Tag Archives: Martin Wallace

Road to Essen #03 : Nemeton – Wildlands – Expedition Zetta

di Luca ” Maledice”

Con i giochi di  Essen  stiamo uscendo di senno, ne escono ogni giorno, decine decine. In ogni caso dobbiamo selezionare alcuni titoli per arrivare” alla fine della fiera”, perdonatemi il gioco di parole. Quindi oggi sulla lunga strada della fiera, scopriamo 3 titoli (qualcuno reduce da kickstarter) freschi freschi. Passeremo dall’avventura druidica Nemeton, all’esplorazione spaziale di Expedition Zetta e le botte in stile Wallace di Wildlands. Buona Visione……

Lincoln – La secessione a colpi di decostruzione mazzo

di Franz “riivaa”

“Mamma diceva sempre che un uomo ha bisogno di un tanto di giochi e non di più, e il resto serve solo a fare polvere…

Ma sappiamo che il crowdfunding è come una scatola di cioccolatini e non sai mai quello che ti capita!”

Dell’arte, del potere e di altre sottoregole – (A Study in Emerald vs A Study in Emerald)

di Daniele “ditandinchiostro” A Study in Emerald

«Stavo ancora con la Puny, la mia prima moglie, e una sera che eravamo a Portobello di Gallura, dove avevamo una casa, fummo invitati in uno di questi ghetti per ricchi della costa nord. Come al solito, mi chiesero di prendere la chitarra e di cantare, ma io risposi -«Perché, invece, non parliamo?». Era il periodo che Paolo VI aveva tirato fuori la faccenda degli esorcismi, aveva detto che il diavolo esiste sul serio. Insomma a me questa cosa era rimasta nel gozzo e così ho detto: «Perché non parliamo di quello che sta succedendo in Italia?». Macché, avevano deciso che dovessi suonare. Allora mi sono rotto le palle, ho preso una sbronza terrificante, ho insultato tutti e sono tornato a casa. Qui mi sono chiuso nella rimessa e in una notte, da ubriaco, ho scritto Amico fragile. La Puny mi ha stanato alle otto del mattino, non mi trovava né a letto né da nessuna parte, ero ancora nel magazzino che finivo di scrivere.»

La rinascita dei Principi del Rinascimento

di Marco “alkyla” Oliva

Qualche estate fa, bighellonando per il luogo di villeggiatura, entro nella fumetteria locale e lì faccio l’incontro che ogni collezionista sogna: il pezzo raro in svendita. Lì in alto, sull’ultimo scaffale a destra, prende polvere una copia incellophanata di Princes of the Renaissance! Stento a crederci, esco dal locale e rientro, nel timore di essere preda di allucinazioni indotte dalla calura…ma no, la scatola è ancora lì e, ci giurerei, mi sorride! Il negoziante mi spara un prezzo ridicolo ed aggiunge che tutti gli articoli sono in dismissione, perché l’attività chiuderà i battenti per sempre a Settembre. Mi sento un avvoltoio, ma non me la sento di fargli notare che il reale valore di quella scatola ammonta a qualche zero in più di quanto chiesto. Gli allungo il prezzo concordato e faccio mio uno dei capolavori ludici più belli e introvabili dell’ultimo ventennio.

Ebbene, tutto questo per annunciare che la mia copia sta per perdere inesorabilmente valore. E direi finalmente, per la comunità. Ecco cosa è successo e le novità che possiamo attenderci per l’anno venturo.

Babele Spiel ‘14 CAP. I – Il buio oltre le idee

di Daniele “ditadinchiostro” Ursini

Dove le lingue s’impastano, si contaminano senza toccarsi e ciò che ne esce sono frasi stentate, medesimi vocaboli in un diverso ordine. E ammiccamenti, sorrisi, cenni d’assenso. Poi la folla. La folla ti sposta, ti trascina, ti contagia d’entusiasmo alcolico e sei perso. Ormai sei perso, il vortice di goliardia cambia le regole e annulla i pensieri. Allora ti muovi nella fiera di Babele e da quel momento nulla più ti sorprende, guardi tutto e tutto ricambia. Hai bisogno di cercare qualcosa da cercare e ti ci imbatti per caso. E’ un ritrovamento raro, la scoperta più inaspettata, preziosa. E’ un’idea. E quasi ti commuovi perché era tanto che non ne vedevi una. La trovi nascosta nel padiglione meno importante, su un tavolo che gronda sangue.

On the Board #33: A Study in Emerald

di Luca “Maledice79” Lanara

Si torna a parlare di tentacolo con un titolo che sulla carta promette molto bene. Un gioco di spionaggio ma sopratutto di deck bulding dove personaggi come Sherlock Holmes e un grande antico, si scontrano in una nuova epica battaglia. Scoprirete che il gioco non è proprio cosi…Buona visone

Onward to Venus: Wallace ci porta in un “nuovo” romanzo

di Alberto “Doc”

A quanto pare Martin Wallace e Treefrog Games sembrano aver deciso di perseguire un certo trend per i loro ultimi prodotti ovvero quello di trarre ispirazione da romanzi fantastici o di fantascienza. Così dopo le trasposizioni prese da Mondo Disco con Discworld: Ankh-Morpork e The Witches: A Discworld Game a cui poi è seguito A study in Emerald ispirato ad uno dei racconti di Nail Gaiman (dove il filone Lovecraftiano si mescola con quello di Sherlock Holmes), ora è il turno di un autore forse meno conosciuto, Greg Broadmore, e di una delle sue opere, Doctor Grordbort, da cui è tratto l’ultimo titolo del papà di Brass, ovvero Onward to Venus.

The Whitches: a settembre il secondo capitolo di Mondo Disco

di Alberto “Doc”

Appassionati di mondo disco, preparate a rompere il salvadanaio per la fine della prossima estate. Dopo il successo di vendite con oltre 50.000 copie vendute in tutto il mondo (almeno secondo quanto afferma Treefrog) di Ankh-Morpork, la case editrice uscirà a settembre con il secondo titolo tratto dai romanzi di Sir Terry Pratchett: The Witches

Privacy Policy