Tag Archives: Pirateria

Jolly Roger – Recensione

di Daniel “Renberche”

Intrighi e complotti sono spesso elementi presenti in molti giochi da tavola. In questo caso direi che sono portati davvero ad un livello elevato, anche se con una vena goliardica che non guasta mai. Quindi prepariamoci ad ammainare le vele e salpare verso nuove mete di conquista, guidati dal nostro bravo e coraggioso Capitano. Ah e se c’è Maledice tra la ciurma non fidatevi perché è un traditore nato.

Seven Seas: il Canto delle Sirene – Recensione

Di Davide “Canopus”

Prendiamo due ambientazioni a caso: la sviluppo di gilde nel medioevo e la costituzione di ciurme di pirati per affrontare incredibili quanto improbabili avventure. Cosa potrebbero avere in comune due giochi con queste due ambientazioni? Dite nulla? E invece il secondo è il restyling puramente grafico del primo! Con gli astratti tutto è possibile. Quindi, se prima raccoglievate gruppi di lavoratori con il medesimo mestiere ma di colore diverso per spenderli e ottenere avanzamenti tecnologici sottoforma di punti, ora raccoglierete pirati con il medesimo ruolo ma di colore diverso per spenderli nel tentativo di affrontare tipiche sciagure di mare, come navi fantasma o sirene. Ma quindi di che si tratta? Un filler di carte da 2 a 4 giocatori piuttosto astratto di collezione carte, abilità speciali e combo. Ma prendete pure posto sul ponte e vedrete…

Italiani, popolo di poeti, di santi e di Predoni dei Mari

di Marco “alkyla” Oliva

E, non dimentichiamolo, di inventori. In particolare di inventori di giochi da tavolo, persino dalla scatola di forma esagonale, come quella presentata dall’autore Enrico Manlio Ottolini per la prima volta a Lucca Comics & Games 2013, per il nuovo gioco di pirateria edito dalla giovane casa editrice, anch’essa italiana, Creative Lab Loquendo. Entriamo nel merito, perché questa confezione c’incuriosisce.

Pirati: Diario di un Eroe – Libro 1 – Recensione

Di Davide “Canopus” Tommasin

Chiariamo subito un punto importante! Oggi non parlo di un boardgame, ma di quello che mi sento tranquillamente di definire “fumetto-game”. Ma di cosa stiamo parlando? In un’epoca oscura in cui i personaggi dei videogiochi sembravano fatti di mattoncini colorati e molti giochi di avventura erano in forma testuale, ossia il computer ti descriveva la situazione in cui ti trovavi tramite del testo e tu decidevi che fare, era diffusa una particolare forma ludica: il libro-game. I più “anziani” tra voi avranno capito che sto parlando degli anni 80-90. Un libro game è sostanzialmente un libro in cui i paragrafi sono numerati e il lettore al termine di ogni paragrafo decide che azione svolgere e in base a questa va a leggere il paragrafo indicato. Esempio: “sei dentro una stanza con due porte, se scegli la porta rossa leggi il 340, se scegli quella blu vai al 114”. Ovviamente, a seconda del paragrafo, si trovavano situazioni diverse. Si andava dai volumi più semplici a titoli più complessi che potevano prevedere, per esempio, le caratteristiche e abilità del personaggio e un dado per le prove di abilità (che in alcuni libri era stampato sulle pagine e si apriva il libro a caso per simulare il lancio). Il genere vide, poi, un lento declino fino a scomparire, guarda caso man mano che i videogiochi si facevano più economici e raffinati. Ora, se ai paragrafi numerati si sostituiscono delle vignette che succede? Che abbiamo un fumetto-game! Ovviamente, questa recensione non seguirà il solito schema.

Corsari dei Caraibi, il videotutorial

di Marco “alkyla” Oliva

Con Corsari dei Caraibi potrete rivivere la vita di un influente mercante o di un terribile pirate nei Caraibi durante l’Era d’Oro della Pirateria! Cercate la vostra fortuna con lo scambio, venendo a conoscenza di segreti, compiendo missioni, e naturalmente, saccheggiando ogni cosa.

Il gioco presenta un sistema di scambio veloce e un sistema di combattimento a tema che permetterà di compiere decisioni critiche estremamente emozionanti. Modificate le vostre navi, comprate vascelli imponenti, caricate munizioni speciali e ingaggiate specialisti per la vostra ciurma!

Riuscirà il vostro capitano a rimanere nella gloria eterna ottenendo immense ricchezze, oppure troverà una fossa fresca ad attenderlo sotto il tempestoso Mar dei Caraibi?

L’obiettivo del gioco è quello di guadagnare 10 Punti Gloria. Quando un Punto Gloria viene guadagnato, il giocatore avanza il cubetto del proprio colore sul tracciato segna punti gloria presente sul tabellone.

I punti gloria vengono guadagnati dai giocatori ogni volta che compiono atti gloriosi o infami:

• Sconfiggere un Giocatore o un NPC (cioè sopravvivere e vincere un combattimento navale o fra equipaggi)

• Vendere 3 o più Carte Merce in un porto dove tali merci sono richieste

• Trovare 12 o più Monente durante un Saccheggio

• Completare una Missione

• Scoprire che una diceria corrisponde alla verità

• Comprare una Fregata o un Galeone (solo una per Capitano)

Quando un giocatore raggiunge 10 Punti Gloria (incluso i punti derivanti dalle monete messe nel salvadanaio), lo dichiara e il gioco termina dopo che ogni giocatore avrà effettuato il suo turno.

Se più giocatori raggiungono 10 punti gloria nello stesso turno, vince il giocatore con più punti gloria sul tracciato segnapunti sul tabellone (cioè non contando i punti derivanti dal salvadanaio). Se c’è ancora un pareggio, vince il giocatore con il maggior valore in monete. Se la situazione di pareggio persiste, ci sarà una vittoria a parimerito.

 

Tutti i dettagli del funzionamento del gioco in questo nuovo videotutorial di TOCCA A TE

Privacy Policy