Tag Archives: Gioco di narrazione

Afterlife: Wandering Souls – La morte è una meravigliosa avventura

di Francesco “Riivaa” | Afterlife: Wandering Souls

C’è un mare di sabbia con porte di specchi, oltre il passo del Nulla.
Un dedalo di sogni, che si snoda tra gorghi di miraggi e monsoni di ricordi.
Al di là del tempo,
esiste un presente che per avere un futuro deve farsi passato.
Più semplicemente: Aldilà.

Stuffed Fables | Dicecraft #23

di Luca “Maledice”

Lo attendevamo da mesi, forse lo attendevamo da quando eravamo piccini, e alla fine, è arrivato!
Suffed Fables e le sue favole di pezza. Un gioco da tavolo meno truce del solito all’apparenza, dove orsetti e bambole giocano allegram.. ah no. E’ notte, è silenzioso tutto intorno, mentre strane creature strisciano intrecciando incubi infantili. L’avete chiuso l’armadio? Vedo uno spiraglio.. Forse è meglio coprirvi gli occhi, perchè sta per iniziare un nuovo cupissimo dicecraft! Buona Visione…

Escape the Dark Castle e la narrazione muori e fuggi

di Marco “alkyla” Oliva

Adoro portarvi all’attenzione chicche ludiche sfuggite ai più, meglio ancora se dalla meccanica alternativa. Ebbene con Escape the Dark Castle, il filler di narrazione cooperativo by Alex Crispin, credo proprio di fare centro. La Themeborne ne ha chiuso il kickstarter a metà 2017 ed ora il gioco può raggiungere anche in versione retail le case di mezzo mondo. Tra tutte quella delle anime pie che me l’hanno fatto provare. Ecco cos’è venuto fuori dalle prime partite.

 

Near and Far: le avventure di Above and Below continuano

di Alberto “Doc” Near and Far

Ryan Laukat è un autore che seguo sempre con interesse. Nel suo percorso di evoluzione come designer lo abbiamo visto aggirarsi spesso intorno alle meccaniche gestionali e in alcuni casi è probabilmente caduto in giochi con un po’ troppe similitudini fra di loro (vedi ad esempio City of Iron e The Ancient World). Ma nel recente passato ha iniziato a camminare su nuove strade che hanno aggiunto elementi di avventura e narrazione a quanto già di lui noto. Novità queste che hanno saputo strapparlo dalle sue consuetudini per portarlo ad un risultato come quello di Above and Below. Un filone questo che sembra piacergli e averlo stimolato con nuove idee a riguardo. Se A&B poteva essere un ibrido fra gestione risorse e narrazione, con Near and Far, la sua ultima fatica, stiamo puntando pienamente sull’esplorazione e lo storytelling. Regolamento alla mano, capiamo meglio di che si tratta.

Dixit’s legacy – When I Dream VS Dreams

di Daniele “ditadinchiostro” Ursini

Suono di campane. A morto. Infiniti rintocchi vibrano lenti. Leggeri persistono nell’aria ad inquinare ricordi. Ci fu un tempo in cui non avresti mai pensato potesse accadere. Il mondo sembrava girare grazie a lui, per lui, con lui. Rintocchi. Ancora rintocchi. È morto. L’aria è di fango. Dixit è morto. E già dalla prima lacrima comincia a sfumare la sua importanza. Quando ti corichi per la notte, con gli occhi gonfi, non è rimasta che un’ombra del capolavoro che fu. E nel sonno inizia la battaglia. Il re è morto, serve un nuovo re. Vampiri irrompono nei sogni. La guerra di potere si combatte nell’inconscio, nello spazio in cui siamo più vulnerabili, nel momento in cui abbiamo più bisogno di Dixit.

I racconti del Libro della Giungla – recensione: a cosa diamine ho giocato?!

di Max “Luna” Rambaldi

Quando ho preso in mano la tastiera, metaforicamente parlando, specie se si considera che la mia è anteguerra e pesa come uno shuttle, mi apprestavo a scrivere una recensione one-shot de i Racconti del Libro della Giungla. Le recensioni one-shot sono per mia definizione il risultato di una partita sola, e quindi l’opinione personale che mi faccio di un gioco da tavola al primo appuntamento. E’ quello, quel primo date che di solito segna il proseguire di una relazione amorosa o un rapido tracollo a Scusa, mi sento ancora col mio Dixit.

E’ quel primo incontro a determinare la nascita di amori folli o ignobili racconti davanti al the con le amiche, spettegolando su quanto quel gioco provato fosse all’antica, quanto le sue meccaniche finissero ovunque tranne dove volevi e soprattutto se durava troppo poco o aveva dadi troppo piccoli. Nei giochi da tavolo si sa, si arriva al terzo turno più in fretta che con i bipedi. Ad ogni modo la mia recensione iniziava più o meno così:

above and below

On the Board #84: Above and Below

di Luca “Maledice79” Lanara above and below

Ryan Laukat, autore che ha la particolarità di essere anche l’artefice della grafica di tutti i suoi titoli (come City of IronThe Ancient World) , arriva con questo Above e Below dove l’ambientazione ci vede abitanti di un villaggio attaccato dai barbari. Facciamo giusto in tempo a raccogliere i nostri pochi averi e la nostra prole prima che i selvaggi razzino e mettano a ferro e fuoco le nostre case. La fuga ci porta a superare molte prove, attraversando deserti, navigando oltre oceani fino a… trovare il posto perfetto dove poter vivere! Dopo aver costruito una nuova capanna, scoprite che il sottosuolo è ricco di cunicoli e caverne che promettono tesori, risorse di valore e indicibili avventure. E allora, perché limitarsi a costruire un nuovo villaggio sopra la superficie? Meglio invece organizzare spedizioni e iniziare a costruire edifici sia sopra che sotto il suolo così da costruire un agglomerato ancora più resistente del precedente e che i barbari non possano attaccare. Buona Visione….

Raccontami una Storia

Raccontami una Storia: i boardgame per ragazzi al supermercato

di Davide “Canopus”

Con questo articolo andrò a “toccare” quelli che a mio parere sono due temi estremamente scottanti per il “nostro” mondo: boardgame nella Grande Distribuzione e giochi per introdurre i giovanissimi. Infatti, con questo Raccontami una Storia, due degli editori, a mio parere, più prolifici di idee nel nostro paese, Pendragon (Rum&Bones, Dogs of War e Apollo XIII) e Sir Chester Cobblepot (Lettere da Whitechapel, Kingsport Festival e Waterloo: Enemy Mistakes), portano nella GDO, grazie ad una partnership con la nota catena di supermercati Conad, un gioco di carte di narrazione per ragazzi dagli 8 anni in su. Ma non aspettatevi di trovare questo titolo negli scaffali tra i super inflazionati Indovina Chi e Forza 4. Si tratta di un’edizione speciale del gioco con delle carte appositamente realizzate e studiate per la promozione e recuperabile solo tramite i punti del supermercato Conad nell’ambito del progetto “Scrittori di Classe 2”.

Privacy Policy