Tag Archives: quined games

Counterfeiters | Recensione

di Davide “Canopus” | Counterfeiters

I soldi non sono mai abbastanza, purtroppo è ben più di un luogo comune, allora se mancano perché non stamparseli? In Counterfeiters potrete proprio fare questo: stampare soldi falsi e trasformarli in pecunia vera, almeno finché la polizia non vi avrà accerchiati. Potete anche chiedere la protezione della mafia nella migliore tradizione poliziesca, nel senso che anche se non la chiedete dovrete comunque pagare il piazzo per la protezione. Allora perché non volare ogni tanto alle Cayman per mettere al sicuro il proprio gruzzoletto? Tutto questo e molto di più è Counterfeitters, titolo di piazzamento “scagnozzi” e selezione azioni davvero immediato e dinamico. Se pensate che dalla Quined ci si può aspettare di solito giochi piuttosto pesanti, vi avviso che Counterfeiters fa parte della serie Quined Master Print Pocket che presenta titoli veloci, di durata contenuta ma con impatto strategico relativamente elevato. Ma ora andiamo a stampare un po’ di grana…

Spiel’18 – Live Blogging da Essen

di Gioconauta

Arriva ottobre e come ogni anno con la fine del mese si chiude quello che potremmo definire l’anno ludico. Il perché è presto detto, arriva lo Spiel’18. Di che si tratta? È la fiera dei boardgame, per eccellenza, a livello internazionale e planetario, che concentra la maggior parte delle novità del mercato. Snoccioliamo qualche numero per dare l’idea del fenomeno: nel 2017 ha contato 182.000 visitatori e quest’anno saranno presenti 1.100 espositori, da 51 nazioni, concentrati in 72.000 metri quadri. Ma cosa significano questi numeri? In realtà ben poco, danno solo le dimensioni di un evento che si traduce con una sola parola, GIOCARE! Giocare a titoli di ogni genere da ogni parte del mondo, trovare l’editore italiano come quello malese o messicano; giocare a novità, titoli che vedremo nel nostro paese dopo un mese come mai, perle rare in grado di stupire e provabili solo lì (ogni anno becco sempre almeno un titolo che mi ispira senza possibilità di localizzazione o anche solo recupero nel nostro paese), possibilità di vedere il prototipo dalla meccanica assurdamente originale come il futuro vincitore dello Spiel de Jahres (gioco dell’anno tedesco); giocare con chiunque, dal connazionale incontrato per caso e l’appassionato che si è fatto 20 ore d’aereo per venire almeno una volta allo Spiel. Laggiù, ad Essen, nel cuore della Renania Settentrionale, dal 25 al 28 ottobre, verosimilmente più di 180.000 appassionati sfogheranno la loro passione ludica in un evento annuale senza eguali almeno in Europa. Sarà accompagnato come ogni anno da esaltazioni, magari per aver provato il titolo che “da solo merita il viaggio”, e da delusioni, il gioco che si desidera ardentemente andato sold out in poche ore di fiera. Tutto questo e molto di più è lo Spiel. E noi Nauti? Ovviamente ci saremo. Affronteremo con pazienza e coraggio i 1.100 km che ci separano dalla “capitale del gioco” in andata e in ritorno, inarrestabili, implacabili e non so quali altre parole con la i… e potrete seguirci come ogni anno tramite il nostro inimitabile, istantaneo, e non so ancora quali altre parole con la i, Live Blogging. La novità di quest’anno è che ci seguirà fisicamente il nostro Maledice, nella speranza di trovare american interessanti in Germania (sembra un po’ un controsenso) e la nostra Max Luna, intenta a sperimentale sul campo il suo tedesco. Si unirà quindi anche il loro commento ai nostri pensieri istantanei di quel che proviamo, vogliamo e, spesso, bramiamo con ardore e furia omicida figurata. Montate in carrozza, si parte!

Agra

Agra, compleanno al cinghiale

di Daniel “Renberche”

Potrei utilizzare questa anteprima per narrare le vicende del protagonista del gioco, ovvero Abu’l-Fath Jalal-ud-din Muhammad (per gli amici delle maggioranza Akbar il Grande), uno dei più grandi imperatori dell’Impero Mogul, o del turismo che caratterizza Agra grazie alla sua nuova Meraviglia, ma quando ad un german dai un regolamento di un gioco german contano solo le meccaniche. E quindi buona lettura!

Flash corner

Flash News Corner #10: notizie in breve dal mondo ludico

Di Gioconauta

Digerita l’impegnativa ma entusiasmante trasferta a PLAY è tempo di tornare ad aggiornarci su novità e indiscrezioni provenienti dal mondo ludico, raccolte durante i due giorni di fiera, giunte in redazione e quelle scoperte nel web.  Non ci resta che lasciare spazio alla consueta carrellata. Buona lettura!

PS: Per chi si fosse perso il nostro commento nello scorso numero, c’era un PALESE pesce d’aprile che abbiamo provveduto a svelare dopo PLAY.

Essen 2015: Quined e Portal pronte

di “Alberto Doc”

Arriva l’estate e con essa iniziano gli annunci sulle uscite ad Essen 2015: un periodo davvero succoso per chi vuole arrivare alla importante chermesse con tutte le informazioni utili per affrontare la fiera. E’ quindi tempo che mi dia da fare per non farmi sfuggire le interessanti novità che ci aspettano per fine anno.
Alcune case editrici hanno già rotto gli indugi scoprendo le carte e fra queste oggi vi parlo di Quined Games e Portal.

The Golden Ages: una dorata anteprima

di Daniele “ditadinchiostro” Ursini

Serata importante ieri. Una di quelle in cui indossare una camicia stirata, infilarla nei pantaloni e scegliere una giacca comoda, la cravatta no, sembrerebbe un po’ eccessiva per incontrare la scatola di un gioco.
Non che si tratti di un gioco qualsiasi, è The Golden Ages il primo titolo della casa editrice Ergo Ludo Editions che farà il suo debutto a Essen 2014 sotto l’etichetta Quined Games. Finalmente lo vedo nella sua veste grafica definitiva, eppure il gioco lo conosco da tempo, ne ho seguito lo sviluppo, le peripezie editoriali il lavoro dietro le quinte, mi sono affezionato in qualche modo a lui, per questo ho messo la giacca. Non solo per questo, anche perché è un ottimo titolo e andava celebrato a dovere.

Massilia: Alain Epron prova a bissare il successo di Vanuatu

di Alberto “Doc”

Dopo un crowdfounding fallimentare in cui diversi backers hanno purtroppo perso quanto investito, Massilia vede finalmente la luce grazie a Quined Games che credendo nel progetto di Alain Epron, già autore di Vanuatu, ha deciso di produrre il titolo e di inserirlo fra le novità che porterà a Spiel 2014. Vediamolo più da vicino.

Privacy Policy