Tag Archives: What’s Your Game?

Madeira, il videotutorial

di Sara “Miss Meeple” Trecate

Quando fu scoperta, l’isola di Madeira era coperta da una folta vegetazione, tanto che gli esploratori le diedero un nome che in portoghese significa legno. Instaurando nuove colture, tra cui grano, canna da zucchero e vitigni, Madeira divenne un importante centro di produzione e maggiore pressione cominciò ad arrivare da parte della Corona portoghese perché sull’isola fiorisse la produttività, il commercio, l’urbanizzazione, la ricchezza.

Nippon, il videotutorial

di Sara “Miss Meeple” Trecate

Durante l’epoca Meiji, a cavallo tra il diciannovesimo e il ventesimo secolo, il Giappone si apre al commercio con l’estero e alle importazioni. L’industria vive un fiorente periodo di sviluppo e prendono forma i cosiddetti Zaibatsu, conglomerati industriali e finanziari in concorrenza tra loro.

In Nippon, ogni giocatore controlla uno Zaibatsu e si pone l’obiettivo di costruire e sviluppare nuove fabbriche, di avviare la produzione di merci e di soddisfare i bisogni della popolazione aumentando l’influenza sulle varie regioni del Giappone.

Con un meccanismo di piazzamento lavoratori “al contrario”, che prevede di prelevare i lavoratori dal tabellone per scegliere un’azione da effettuare, anziché posizionarli, si procede turno dopo turno allo svolgimento di una tra le seguenti azioni: costruire una fabbrica, migliorare una fabbrica, produrre merci, fornire merci alla popolazione e posizionare così segnalini influenza sulla mappa, aumentare la propria produzione di denaro e carbone, sviluppare la propria conoscenza, piazzare dei bonus per aumentare le influenze territoriali, risolvere contratti con la vendita di merci.

Completa la panoramica delle azioni possibili il processo di consolidamento, che prevede di resettare la propria plancia e pagare per i lavoratori utilizzati (premiando chi assolda lavoratori di un unico colore e facendo pagare di più a chi utilizza lavoratori diversi tra loro).

Tre momenti di calcolo del punteggio interrompono la partita e permettono di guadagnare punti vittoria per la situazione attuale di segnalini influenza posizionati sulla mappa. A fine partita, si aggiungono i punti finali in base ai moltiplicatori che ognuno, nel corso del gioco, avrà accuratamente distribuito sulla propria plancia.

Il regolamento completo di Nippon è presentato nel video di Miss Meeple:

Railroad Revolution, il videotutorial

di Sara “Miss Meeple” Trecate

Stati Uniti, diciannovesimo secolo: con l’approvazione del Pacific Railroad Act, per diverse compagnie ferroviarie si apre la possibilità di costruire la propria rete per collegare le città americane. In questo contesto è ambientato Railroad Revolution, titolo di Marco Canetta e Stefania Niccolini edito da What’s Your Game?, di cui Red Glove ha curato l’edizione italiana.

Nei panni di proprietari di compagnie ferroviarie il nostro compito sarà quello di costruire stazioni e sviluppare la rete che collegherà East e West Coast. Inoltre, potremo costruire e posizionare uffici del telegrafo, per svilupparne la rete, storicamente collegata a quella ferroviaria.

A nostra disposizione ci sarà inizialmente una squadra di lavoratori non specializzati (bianchi), che potranno svolgere solo le azioni base quali costruire binari, stazioni, uffici del telefono e vendere edifici o binari per guadagnare denaro. Nel corso del gioco, sfruttando al meglio i vari bonus potremo sostituire ai lavoratori di partenza una serie di lavoratori specializzati (viola, blu, grigi, arancioni) che oltre alle azioni di base potranno svolgere azioni aggiuntive, o ottenere sconti e benefici per svolgere più facilmente le azioni di base.

A fine partita, tre diversi tracciati forniranno punti vittoria in base al numero di stazioni o uffici costruiti, o in base a quante città all’estremità Ovest della mappa saranno state collegate. Inoltre, si otterranno punti vittoria per lo sviluppo della rete del telegrafo.

Il regolamento dettagliato di Railroad Revolution è presentato nel video di Miss Meeple:

Brasil: nel 18esimo secolo fra oro nero e metalli preziosi

di Alberto “Doc” Brasil

Nuno Bizarro Sentieiro è un autore che negli ultimi anni ha realizzato diversi interessanti prodotti, molti di questi legati alla casa editrice What’s your game? con la quale ha portato alla luce titoli come Madeira e Nippon e con la quale speravo avrei potuto vedere alla scorsa Essen anche la sua ultima fatica, Brasil. Purtroppo l’uscità è stata rimandata e dovremo aspettare il 2017 per averlo fra le mani. Nel frattempo però cerchiamo di capire se è un titolo che farà per noi, curiosando su quanto ho trovato nel web in merito.

ZhanGuo – Recensione

di Sara “Miss Meeple” Trecate ZhanGuo

Introduzione

Cina, 221 a.C., il sovrano Ying Zheng diventa il primo Imperatore cinese conquistando e riunificando tutti i Regni in cui era diviso il territorio. Si pone così fine al periodo degli Stati Combattenti (ZhanGuo) e inizia la dinastia Qin. Ma l’unità reale del Paese è ancora lontana, il malcontento si diffonde, così come le rivolte delle popolazioni confinanti. E’ per frenare queste ultime che l’Imperatore ordina di erigere la Grande Muraglia.

Spiel 2014: dall’antica cina, ai reami incantati fino al giappone medievale

di Alberto “Doc”

Data la mole di regolamenti da leggersi per l’imminente partenza verso Essen e il tempo sempre più avaro, ho deciso anche io (seguendo l’esempio di Renberche e Canopus) di optare per un articolo contenitore dove raggruppare più titoli di cui mi sto occupando in questi frenetici giorni pre-partenza.

Il primo di cui vi voglio parlare è ZhanGuo della What’s Your Game?, progettato da Marco Canetta e Stefania Niccolini. L’ambientazione ci porta nel mondo dell’antica Cina e precisamente nel periodo della sua unificazione intorno al 200 a.C., in cui l’ambizioso re del Qin, Ying Zheng, divenne il primo imperatore di tutta la Cina. Ma per mantenere il controllo e gestire un così vasto territorio c’è bisogno di lingua e scrittura comuni, stesse unità di misura e di leggi uguali per tutti. Nelle vesti di emissari imperiali, ci adopereremo con quanto a nostra disposizione per svolgere al meglio questo arduo compito senza dimenticare di accrescere anche il nostro potere e prestigio personali.

Madeira: Pearl of the Atlantic a Essen 2013

di Alberto “Doc”

il titolo di Nuno SentieiroPaulo Soledade non ha fatto in tempo ad atterrare ad Essen 2012, ma What’s Your Game conferma la sua pubblicazione per il 2013 probabilmente in vista della prossima fiera o chissà, magari anche prima. Sviluppo e playtesting intanto procedono ma per chi non sapesse nulla  riguardo, vediamo di spendere due parole in più su questa futura uscita.

OddVille: un city building da What’s Your Game

di Federico “Kentervin”

Carlo Lavezzi muove i suoi primi passi nell’ambiente ludico e lo fa con OddVille, gioco di carte della durata di 45 minuti per 2-4 giocatori. La casa editrice è l’italianissima What’s your Game?, che ci trasporta in una città medievale, dove saremo alle prese con la costruzione di palazzi per conto delle 4 Gilde cittadine. Andiamo a vedere come si sviluppa il gioco.

Privacy Policy