Tag Archives: Pearl Games

Spiel 19 - fonte: www.spiel-messe.com

Spiel 19 – Live Blogging dell’evento

di Gioconauta | Spiel 19 – Live Blogging dell’evento

È autunno, è ora di fare i bagagli, preparare le borse porta giochi e fiondarci ad Essen per lo Spiel. Di cosa parlo? Per chi non lo sapesse lo “Internationale Spieltage” (Spiel 19 per gli amici) è la manifestazione più importante a livello globale per quel che riguarda i boardgame e annessi e connessi. Per dare un’idea snoccioliamo qualche numero, che ci piacciono sempre un sacco, 190.000 visitatori, 1.150 espositori da 80 nazioni e 80.000 metri quadri (dati 2018) dove giocare, scoprire novità, incontrarsi e divertirsi davvero come pazzi. Ovviamente, ma anche un po’ purtroppo, un evento simile non poteva che svolgersi nella patria per eccellenza dei boardgame, ossia la Germania, in particolare ad Essen dal 24 al 27 ottobre. Quindi eccoci, qui inarrestabili e indomiti come sempre, pronti a farci più di 1000 km di viaggio in macchina per una full immersion di soddisfazione e piacere ludico. Come ogni anno non poteva non mancare il nostro live blogging in tempo reale… seguiteci e buon divertimento.

Solenia | La Recensione


di Alberto “Doc” |  Solenia

Per diversi millenni, il piccolo pianeta Solenia ha perso il suo ciclo giorno-notte: il suo emisfero settentrionale è per sempre immerso nell’oscurità e il suo emisfero meridionale è eternamente bagnato dalla luce del sole. La tua missione è portare avanti l’onorevole compito dei tuoi antenati di viaggiare attorno al mondo per consegnare beni essenziali agli abitanti di entrambi gli emisferi. Mentre il popolo del lato diurno vuole che tu trasporti pietre e acqua, rare nel loro emisfero, il popolo della notte ha disperatamente bisogno di legno e grano per sopravvivere. Sii efficiente e supera i tuoi avversari per raccogliere la maggior parte delle stelle d’oro entro la fine del gioco!

 

Flash corner

Flash News Corner #6: notizie in breve dal mondo ludico

Di Gioconauta

Dopo l’ultimo numero principalmente dedicato ai Kickstarter, torniamo a parlare più in generale di quanto di nuovo si sta presentando nel mondo dei boardgames. Oltre alla Portal Games a cui abbiamo dedicato un articolo pochi giorni fa, ci sono molte altre case editrici sul “piede di guerra” pronte a svelare le proprie mosse per questo 2016. Allora fuoco alle polveri e diamo spazio alle news. Buona lettura.

The Bloody Inn – Recensione

di Alberto “Doc”

La trasferta ad Essen di poche settimane fa mi ha costretto nell’ultimo giorno di acquisti ad effettuare delle scelte al buio con i possibili rischi in cui si può incorrere. Fra i titoli che mi hanno destato curiosità ma su cui non avevo potuto recuperare sufficienti informazioni o che non ho potuto giocare è finito anche  The Bloody Inn, titolo dai contorni macabri e dalla grafica che da l’idea di fare un po’ il verso al cubismo la cui introduzione e breve descrizione da parte di un dimostratore mi hanno convinto a portarlo a casa con me. E alla fine questo è stato uno dei titoli che al rientro ho giocato maggiormente e di cui oggi vi parlerò in dettaglio.

On the Board #58: Deus

di Luca “Maledice79” Lanara

Gli dei dell’olimpo arrivano sul tavolo di Gioconauta, con questo gestionale della Pearl Games chiamato Deus (che vista la copertina potevano tranquillamente chiamare Zeus). Scopo del gioco è esplorare nuove terre, costruire città ed edifici (che servono per raccogliere risorse naturali), stabilire rotte commerciali, conquistare villaggi barbari e aumentare la propria conoscenza scientifica. Scoprite in questo video che non è proprio così! Buona Visione…

The Ladies of Troyes: un tocco di femminilità

di Federico “Kentervin”

Le strade di Troyes si animano di nuova vita grazie alla Pearl Games.
Dopo un primo timido tentativo sotto forma di 4 carte promo, il plurimepremiato Troyes si guadagna una ben più corposa espansione con tanto di carte, cubetti e dadi.

Ginkgopolis: costruire città in armonia con la natura

Di Alberto “Doc”

Pearl Games propone un nuovo city building realizzato da Xavier Georges. Ginkgopolis  (bizzarro nome che viene da Ginkgo Biloba, il più vecchio e forte albero simbolo di come sia possibile costruire città in armonia con la natura) ci porta due secoli avanti nel tempo, nel 2212, per mostrarci un futuro ecocompatibile.

Privacy Policy