Tag Archives: eric m. lang

Magnifico

Gli otto del Magnifico 2019

di Daniel “Renberche” | Gli otto del Magnifico 2019

E anche quest’anno ludico, per quanto riguarda il premio Goblin Magnifico, sta volgendo al termine. Dopo mesi di discussioni la nutrita giuria, di cui faccio parte, ha tirato fuori gli otto di questa edizione e ora si prepara al rush finale. Ovviamente vi aspettiamo alla Play di Modena per provare tutti i titoli selezionati e per scoprire quali di questi verrà selezionato come Magnifico. Cosa troverete sui tavoli? Beh leggete e lo scoprirete. Buona lettura!

Rising Sun video tutorial / Tocca a Max

di Max “Luna” Rambaldi

Ebbene sì. Son tornata a fare un video tutorial, per un altro gioco dall’estetica compromettente. Nel senso che la vedo e non capisco più niente.
E sì, ok, faccio un tutorial all’anno, ma volete mettere l’impegno e l’amore? ♥ Buona visione e buona partita!

Bloodborne: finalmente arriva in italia il gioco di carte

di Luca “Maledice”

Yharnam è silenziosa, gli abitanti balbettano cose senza senso e la bestia pulsa nelle tue vene, sapendo che il sogno del cacciatore è l’unica cosa che puoi ancora chiamare casa. Non ci sono speranze nei dungeon del calice, sai soltanto che l’iscrizione recitava “cerca il sanguesmunto per trascendere la caccia”, e la luna è propizia per il rituale: ma forse è tardi e sei tu la bestia a cui dare la caccia. Se non avete capito niente, forse è tempo di rinascere nel sangue con Bloodborne: il gioco di carte.

On the Board #78: XCOM

di Luca” Maledice79″ Lanara

Quando gioco a XCOM penso sempre a quell’Indipendence Day con il suo ballo della vittoria. Ma qui, anche se potrebbe sembrare, non siamo americani, ma una forza militare internazionale che si accorge di un attacco extra-terrestre. I 4 giocatori divisi in quattro ruoli specifici (comandante, addetto alle comunicazioni, ricerca e commando) useranno le risorse della terra per combattere quei figli di buona aliena!
Infine questo gioco necessita un’app e un supporto adatto a supportarla, e no, purtroppo non c’è un i-Pad incluso nella confezione… Come sempre, buona invasione…

Blood Rage: la gloria è tutto

di Luca “Maledice79” Lanara

Cool Mini or Not in questi anni ha sfornato giochi davvero notevoli. La politica di kickstarter ha premiato la scelta di pompare al massimo le miniature e la grafica, regalando al mondo giochi come Zombicide e Arcadia Quest. Tuttavia molti giocatori sono rimasti delusi dalle meccaniche di gioco, che spesso non sono state all’altezza del comparto grafico. Questa volta, grazie alla Guillotine Games, con Blood Rage pare proprio che la casa delle miniature abbia fatto i compiti…

Sfide impossibili: Fire & Axe vs Blood Rage

di Daniele “ditadinchiostro” Ursini

C’era una volta il vento del Nord. Solcava il mare alzando onde minacciose, gelava le scogliere, gonfiava le vele dei Drakkar in rotta verso i porti d’Europa per depredarli d’ogni ricchezza. Commercianti e combattenti spietati, i clan Vichinghi navigavano in cerca di gloria e denaro, guidati da magiche rune. Nessuno era al sicuro quando comparivano quelle vele all’orizzonte, nessuno poteva decifrare in anticipo i loro piani ma tutti erano consapevoli che non avrebbero lasciato amici sulla propria strada.

C’era una volta il vento del Nord. Solcava l’oceano alzando onde minacciose, gelava le scogliere, spazzava le montagne di Midgard seminando dolore e distruzione fino alle pendici di Asgard. I diversi clan di guerrieri Vichinghi erano pronti a combattere tra loro per la supremazia, affidando la propria vita agli Dei prima che il Ragnarok giungesse a distruggere il mondo conosciuto. Era la gloria che volevano. La gloria che galleggiava sul sangue dei nemici sconfitti al termine d’una battaglia.

La sfida più impossibile di tutte è tra Fire & Axe a Viking Saga uscito nel 2004 e a breve riedito da Pandasaurus Games e Blood Rage, un progetto kickstarter della Cool Mini Or Not, che verrà pubblicato il prossimo ottobre. Un gioco con numerose partite all’attivo da parte degli appassionati contro un titolo di cui allo stato attuale si conosce soltanto il regolamento. A legare i due estremi i Vichinghi. Vichinghi visti da angolature diverse ma pur sempre Vichinghi.

Caos nel vecchio Mondo e i giocatori dell’espansione perduta

di Daniele “ditadinchiostro” Ursini

Quando il professore entra in aula il silenzio è immediato. Porta con se una tale aura di conoscenza che non c’è bisogno di autorevolezza, gli studenti pendono dalle sue labbra perché lui sa, lui c’era, lui ha frequentato tutti i migliori tavoli da gioco da Marrakech a Caracas. Quando il professore inizia a parlare gli studenti sono consapevoli di dove si trovano ma non di dove saranno trasportati.

<<Caos nel vecchio Mondo. Un’uscita improvvisa nel 2009, scatola nera con inserti cangianti, ambientazione Warhammer, tutto il necessario per esaltare i feticisti dei giochi nuovi. Difatti appena in commercio macina vendite, se ne parla ovunque e viene immediatamente tradotto in italiano da Giochi Uniti. E’ dopo le prime partite che le cose cominciano ad incepparsi. Ognuno dice la sua. “E’ sbilanciato”, “Quante partite ci hai fatto?”, “Una”, “Verso chi è sbianciato?”, “Khorne”, “Nurgle”, “Tzeentch”, “Slaneesh”.

On the Board #53: Arcadia Quest

di Luca “Maledice” Lanara

Un manipolo di eroi può fare tanto, il cinema e videogiochi ci hanno insegnato questo. Bene, Arcadia Quest ci pone alla guida di questo gruppo (qui chiamato Gilda) per impedire al male di distruggere tutto ciò che è bello a questo mondo. Ma attenzione in città non siete gli unici eroi in circolazione. Infatti sarà proprio la guerra tra queste gilde che ci metterà in serie difficoltà. Dopo tanta attesa arriva sui nostri tavoli questa scatola titanica, pronta per essere sviscerata. Buona visione..

Privacy Policy