Tag Archives: Magia

Archmage: sfida fra gli ordini della magia

di Alberto “Doc”

“La città che una volta era governata dall’arcimago e dal suo ordine e che aveva saputo armonizzare le varie magie delle razze leggendarie, giace oggi in rovina e nessuno osa penetrarvi. Ma dai villaggi circostanti alcuni giovani talentuosi nelle arti arcane iniziano a farsi notare e a fare proseliti fra le loro genti. E il richiamo dell’antico splendore, delle conoscenze e degli artefatti custoditi fra le rovine è ora una voce molto allettante che sussurra alle orecchie di questi promettenti maghi. E’ giusto quindi il tempo perché un nuovo ordine e un nuovo Arcimago torni a governare alla torre della magia?”   …direi proprio di si! E allora approfondiamo questo Archmage,  nuovo titolo della Game Salute in uscita per il 2018.

Wizard’s Academy: il futuro dell’istituto è nelle vostre mani

di Alberto “Doc”

Credo che questo 2015 ci porterà diversi giochi ispirati al mondo della magia. Spulciando infatti fra le varie fonti presenti sul web, noto che il tema ricorre con una certa frequenza fra i titoli che sono in sviluppo o di prossima uscita. Così dopo avervi dato una panoramica di The big book of Madness pochi giorni fa, oggi mi dedico invece a parlarvi di Wizard’s Academy, nuova fatica messa in cantiere dalla 3DTotal Games.

The Big Book of Madness: la curiosità può essere fatale

di Alberto “Doc”

Dopo le novità portate alla fiera di Essen, i successivi appuntamenti dai quali possiamo vedere cosa ci proporranno i prossimi mesi del 2015 sono le fiere di Norimberga e New York. Le due manifestazioni concluse da poco hanno riproposto alcuni titoli già noti ed altri al loro esordio come The Big Book of Madness targato IELLO che ha saputo attirare la mia attenzione. Vediamo di che si tratta.

Argent: the consortium – un gestionale sulla magia in stile manga

di Alberto “Doc”

Come ormai diversi di voi avranno capito, il comparto grafico di un gioco se ben fatto mi attira come le api verso il miele. Ed è proprio vedendo le immagini di Argent: the consortium che la mia curiosità si è alzata di grado. Colorati disegni in stile manga che presentano un gioco con un’ambientazione in cui decani si sfidano per diventare il nuovo cancelliere dell’università della magia… le premesse ci sono tutte per spendere un po’ di tempo ed approfondire. ;)

Terra Mystica – Recensione

di Davide “Canopus” Tommasin

Dunque, trovate una scatola, sopra c’è scritto Terra Mystica ed è presente un’illustrazione con dei nani. Leggete che è un gioco di gestione risorse, costruzione e piazzamento e che all’interno vi sono 14 razze fantasy. Cosa vi aspettate? Beh, di avere la propria razza con le proprie unità a costruzioni, di raccogliere oro, pietra e legno per fare l’esercito più grosso di tutta la Terra Mystica e di fare il mazzo agli avversari. Beh, non è proprio quello che il titolo vi proporrà! Fa lo stesso se per vincere dovrete avere il piano regolatore migliore degli altri e implementarlo prima degli altri? Il gioco, nonostante l’ambientazione fantasy che in genere fa sospettare altro, è in realtà un titolo che ricalca perfettamente la scuola tedesca: tante possibilità strategiche, completa assenza del caso e zero combattimenti. Detto questo, come gioco tedesco è davvero interessante dato che si tratta prevalentemente di un piazzamento e gestione risorse, ma che unisce assaggini di altre meccaniche molto interessanti, come il controllo territorio e costruzione edifici, in modo ottimamente integrato. Si, direi che questo è un gestionale tedeschissimo fantasy, un ossimoro dentro una scatola!

Seasons – Recensione

Di Davide “Canopus”

Titolo nato dalla fervida immaginazione di Réegis Bonnessée, già autore di Fabula e dell’ottimo Himalaya, e dalla “penna” di Xavier Gueniffey Durin, Isla Dorada e Tokaido. Questo gioco card-driven ci teletrasporterà magicamente in un universo fantasy, fatto di strane creature a metà tra il grottesco e il coccoloso (un incrocio tra Tim Burton  e i minipony), di maghi con le fattezze di animali antropomorfi e di, beh, zucche elettrificate. Più precisamente in una delle magiche foreste del regno di Xidit, che i giocatori più attenti avranno già capito essere l’anagramma di Dixit. In effetti Seasons stupisce non solo per le meccaniche e la grafica, ma anche per una strategia di marketing da parte della Libellud particolare è innovativa in modo particolare per due aspetti: le numerose assonanze con il loro capolavoro Dixit grazie ad una grafica in alcuni aspetti simile per stile e temi (la carta del dado della malizia mi ricorda qualcosa), e la pubblicazione della versione online su boardgame arena” prima dell’uscita del gioco così che i potenziali acquirenti potessero provarlo. Non so dire quanto queste manovre di marketing si siano rivelate efficaci, certo che la possibilità di provare il gioco prima della data di pubblicazione mi sembra una bella idea che mi auguro diventi un apripista anche per altri editori. Il titolo è “sbarazzino”, veloce da apprendere (il regolamento introduce anche delle variabili per ridurre il livello di difficoltà a mio parere assolutamente non necessarie), caciarone e, soprattutto, molto bastardo, grazie alle numerose e spassose combinazioni di carte. Seasons sposa amabilmente il mondo dei giochi di carte con quello dei giochi di dadi in un prodotto buffo da vedere ma dalla notevole profondità strategica, in cui il risultato non è scontato fino al termine della partita. Come dite? Che centrano le zucche elettrificate? Leggete e scoprite!!! :-P

Mage Wars, il videotutorial

di Marco “alkyla” Oliva

Il gioco fantasy a cui avresti sempre voluto giocare! Sei un potente mago che entra nell’arena per partecipare a uno scontro mortale. Ricco di affascinanti atmosfere fantasy, Mage Wars combina i migliori elementi dei giochi di carte personalizzabili e dei giochi di miniature e offre un ritmo rapido, avvincente e pieno di difficili decisioni tattiche. Crea il tuo libro di magie personalizzato, poi scegli e lancia solo le magie che desideri al momento giusto.

Tutti i dettagli del funzionamento del gioco in questo nuovo videotutorial di TOCCA A TE

Privacy Policy