Tag Archives: Gioco di esplorazione

Near and Far: le avventure di Above and Below continuano

di Alberto “Doc” Near and Far

Ryan Laukat è un autore che seguo sempre con interesse. Nel suo percorso di evoluzione come designer lo abbiamo visto aggirarsi spesso intorno alle meccaniche gestionali e in alcuni casi è probabilmente caduto in giochi con un po’ troppe similitudini fra di loro (vedi ad esempio City of Iron e The Ancient World). Ma nel recente passato ha iniziato a camminare su nuove strade che hanno aggiunto elementi di avventura e narrazione a quanto già di lui noto. Novità queste che hanno saputo strapparlo dalle sue consuetudini per portarlo ad un risultato come quello di Above and Below. Un filone questo che sembra piacergli e averlo stimolato con nuove idee a riguardo. Se A&B poteva essere un ibrido fra gestione risorse e narrazione, con Near and Far, la sua ultima fatica, stiamo puntando pienamente sull’esplorazione e lo storytelling. Regolamento alla mano, capiamo meglio di che si tratta.

Posthuman: in bilico fra l’umanità e la sua mutazione

di Alberto “Doc”

Devo dire che quando si parla di scenari che guardano a come l’umanità sarà nel futuro, le ipotesi non scarseggiano davvero, soprattutto nei boardgame, che spaziano da mondi post-apocalittici a società con nuove regole di vita a invasioni aliene e così via. Mighty Box prova a dire la sua ipotizzando una situazione in cui è la natura stessa a ribellarsi all’umanità reclamando il suo diritto alla supremazia sul pianeta. Scopriamo allora insieme quale realtà ci farà conoscere Posthuman.

Transylvania: Curses & Traitors – all’avventura nelle terre di Dracula

di Alberto “Doc”

Ed eccoci tornare a parlare di una delle ambientazioni utilizzate in più occasioni per la realizzazione di giochi in scatola. Mi riferisco alla Transylvania dell’ottocento che ha visto nascere il mito del conte Dracula e che è poi stata spesso il palcoscenico per altri romanzi Horror/fantastici. WIBAI Games puntando su questo tema per la propria opera prima, Transylvania: Curses & Traitors, sembra aver già fatto centro grazie ad un Kickstarter conclusosi con successo. Ma di cosa si tratta esattamente? Vediamo di capirlo un po’ meglio insieme.

On The Board #3: A Touch of Evil: The Supernatural Game

Di Davide “Canopus” Tommasin

Pubblicato nel lontano 2008, “A Touch of Evil: The Supernatural Game” è un titolo con sfondo horror dalle molteplici modalità di gioco e con una grafica davvero molto particolare. Nonostante il titolo sia stato pubblicato da un po’ di tempo, sul mercato si continuano a vedere pubblicate espansioni: possiamo contare 2 Hero Pack e 2 espansioni in scatola grande con tabelloni aggiuntivi. In Italia il gioco non ha mai visto una localizzazione e nemmeno sembra aver riscosso un grande successo. Una curiosità, alcune edizioni del gioco base comprendono pure un CD con circa 30 minuti di musiche per il sottofondo delle vostre partite. Ma ora bando alle ciance…

Ancient Terrible Things: alla scoperta degli antichi segreti della giungla

di Alberto “Doc”

Quando i miei occhi si sono fermati su Ancient Terrible Things pensavo di aver trovato l’ennesimo titolo collaborativo con ambientazione Lovecraftiana. Sbagliato perché se il gioco da un lato è vero che parla di mistero ed orrori dall’altro lo fa in un ambientazione che esula dal mondo degli antichi, o almeno così sembra. Vediamo di che si stratta.

Level 7 – Recensione (anche dell’espansione Lockdown)

Di Davide “Canopus” Tommasin

Level 7 [Escape], e mi raccomando le parentesi quadre, è definito dall’autore stesso come un semicooperativo. La  motivazione, stando al manuale di istruzioni, è che i giocatori, che vestono i panni di prigionieri che devono scappare da un complesso di ricerca, possono decide di cooperare o di mettersi i bastoni tra le ruote durante il tentativo di fuga. Personalmente, per quanto la cosa possa sembrare avere una sua logica, credo sia meglio definirlo solo cooperativo visto che ho notato una tendenza alla cooperazione dovuta al fatto che ostacolarsi diminuisce notevolmente le probabilità di riuscita. Si tratta di un gioco a scenari, 7 in tutto, che introducono gradualmente i vari elementi e regole del gioco (qualcuno ha detto Andor!?!?) con tanto di appassionanti e dettagliati spezzoni introduttivi che aiutano a calarsi nella parte e mantengono viva la curiosità. Per quanto questo genere di titoli sia molto coinvolgente, bisogna ammettere che soffrono di qualche problema di longevità, soprattutto quando gli scenari sono solo 7. Ma neanche a farlo apposta esiste anche un’espansione che introduce altri 5 scenari, si tratta di Level 7 [Escape] Lockdown, cosa che detta così sa tanto di “espansione mangia soldi”, ma come vedremo più avanti introduce anche qualche elemento aggiuntivo di interesse. Da questo punto di vista, il titolo sembra il primo passo di un progetto editoriale più ampio che vede anche l’uscita di un seguito, Level 7 [Omega Protocol] che vi metterà nei panni della squadra che dovrà riparare ai casini che avvengono nel laboratorio di ricerca mentre i prigionieri scappano. A mio parere personale, trovo il gioco complicato e poco longevo, ma ammetto che introduce degli aspetti davvero interessanti e che, una volta presa mano, si lascia giocare in modo molto divertente. È il classico gioco all’americana, pieno di lanci di dadi ma con degli aspetti strategici che lo rendono particolarmente intrigante. Una curiosità: la Privateer Press è specializzata in giochi con miniature e questo titolo, che presenta pedine in cartone con supporto in plastica, ha causato un certo malumore tra gli abitudinari dei titoli Privateer, sarà per questo che Level 7 [Omega Protocol] reintroduce le miniature.

Expedition: Northwest Passage – alla ricerca di John Franklin

di Alberto “Doc”

Prosegue la mia carrellata sui giochi di esplorazione. E dopo avervi parlato di Lewis & Clark pochi giorni fa, oggi è la volta di Expedition: Northwest Passage, gioco del 2010 che Matagot ha deciso di pubblicare sotto il suo marchio e di presentare alla fiera di Essen. Dalle terre inesplorate d’america, passiamo alle acque gelide dell’artico.

Lewis & Clark: nel cuore dell’America per raggiungere il Pacifico

di Alberto “Doc”

Settimane fa avevo accennato di come quest’anno vi sia più di un titolo dedicato all’esplorazione ed eccomi oggi a portarvi l’attenzione su un altro di questi, Lewis & Clark, gioco creato da Cédrick Chaboussit che uscirà ad per la fiera di Essen sotto il marchio Ludonaute. Ecco di cosa si tratta.

Relic Expendition: a caccia di tesori nella giungla inesplorata

di Alberto “Doc”

I giochi di esplorazione sembrano avere quest’anno diversi rappresentanti come i già presenti Robinson Crusoe: the cursed Island e Naufragos e le prossime uscite a tal proposito non mancano. Fra questi ecco un progetto Kickstarter di Randy Hoyt edito dalla Foxtrot Games che ha già raggiunto la sua quota di finanziamento per essere messo in produzione. Sto parlando di Relic Expendition. Vediamo di che si tratta.

Dark Worlds: l’esplorazione spaziale non passa mai di moda

di Alberto “Doc”

I giochi di esplorazione e conquista spaziale continuano ad avere sulla mia persona un fascino irresistibile ecco così a scrivere nuovamente su una delle prossime uscite in merito: Dark Worlds, titolo creato da Gregory Love e pubblicato dalla Print & Play Productions. Sarà un clone di quanto già a disposizione sul mercato o invece siamo di fronte a qualcosa di nuovo ed originale? Vediamo di saperne di più e di provare a rispondere a questa domanda.

Featuring Recent Posts WordPress Widget development by YD