le stelle

di Alberto “Doc”

E dopo tanti titoli dove scatenare l’inferno nello spazio e sconvolgere le galassie per proclamarsi il nuovo dominatore dell’universo, arriva Among the stars a dirci invece come potrebbe essere la situazione da dover gestire dopo un conflitto di dimensioni galattiche. Quel che ci presenta il gioco è un universo provato da una lunga guerra, dove le varie razze aliene infine cercano di collaborare e riorganizzarsi per ricostruire le loro civiltà promuovendo un sentimento di pace fra le loro genti, lo sviluppo del commercio e della diplomazia fra le varie specie conosciute.

Privacy Policy