Tag Archives: fumetto-game

Tu sei Deadpool | Recensione del fumetto-game

di Davide “Canopus” Tommasin | Tu sei Deadpool

È da tanto che lo sognavo, fin da quando misi le mani sul mio primo fumetto-game, era Pirati – Diario di un Eroe. Da allora ho continuato a sognare un fumetto-game della Marvel, magari con protagonisti Iron Man o Wolverine o Deadpool… e alla fine è arrivato, Tu sei Deadpool (dove tu sta proprio per io) è quello che aspettavo. Non sapete cos’è un fumetto-game? Non sapete chi è Deadpool (in ginocchio sui ceci per punizione)? Tranquilli, andate oltre il tag more, cioè il pulsante “Leggi […]” e continuate a leggere.

Capitoli: Parte 1 | Parte 2

Pirati: Diario di un Eroe – Libro 1 – Recensione

Di Davide “Canopus” Tommasin

Chiariamo subito un punto importante! Oggi non parlo di un boardgame, ma di quello che mi sento tranquillamente di definire “fumetto-game”. Ma di cosa stiamo parlando? In un’epoca oscura in cui i personaggi dei videogiochi sembravano fatti di mattoncini colorati e molti giochi di avventura erano in forma testuale, ossia il computer ti descriveva la situazione in cui ti trovavi tramite del testo e tu decidevi che fare, era diffusa una particolare forma ludica: il libro-game. I più “anziani” tra voi avranno capito che sto parlando degli anni 80-90. Un libro game è sostanzialmente un libro in cui i paragrafi sono numerati e il lettore al termine di ogni paragrafo decide che azione svolgere e in base a questa va a leggere il paragrafo indicato. Esempio: “sei dentro una stanza con due porte, se scegli la porta rossa leggi il 340, se scegli quella blu vai al 114”. Ovviamente, a seconda del paragrafo, si trovavano situazioni diverse. Si andava dai volumi più semplici a titoli più complessi che potevano prevedere, per esempio, le caratteristiche e abilità del personaggio e un dado per le prove di abilità (che in alcuni libri era stampato sulle pagine e si apriva il libro a caso per simulare il lancio). Il genere vide, poi, un lento declino fino a scomparire, guarda caso man mano che i videogiochi si facevano più economici e raffinati. Ora, se ai paragrafi numerati si sostituiscono delle vignette che succede? Che abbiamo un fumetto-game! Ovviamente, questa recensione non seguirà il solito schema.

Privacy Policy