Tag Archives: ticket to ride

Ticket to Ride: Rails & Sails – la saga continua

di Alberto “Doc” Ticket to Ride: Rails & Sails

come le onde gravitazionali di due buchi neri che collidono si espandono per infinite distanze nel cosmo, così ci sono titoli che nell’universo dei boardgames sembrano allo stesso modo riverberare all’infinito la loro eco sottoforma di numerose versioni ed espansioni. Certo, capisco che tale paragone tratti di argomenti di importanza estremamente diversa l’uno dall’altro ma l’ho trovato calzante pensando all’universo di Ticket to Ride, un corpo in continua ed inarrestabile espansione che muta ed evolve in forme sempre uguali e allo stesso tempo sempre diverse dalle precedenti. L’ultimo sua evoluzione? Ticket to Ride: Rails & Sails. Esploriamola.

Push your luck

di Walter “Plautus” Nuccio

Quanti di voi conoscono Lascia o raddoppia? Si tratta di un quiz televisivo che era in voga negli anni ’50, nel quale il concorrente rispondeva ad una serie di domande raddoppiando il montepremi ad ogni risposta corretta. Al termine della puntata il concorrente poteva decidere se tornare a casa, intascando la somma accumulata fino a quel momento (“lascia”), oppure rimetterla interamente in gioco ripresentandosi alla puntata successiva  (“raddoppia”); raddoppiare era rischioso poiché bastava una singola risposta errata per perdere tutta la somma accumulata fino a quel momento. Interessante, vero? Ed è esattamente di questa meccanica che vogliamo parlare oggi: il cosiddetto Push your luck, ovvero la possibilità di “spingere” all’estremo una determinata condotta di gioco, rischiando il più possibile e sfidando la sorte per tentare di massimizzare la vincita. Si tratta di una meccanica in grado di generare una forte tensione, riscontrabile più frequentemente in giochi di complessità medio-bassa, ma non per questo semplice da progettare in quanto pone al designer delle problematiche non banali da risolvere.

Asterion Gaming Days 2014 – Live Blogging

di Davide “Canopus”

Siamo alle porte dell’estate, il caldo è torrido e l’afa soffocante, ma noi nauti non ci fermiamo davanti a nulla! E infatti ‘sta mattina, alle 7:15, ormai mi sveglio prima per giocare che per andare al lavoro, si parte per la provincia di Bologna insieme al Doc per gli Asterion Gaming Days. Di che si tratta? È un evento a scopo marketing/commerciale dove si potranno provare le ultime novità e i titoli più famosi di uno dei maggiori distributori italiani. In occasione del decimo anniversario di Ticket to Ride, hanno deciso di dare un taglio tematico all’evento organizzandolo in 11 stazioni dove si potranno provare i titoli raggruppati per tematiche.

Un pattern noto a tutti: Jolly

di Walter “Plautus” Nuccio

La “caccia” ai pattern, cioè a quelle idee che è possibile riscontrare in tanti giochi diversi, è ricca di sorprese. In alcuni casi l’idea individuata mostra delle caratteristiche marcate ed evidenti, e tuttavia non ha ancora una sua identità definita, non ha un nome. Ne abbiamo parlato nell’articolo precedente, dove è stato scelto il nome di “Corsa” per l’espediente che consiste nel premiare il primo giocatore che raggiunge un determinato obiettivo. E’ altrettanto frequente, però, imbattersi in concetti che sono talmente diffusi da aver acquisito già un nome ben definito, un nome che tutti gli addetti ai lavori o perfino i semplici appassionati conoscono. Un esempio lampante di questo caso è il Jolly. Sappiamo tutti cos’è un Jolly: a chi non è venuto in mente il classico ”giullare”, immancabile protagonista dei mazzi di carte francesi? Potremmo chiederci quale sia, in casi come questi, l’utilità di rappresentare il concetto sottoforma di pattern. Le motivazioni sono diverse, e qui voglio esaminarne alcune con voi.

Ticket to Ride: anche la Sardegna ci prova

di Marco “alkyla” Oliva

Ma come? Per giocare a Ticket to Ride (l’arcinoto ferroviario per famiglie) non bastavano le mappe aggiuntive dei Paesi Nordici, di Svizzera e India, del Cuore d’Africa e di tanti, tantissimi altri? Anche la Sardegna ci si doveva mettere? Ma sì! Innanzitutto valorizziamo i prodotti del territorio. E poi valorizziamo anche quelli gratuiti!

Già, perché in questo caso parliamo di una splendida fan made expansion, di cui è creatore Davide Fornasini, che ci mette completamente a disposizione i risultati del suo progetto sul sito dedicato appunto a Ticket to Ride SARDINIA. Sarà anche un’espansione non ufficiale, ma, data la cura del progetto e del sito, dell’ufficialità sembra averne tutti i crismi.
Privacy Policy