Tag Archives: Uwe Rosenberg

Seconda Chance, il videotutorial

iconadi Sara “Miss Meeple”  Trecate | Seconda Chance

Seconda Chance è il nuovo gioco di Uwe Rosenberg, in uscita nei negozi il 26 Settembre, nell’edizione italiana di MS Edizioni. Rientra nella categoria dei roll and write, anche se al posto di lanciare dadi, si pescano due carte ad ogni turno. Ogni giocatore ha di fronte a sé una griglia da riempire con una delle forme disegnate sulle carte. Le forme, in stile tetris, dovranno incastrarsi tra di loro in modo da lasciare meno spazi vuoti possibili.

Se uno o più giocatori riempiono la griglia, vincono la partita. Altrimenti, quando finisce il mazzo, o quando tutti i giocatori sono eliminati perché non hanno la possibilità di incastrare le nuove forme, vince chi ha lasciato meno spazi vuoti.

Reykholt

Reykholt, quando il gioco si fa vegetariano

di Daniel “Renberche”

Che Rosenberg abbia una passione per frutta e verdura lo si capisce anche dal nome, che poi gli siano congeniali le ambientazioni nordiche ormai è risaputo. Questa volta andiamo nella piccola Islanda, ovviamente a piantar vegetali. Buona lettura!

Lowlands

Lowlands, salvare le pecore dall’acqua

di Daniel “Renberche”

I dilemmi della vita spesso ci portano a compiere decisioni molto importanti. Per Amleto era Essere o Non Essere, in Matrix era pillola rossa o pillola blu, per molti di voi Agricola o Caverna ma un po’ tutti nella vita ci troviamo quasi bloccati dal dilemma pecora o diga? Buona lettura!

Fields of Arle, il videotutorial

di Sara “Miss Meeple” Trecate

Fields of Arle è un piazzamento lavoratori di Uwe Rosenberg datato 2014. Passato un po’ in secondo piano per quel limite sulla scatola che indica solo 1-2 giocatori, è in realtà uno dei suoi gestionali più tosti e interessanti.

Caverna: Cave vs Cave

Caverna, Cave vs Cave

di Daniel “Renberche”

Il lavoro per i nani non finisce mai. Il tempo per guardare l’alta montagna è poco, bisogna subito mettersi al lavoro per costruire la nuova casa per il proprio clan. E ovviamente per farlo bisognerà scavare, raccogliere risorse, ecc ecc. Uve Rosenberg sei tu? Ovvio che sì…

cottage_garden

Cottage Garden, il videotutorial

di Sara “Miss Meeple” Trecate

Ricordate le coperte da cucire e ricamare in Patchwork? Stavolta Uwe Rosenberg trasferisce in giardino un meccanismo molto simile e crea Cottage Garden, gioco da 1 a 4 partecipanti in cui vestiremo i panni di esperti giardinieri alle prese con aiuole fiorite. Cranio Creations ha curato l‘edizione italiana, da poco sul mercato.

Ogni giocatore ha un tavolo da lavoro, che funge da segnapunti, e che circonda due aiuole da riempire, con piazzamento tessere in stile tetris, con tessere fiore, vasi e gattini. Inoltre, alcune serre possono essere già stampate sulle aiuole o presenti tra le tessere fiore.

La Festa per Odino, il videotutorial

di Sara “Miss Meeple” Trecate

Aprendo la pesantissima scatola di La Festa per Odino si entra nel favoloso mondo di Uwe Rosenberg. Echi di suoi vecchi titoli si percepiscono nei materiali, nel regolamento, nelle meccaniche che fanno di questa “Festa” la summa del suo lavoro.

Nei panni di un gruppo di vichinghi, dovremo portare avanti le attività quotidiane tipiche della loro società: la caccia, l’allevamento, l’esplorazione di nuove terre, l’approvvigionamento di cibo e merci, la cura della casa… Un tabellone con più di 60 azioni disponibili tra cui scegliere riassume tutto ciò che possiamo fare in questo piazzamento lavoratori ad ampissimo respiro. Le strade da seguire sono infinite e prevedono l’uso delle meccaniche più disparate: lanci di dadi, carte giocate dalla mano, incastri di figure geometriche in plancia.

E’ un titolo per molti versi estremo, forse esagerato nelle possibilità di azione che offre. E’ un regalo per i fan dell’autore che riconosceranno il tocco di Rosenberg e anche se non sarà considerato il suo gioco più elegante, è sicuramente il più completo.

Il regolamento dettagliato è presentato nel videotutorial di Miss Meeple:

Glass Road, il videotutorial

di Sara “Miss Meeple” Trecate

Tra i territori della Foresta Bavarese si dirama la strada del vetro, disseminata di laboratori, studi, musei e piccole imprese artigianali i cui si lavora il vetro da 750 anni. Uwe Rosenberg si è ispirato proprio a questi territori per realizzare Glass Road, titolo del 2013, edito in Italia da Cranio Creations.

I giocatori (da 1 a 4) gestiranno una plancia che rappresenta il loro piccolo terreno suddiviso in foreste, boschi, laghi, cave. Potranno modificare gli elementi paesaggistici, disboscare e costruire edifici di produzione negli spazi così creati, per portare avanti la propria industria di vetro e mattoni.

A supporto di queste operazioni, ai giocatori è consegnato un mazzo di 15 carte che rappresentano altrettanti specialisti tra cui scegliere e di cui servirsi ad ogni round. Tra i personaggi ci sarà chi ci aiuterà a disboscare, a creare laghi o cave, chi ci fornirà risorse e chi ci permetterà di costruire edifici che a loro volta produrranno ulteriori risorse per sviluppare la propria impresa artigianale. Le risorse sono gestite dalle tipiche “ruote”  di Rosenberg con un meccanismo per cui una volta acquisite le  risorse di base si possono consumare (girando la ruota) per creare le risorse lavorate, vetro e mattoni, fondamentali per la costruzione degli edifici.

Ma non sempre riusciremo a realizzare tutto quanto avevamo pianificato: all’inizio di ogni round, o periodo di produzione, ciascuno sceglie in segreto quali 5 carte specialista usare. La scelta va fatta con molta attenzione, perché se più giocatori avranno scelto le stesse carte, potranno svolgere solo una delle due azioni che la carta riporta.

In 75 minuti circa, lo scopo di Glass Road è quello di costruire quanti più edifici possibile, per ottenere il maggior numero di punti vittoria a fine partita.

Il regolamento dettagliato è riportato nel videotutorial di Miss Meeple:

Privacy Policy