Tag Archives: Gioco di carte

Miniboard #19: Fabled Fruit

di Luca “Maledice”

L’idea che un gioco si evolva nel tempo e mantenga un cambiamento da partita a partita è sicuramente un’idea intelligente e affascinante, ma è anche innegabile che il sistema Legacy, nome dato a questo meccanismo, comporti un contro non da poco: non si torna indietro. Friedmann Friese della 2F-Spiele, il tizio di Alta Tensione, prova a portarci una versione rigiocabile. Buona Visione..

Alchemidus – Recensione

di Davide “Canopus” Tommasin

Per chi ha partecipato negli ultimi anni alle edizioni dello Spiel, una delle fiere più importanti a livello mondiale dedicata ai boardgame, ormai una cosa sarà chiara, l’Asia si sta affacciando sempre di più al mercato dei giochi da tavolo. Oggi parlerò di Alchemidus, titolo di carte di origine nipponica che fa parte di una particolare cricca dei puzzle game astratti che potremmo definire “solitari di gruppo”. In genere, quando dico che un titolo è un solitario di gruppo, lo faccio per sottolineare un problema di interazione, in questo caso invece è un effetto voluto. In Alchemidus, come in altri titoli simili, i giocatori sono chiamati a risolvere mentalmente un puzzle, in questo caso definito da un insieme di dadi i cui valori dovranno essere modificati tramite delle carte, mentalmente, senza mettere mano ai componenti di gioco se non per dimostrare la fattibilità e l’efficienza della propria soluzione. Ne consegue che l’interazione è completamente nulla, se non per una questione di velocità di ragionamento, e il numero di giocatori è limitato solo da questioni di “ordine al tavolo”. Ovviamente, anche l’ambientazione è solo una scusante per introdurre la tipologia di enigmi da risolvere. L’autore è Shimpei Sato, ben più conosciuto per Onitama, gioco astratto che ha ottenuto un discreto successo recentemente. Ma bando alle ciance e andiamo a trasmutare…

fieldsofgreen

Fields of Green, il videotutorial

di Sara “Miss Meeple” Trecate

Rielaborare un titolo ambientato nello spazio ed attribuirgli un’ambientazione bucolica sembra una follia, ma è quello che ha fatto Vangelis Bagiartakis partendo dal suo Among the Stars e trasformandolo in Fields of Green. Niente più reattori e cubi di energia, bensì silos, serbatoi, grano e acqua da gestire.

Si inizia con un draft in cui i giocatori (da 2 a 4) scelgono una carta e passano le rimanenti agli altri, partendo da una mano di 6 carte che possono essere campi, bestiame, costruzioni e edifici, tutto il necessario per costruire una fattoria.

Arkham Horror Gioco di carte LCG: il video tutorial

di Max ‘Luna’ Rambaldi   /  Arkham Horror Gioco di carte LCG: il video tutorial

Stavolta Tocca a Max. Continuano a dire che sono german? Perfetto.
E io gli faccio il tutorial di un giocone pieno di mostri lovecraftiani, destino e carte: Arkham Horror. Il gioco di carte Fantasy Flight importato da Asterion / Asmodee Italia. Perchè dite quello che volete ma apprezzo i giochi fatti bene, che mi divertono e mi lasciano la voglia di rigiocare ancora, senza spendere eoni in setup.

Gravehold di nuovo sotto assedio in Aeon’s End: War Eternal

di Federico “Kentervin” War Eternal

Non c’è davvero pace per Gravehold: nonostante gli sforzi congiunti di Mist, Xaxos e compagni, i Nameless sono tornati più forti ed agguerriti che mai. Tocca quindi ad una nuova generazione di guerrieri porre la parola fine a questo (è proprio il caso di dirlo) eterno conflitto.
Dal 21 Marzo Indie Boards and Cards e Action Phase Games tornano su Kickstarter con Aeon’s End: War Eternal, espansione stand-alone del loro gioco di successo Aeon’s End che molti consensi ha raccolto nei mesi passati e di cui potete trovare un’approfondita recensione qui.

DeckScape: l’Escape Room è tascabile! Parola di DV Games

di Federico “Kentervin” DeckScape

Il fenomeno delle Escape Room è in continuo aumento, con associazioni e gruppi in franchising che stanno invadendo a poco a poco le nostre città. Per i pochi che ancora non conoscono l’argomento trattato, un Escape Room prevede che un gruppo di giocatori venga chiuso in una stanza da cui dovranno uscire nel minor tempo possibile ed entro un tempo limite solitamente fissato in un’ora.

By Order of the Queen: a difesa della regina… su KS

di Alberto “Doc” By Order of the Queen

Sempre alla ricerca di qualche titolo interessante, sono incappato questa volta in un cooperativo fantasy dai disegni fiabeschi che su Kickstarter dopo due settimane di campagna, sta riscuotendo ampi consensi e altrettanti incassi. La raccolta infatti ha abbondantemente coperto il valore per la sua realizzazione e sono stati sbloccati già numerosi stretch goal. Seguitemi e vedremo insieme di scoprire il funzionamento di By Order of the Queen.

superhot

SUPERHOT: The Card Game. Carte bollenti per serate in solitaria

di Daniel “Renberche”

Nonostante il titolo lasci intendere dissolutezza, il gioco di cui andrò a trattare non parla di calienti serate per eremiti. Superhot: the card game è frutto di una trasposizione da videogame a gioco in scatola, nello specifico in un mazzetto di carte comode comode da trasportare. Nel gioco risulterà fondamentale la scelta di quante carte giocare dato che, come accade anche nella versione virtuale, il tempo di gioco sarà determinato da ciò che il giocatore farà, e non da uno scorrere indipendente del tempo. Direttamente dalla terra dell’Aquila d’Argento quindi, un nuovo sparatutto per chi non ha paura di morire (o di restare con carte inutili in mano). Buona lettura!

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD