Tag Archives: Gioco di carte

Two Robots

Two Robots is megl che One

di Daniel “Renberche” | Two robots

Ogni tanto è bello notare che si è diventati un pianeta. Nello specifico siamo nell’anno 2876 a Rennova, pianeta un tempo probabilmente caratterizzato dalla presenza di giocatori german, che sono stati però costretti a nascondersi nei bunker a seguito di una terribile guerra. E per riemergere da questo, e  riconquistare il potere, cosa c’è di meglio che costruire dei robot? Buona lettura!

Gameplay Elo Darkness | Welcome to the Nexus

di Luca “Maledice”

Torniamo a giocare un po’ con un titolo tutto italiano della Reggie Games ispirato a una serie di videogiochi molto famosa. Questo titolo infatti cerca di riprodurre in modo fedele l’esperienza di gioco delle arene di battaglia multigiocatore che si trovano online, League of Legends e consanguinei per citarne giusto uno, attraverso un tattico duello di carte in stile Magic.
A disposizione dei giocatori ci saranno 2 mappe, per partite 1 contro 1 o per 4 giocatori divisi in 2 squadre, che riportano le classiche 3 linee percorribili nell’arena. Ovviamente costellate di torrette difensive e “abitate” dai nostri minion pronti ad attaccare e farsi strada fino alla base avversaria. Scopriamo insieme come funziona e se ci siamo divertiti a provarlo. Buona Visione….

Imperium: The Contention – il 4X si fa gioco di carte


di Alberto “Doc” | Imperium: The Contention

Benché non sia particolarmente abile nel giocarli, rimango sempre affascinato dai titoli 4X in particolar modo quando questi propongono fazioni asimmetriche e una ambientazione fatascientifica. Per questo, quando ho incrociato la pagina di Imperium: The Contention ho avuto la curiosità di fermarmi ad approfondire, a maggior ragione quando ho visto che si trattava in sostanza di un gioco di carte: un’abbinata insolita per un 4x, categoria che di solito coglie sempre l’occasione di mettere in pista miniature, segnalini e una bella plancia su cui giocarli.

Miniboard #31 | Shy Monsters

iconadi Max “Luna” | Shy Monsters

Non siate timidi! Entrate, entrate. Certo la caverna è un po’ polverosa ma non c’è nulla da temere, cavalieri.. Nulla davvero. E le creature che incontrerete non sono che docili mostri riservati, che hanno bisogno dei loro spazi per sentirsi a proprio agio. E divorarvi.

On the Board #101: Underwater Cities

di Luca “Maledice”

Con la carica di 101 giochi da tavola affrontati mettiamo sullo spinoso e spietato tavolo degli On The Board, un gioco uscito ad Essen 2018 e arrivato nelle nostre case italiane grazie alla Ms Edizioni e grazie anche a Miss Meaple che ci ha spiegato il regolamento, andiamo tutti sott’acqua. Molto sott’acqua. A costruire una città futuristica ricolma di alghe commestibili e tecnologia folle. Rapture è ora nelle nostre mani americane o germaniche e possiamo finalmente dedicarli un capitolo, della nostra rubrica. Buona Visione….

Gameplay BattleCON | Fight!!!

iconadi Max “Luna” | Battlecon

Un game play tira l’altro, come le ciliegie.
Questa volta i prodi Riivaa e Maledice hanno deciso di disgiungere le forze, abbandonando momentanemante la via del cooperativo iniziata con i libri game, per sfidarsi in un combattimento in puro stile picchiaduro! Allontanati dall’avversario, schiva, calcia e gioca le giuste carte per creare la combo migliore (rigorosamente da annunciare a voce alta!) e ridurre a zero i suoi punti vita!
E se va male, insert coin(s), e si ricomincia.

Apokalypsis – Recensione

di Davide “Canopus” | Apokalypsis

Squillino le trombe e si rompano i sigilli, sui vostri tavoli sta per giungere l’Apocalisse. No, non sono in vena di visioni catastrofiche relative ai vostri boardgame, ma oggi vi parlerò di un titolo che prende ispirazione dal libro delle rivelazioni di San Giovanni, Apokalypsis. Credo non serva specificare che il gioco non ha alcun risvolto religioso, ma fa riferimento semplicemente all’opera letteraria in sé. In Apokalypsis vestiremo i dannati panni di angeli caduti occupati a manovrare i cavalieri dell’apocalisse per mietere anime mentre Lucifero e San Michele se le danno di santa ragione, è il caso di dirlo. La prima cosa che mi ha incuriosito di Apokalypsis è la grafica, frutto di Alan d’Amico, artista che personalmente apprezzo molto fin dai robottoni di C.O.A.L., che nelle carte prende la forma di meravigliose vetrate gotiche come quelle che si vedono in molte cattedrali, decisamente d’impatto. La seconda cosa è il logo Sir Chester Cobblepot sulla scatola che, almeno per me, significa che nella maggior parte dei casi troverò più pagine di interessanti approfondimenti dell’ambientazione che di spiegazione effettiva delle regole. Tornando al titolo, Apokalypsis è un gioco di carte in cui, a seconda del cavaliere attivato, potrete eseguire effetti infernali o paradisiaci delle carte in gioco che formano, udite udite, l’orologio della fine dei giorni direttamente sul tavolo. Sono stato abbastanza nebuloso da incuriosirvi? Allora continuiamo la lettura…

Miniboard #29: A Thief’s Fortune

icona

di Luca “Maledice” | A Thief’s Fortune

Artipia Games ci porta nelle terre misteriose dell’oriente antico. Un ladro in puro stile Prince of Persia si impossessa di una clessidra che permette di viaggiare nel tempo. I giocatori sono chiamati a impostare le varie linee temporali di questo ladro: lo scopo è quello di realizzare il miglior destino possibile realizzando più punti possibili. Direttamente questo gioco di carte in puro stile draft, ci da la possibilità di massimizzare le combo nei migliori dei modi. Buona Visione…….

Privacy Policy