Tag Archives: Gioco da tavolo

Sword & Sorcery: Dicecraft #13

di Luca “Maledice” Sword & Sorcery

Come molti di voi mi hanno chiesto più volte ho finalmente finito la campagna. Atto 1 in realtà e attendo con ansia la seconda parte che già mi manca il mio Summoner. Sword and Sorcery è quindi pronto per il mio personale Dicecraft. Il gioco è un cooperativo fantasy di puro stampo epico, erede spirituale di un Galaxy Defenders recensito ormai diverso tempo fa (mamma mia se ero giovane e bello in quel video). Nel gioco i giocatori vestiranno i classici panni di nani, elfi, macchi eccetera per impedire all’oscurità di distruggere il mondo, ma gli stessi eroi posso decidere se schierarsi con le vie dalla luce o preferire il caos. In ogni caso il gioco uscirà tradotto in italiano dalla Raven, del resto anche se può sembrare strano, stiamo parlando di un prodotto italiano che ha ricevuto consensi in tutto il mondo. E in questa marea di opinioni, tutorial e gameplay ecco la mia modesta versione. Buona Visione e grazie per il continuo sostegno che mi date ogni giorno…….

Stuffed Fables: la nuova avventura coop del creatore di Mice and Mystics

di Luca “Maledice” Stuffed Fables

Quando Mice And Mystics uscì nel mondo dei giochi da tavolo fu un vero e proprio tsunami nel mondo dei giochi da tavolo. Un cooperativo dungeon crawling, con una forte componente narrativa e soprattutto ambientato nell’universo dei topi. Una meraviglia che ancora oggi fa giocare e ricordare personaggi meravigliosi come Nez e Filch. Anni dopo, la stessa Plaid HaT Games uscì con un altro cooperativo che ha fatto storia, ossia il zomboso Dead of Winter, con altrettanti personaggi carismatici tra cui il cane, che tutti devono provare almeno una volta. Quindi è giusto pensare che questo nuovo gioco sia un’altra perla dell’ormai abusato mondo cooperativo…

noxford

Noxford, il videotutorial

Di Sara “Miss Meeple” Trecate

In Noxford, ogni giocatore è a capo di un sindacato del crimine, e ha un mazzo di carte formato da 1 Boss, 2 Luogotenenti, 3 malviventi, 4 sgherri.

Sul tavolo andrà a formarsi la città di Noxford, composta da carte distretto, ognuna rappresentante un quartiere e le sue ricchezze, attorno alle quali posizioneremo le carte con i nostri scagnozzi. A fine partita ogni distretto sarà assegnato al giocatore che avrà più carte del proprio sindacato a contatto con quel distretto.

Il posizionamento delle carte segue delle regole ben precise e porta alla formazione di un’intricata scacchiera in cui da 2 a 4 giocatori si contenderanno tutti i distretti.

Le carte polizia, che annullano le carte che toccano, e le carte ingranaggio, che permettono di spostare altre carte, capovolgeranno i piani dei partecipanti e porteranno a rapidi cambiamenti di fronte. Fate attenzione anche al rango dei vostri collaboratori, perché carte di valore più basso possono essere in qualsiasi momento coperte e sovrascritte da carte di rango più alto.

Solo i più scaltri riusciranno a sopravvivere e ad accaparrarsi le ricchezze che nasconde Noxford. Il gioco è di Henri Kermarrec, e l’edizione italiana è curata da Doppio Gioco Press.

Il regolamento completo è illustrato nel video tutorial di Miss Meeple:

Miniboard #20: Dice Forge

di Max ‘Luna’ Rambaldi / Dice Forge board game miniboard

Per chi detesta tirare i dadi e ritrovarsi in balia del becero destino potrebbe essere arrivata una soluzione: Dice Forge.
La fucina divina dove facce di cubi si smontano e riassemblano in continuo alla ricerca del dado perfetto, per poter adempiere alle nostre missioni di eroi sotto lo sguardo annoiato degli dei. I Gioconauti si sono sottoposti a erculee fatiche per voi, collezionando carte e forgiando facce, ma soprattutto lanciando, lanciando e ancora lanciando come non ci fosse un domani…

Adornato da una grafica impeccabile, sarà riuscito questo gioco in scatola a guadagnarsi un posticino sull’Olimpo e nel cuoricino (sì, parlo di te Canopopulos!) dei Nauti?
Siete pronti? Il Mini Board è tratto!

guilds

Guilds, il videotutorial

di Sara “Miss Meeple” Trecate

Guilds, gioco di aste, carte e tile placement di Christian Giove, edito da Giochi Uniti, è ambientato nel favoloso Regno di Anderis, dove l’esigente sovrano richiede la formazione di Gilde confacenti ai suoi gusti.

Da 2 a 4 giocatori si contenderanno i personaggi più potenti, influenti, ricchi e meschini del regno, ingaggiandoli al mercato.

cottage_garden

Cottage Garden, il videotutorial

di Sara “Miss Meeple” Trecate

Ricordate le coperte da cucire e ricamare in Patchwork? Stavolta Uwe Rosenberg trasferisce in giardino un meccanismo molto simile e crea Cottage Garden, gioco da 1 a 4 partecipanti in cui vestiremo i panni di esperti giardinieri alle prese con aiuole fiorite. Cranio Creations ha curato l‘edizione italiana, da poco sul mercato.

Ogni giocatore ha un tavolo da lavoro, che funge da segnapunti, e che circonda due aiuole da riempire, con piazzamento tessere in stile tetris, con tessere fiore, vasi e gattini. Inoltre, alcune serre possono essere già stampate sulle aiuole o presenti tra le tessere fiore.

Overseers, il videotutorial

di Sara “Miss Meeple” Trecate

Secondo la tradizione, gli Overseers sono guardiani del comportamento umano, inviati dagli Dei per guidare e bilanciare nostri vizi e virtù. Nell’omonimo gioco dell’autore taiwanese Guan Chih Huang, dovremo fare buon uso del guardiano a noi assegnato per vincere la partita.

Il gioco si svolge in tre round, all’inizio di ognuno viene distribuito casualmente un Overseers a ciascun giocatore (da 3 a 6) che dona un’abilità speciale per il round in corso. Si mescola un mazzo di carte “tratto”, dedicate a vizi e virtù, e si inizia un draft alla fine del quale tutti avranno cinque carte in mano. Lo scopo del gioco è tenere in mano le carte che danno più punti, bluffando per non far capire agli avversari di avere la mano migliore. Nelle fasi successive ognuno scopre 3 delle sue 5 carte e successivamente tutti votano il giocatore che a loro avviso totalizzerà più punti. Il più votato a quel punto può ammettere di avere le carte migliori, ed eliminare due carte a sua scelta dalle cinque, oppure negare, consapevole che se, scoprendo le ultime due carte, si rivelerà quello con il maggior numero di punti, perderà le due sue carte migliori, mentre se non si rivelerà in testa, guadagnerà una carta in più.

Facendo attenzione a quali carte tenere in mano, a quali scoprire, decidendo quanto bluffare e quali giocatori attaccare, si potranno portare a casa molti punti. Alla fine dei tre round chi ne avrà di più sarà il vincitore.

Thundergryph Games ha pubblicato Overseers, in arrivo in Italia grazie a Gate On Games, e come sempre l’aspetto grafico è stato fondamentale. Le illustrazioni delle carte sono dettagliatissime e di grande impatto, sicuramente la scatola e i materiali non passano inosservati.

Il regolamento completo è spiegato nel video tutorial di Miss Meeple:

Madeira, il videotutorial

di Sara “Miss Meeple” Trecate

Quando fu scoperta, l’isola di Madeira era coperta da una folta vegetazione, tanto che gli esploratori le diedero un nome che in portoghese significa legno. Instaurando nuove colture, tra cui grano, canna da zucchero e vitigni, Madeira divenne un importante centro di produzione e maggiore pressione cominciò ad arrivare da parte della Corona portoghese perché sull’isola fiorisse la produttività, il commercio, l’urbanizzazione, la ricchezza.

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD