Tag Archives: Glass Road

Glass Road, il videotutorial

di Sara “Miss Meeple” Trecate

Tra i territori della Foresta Bavarese si dirama la strada del vetro, disseminata di laboratori, studi, musei e piccole imprese artigianali i cui si lavora il vetro da 750 anni. Uwe Rosenberg si è ispirato proprio a questi territori per realizzare Glass Road, titolo del 2013, edito in Italia da Cranio Creations.

I giocatori (da 1 a 4) gestiranno una plancia che rappresenta il loro piccolo terreno suddiviso in foreste, boschi, laghi, cave. Potranno modificare gli elementi paesaggistici, disboscare e costruire edifici di produzione negli spazi così creati, per portare avanti la propria industria di vetro e mattoni.

A supporto di queste operazioni, ai giocatori è consegnato un mazzo di 15 carte che rappresentano altrettanti specialisti tra cui scegliere e di cui servirsi ad ogni round. Tra i personaggi ci sarà chi ci aiuterà a disboscare, a creare laghi o cave, chi ci fornirà risorse e chi ci permetterà di costruire edifici che a loro volta produrranno ulteriori risorse per sviluppare la propria impresa artigianale. Le risorse sono gestite dalle tipiche “ruote”  di Rosenberg con un meccanismo per cui una volta acquisite le  risorse di base si possono consumare (girando la ruota) per creare le risorse lavorate, vetro e mattoni, fondamentali per la costruzione degli edifici.

Ma non sempre riusciremo a realizzare tutto quanto avevamo pianificato: all’inizio di ogni round, o periodo di produzione, ciascuno sceglie in segreto quali 5 carte specialista usare. La scelta va fatta con molta attenzione, perché se più giocatori avranno scelto le stesse carte, potranno svolgere solo una delle due azioni che la carta riporta.

In 75 minuti circa, lo scopo di Glass Road è quello di costruire quanti più edifici possibile, per ottenere il maggior numero di punti vittoria a fine partita.

Il regolamento dettagliato è riportato nel videotutorial di Miss Meeple:

Arriva la Play 2014, facciamo il punto su cosa ci aspetta – in continuo aggiornamento

Di Davide “Canopus” Tommasin

Manca poco meno di una settimana al 5 aprile, il giorno X in cui il festival del gioco di Modena apre i battenti per 2 giorni di frenetica attività ludica. Se chi legge è un neofita, o proviene da una realtà parallela, deve sapere che la play è, a mio parere, l’evento ludico italiano per eccellenza. Nel panorama italico sono 2 gli eventi che scandiscono il calendario ludico e che sono universalmente riconosciuti da tutti, o quasi, i giocatori: la Play e Lucca Comics & Games. Ma dato che il secondo è cresciuto ad un livello tale che la città toscana non riesce più a contenerlo e sedersi ad un tavolo per giocare è diventata di fatto una missione impossibile, direi che è la Play sta diventanPlay 2013 foto - fonte: sito ufficialedo il punto di riferimento. Che cosa troverete alla Play? Beh, il sito dell’evento (qui) è estremamente dettagliato e non vale di certo la pena perdere troppo tempo a fare ripetizioni, mi limiterò ad evidenziare i punti secondo me più importanti, aggiungendo ovviamente mie impressioni e integrazioni alle notizie.

Glass Road: Rosenberg ci porta sulla via del vetro

di Alberto “Doc”

E anche per questo 2013 Uwe Rosenberg non manca di timbrare il cartellino per Essen sfornando un nuovo titolo da portare alla fiera del gioco d’autunno. Sto parlando di Glass Road in cui i giocatori si diletteranno nella produzione e commercializzazione di manufatti in vetro. Vediamo meglio come.

Privacy Policy